Utente 557XXX
Buongiorno,
scrivo in questo sito perchè mi è capitata una cosa particolare.
Una sera dopo aver mangiato troppo, mi sono seduto in divano.
La pancia mi dava fastidio all'altezza dello stomaco al punto che non riuscivo a stare seduto
comodamente perchè avvertivo la pancia troppo "compressa".
Dopo poco ho avvertito un evento all'interno della mia pancia che definirei come un
cedimento di qualcosa ed uno spostamento di qualcosa all'interno. La posizione esatta
di quello che ho avvertito è situata 2 dita sotto la fine dello sterno e 4 dita a sinistra. 2 dita sotto pelle, sotto le costole.
Questo evento ha provocato sicuramente un dolore forte ma non acuto. La cosa però più sgradevole
è la sensazione di aver qualcosa fuori posto all'interno. Una sensazione molto fastidiosa e invalidante,
che mi ha portato ad avere un respiro più affannoso e ad una fatica nel fare qualsiasi cosa.
Questa cosa fuori posto mi arreca parecchio fastidio perchè sembrerebbe premere verso l'alto,
in direzione cuore e polmoni in maniera costante e sembrerebbe gonfiarsi o riempirsi per poi sgonfiarsi
o svuotarsi, questa sensazione va accentuandosi e affievolendosi a momenti alterni.
Particolare fastidio lo avverto quando vado a coricarmi, fastidio che si allevia se mi sdraio sul lato destro.
A volte quando il fastidio è molto forte avverto anche un lieve dolore alla parte interna del braccio sinistro
dall'ascella al gomito, dolore che definirei come un indolenzimento di qualche nervo.
Con il mio medico di base abbiamo indagato sulla cosa con i seguenti esami.
Ecografia addome completo, risultata negativa. RX torace zona stomaco risultata negativa.
Colonscopia risultata anch'essa negativa. Mi rivolgo a voi perchè non sono ancora venuto a capo
di questo problema che si protrae ormai da 2 anni e mezzo.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente sindrome gastro-cardiaca.
Su questo stesso sito troverà un articolo dell'ottimo Prof. Cosentino in cui la sindrome viene affrontata in modo assai semplice da comprendere.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 557XXX

Buongiorno Dottore,
la ringrazio della risposta.
Ho letto l'articolo sulla sindrome gastro.cardiaca.
Devo dire che ho trovato riscontro nei sintomi descritti, anche se la sensazione che avverto è più, come dire,
che qualcosa non sia più al suo posto, come se si fosse
verificato nell'evento da me descritto, uno spostamento di qualcosa. Mi viene da chiedere se si possa essere trattato
di un'ernia, come ernia iatale o altro. lei che ne pensa ?
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le ernie non si spostano......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 557XXX

Buonasera Dottore,
non intendevo certo dire che l'ernia si sposta. Mi chiedevo se l'evento che ho avvertito quel giorno in cui tutto è
cominciato poteva trattarsi della formazione dell'ernia stessa.
Cordialmente

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Difficile a dirsi e a dimostrarsi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 557XXX

La ringrazio

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
di nulla!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia