Utente 140XXX
Gentili medici,
cerco di esporre la problematica: è da circa un mese, e più, che è cambiata la consistenza e la qualità delle feci. Tutto è coinciso, ed attualmente coincide, con un periodo di particolare stress legato alla sfera personale. Sono un soggetto molto ansioso ed ipocondriaco.
Non ho mai avuto particolari problemi a livello intestinale tranne, appunto, in periodi fortemente stressanti e climaticamente molto caldi, in cui le feci sono spesso diarroiche o molli. A volte compaiono tracce di sangue vivo, dovute ad emorroidi esterne individuate durante visite ginecologiche.
In questo periodo, appunto, prima della evacuazione, un forte meteorismo (tra l'altro mai presente nell'arco della giornata e mai stato presente) è accompagnato da scariche di liquido giallognolo/marrone, presumibilmente muco. In un primo momento (all'inizio del cambiamento), le feci si presentavano abbastanza formate, avvolte da muco biancastro, ma negli ultimi giorni sono quasi liquide o comunque diarroiche. Autonomamente ho preso il Codex per 10 giorni, ma nulla è cambiato, se non peggiorato.
Spesso tali scariche sono accompagnate anche da piccole tracce di sangue rosso vivo presenti nel water insieme a questo liquido mucoso.
Non ho dolori o pruriti in zona anale, non ho dolori all'addome né alla palpazione, né durante la giornata, escluso nei momenti in cui devo recarmi al bagno. La frequenza è sempre la medesima, ovvero di una volta la giorno la mattina dopo la colazione, con stimolo impellente.
Sono fuori casa (viaggio molto spesso) ed il cambiamento delle mie abitudini personali mi pesa molto, sopratutto in momenti come questi, in cui la mia mente ed il mio fisico necessitano di tranquillità e privacy.
Vivo questo periodo con terrore, terrore che si presenta ogni qualvolta devo andare in bagno. Penso al peggio, costantemente quasi tutto il giorno, facendo della giornata un incubo. Questo stato non mi permette di vivere serenamente ed immagino peggiori la situazione.
Se può essere di aiuto al quadro generale: la mia lingua si presenta biancastra nella zona centrale da almeno un annetto.
Chiedo pertanto un parere sul mio stato di salute ed un suggerimento sulle soluzioni da adottare. Grazie mille

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente intestino irritabile.
1) faccia una visita gastroenterologica per confermare.
2) DEVE curare la sua notevole ansia che la fa vivere da malata pur essendo sana.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 140XXX

Gent.mo Dott. Bacosi,
la ringrazio per la tempestiva risposta.
Sono consapevole di essere preda di ansia e di ipocondria, spero sempre di poterle controllare da sola ma, ad ogni minimo sintomo, ricasco nel vortice delle paure.
Appena posso provvederò a farmi prescrivere una visita dal Gastroenterologo (sono fuori casa).
Nel frattempo, avrebbe qualche suggerimento da darmi per cercare di tamponare questo malessere?
Da aprile avevo deciso di eliminare la carne ma, data la situazione, sto cercando di portare avanti una dieta più varia includendola nuovamente.
Proverò, comunque, a vivere in maniera più leggera la giornata.
Grazie mille anticipatamente per il suo tempo.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Diminuisca i latticini
Assuma probiotici per almeno 4 settimane.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 140XXX

Sarà fatto, grazie ancora!

[#5] dopo  
Utente 140XXX

Gentile Dottore, approfitto ancora della sua disponibilità per avere gentilmente delle spiegazioni, sebbene sappia che telematicamente non è possibile fare diagnosi. Purtroppo la situazione, nonostante probiotici, non migliora, anzi.
Prima della defecazione (quando avviene) continua ad uscire dall'ano una discreta quantità di liquido denso, che va dal colore giallastro al marroncino rosato unito ad un forte meteorismo. Vivo costantemente piena di preoccupazione, ciò comporta una stipsi - immagino - legata alla mia ansia che mi accompagna ogni qualvolta mi reco in bagno. Questi sono giorni particolari essendo a ridosso del Ferragosto, tornerò a casa in prov. di Bergamo, il 14 agosto. Cosa mi consiglia di fare? La situazione, secondo lei, è preoccupante a tal punto da recarmi in PS? Devo attendere dopo il Ferragosto?
Grazie ancora...