Utente 558XXX
Salve, sono Francesco ho 44 anni, e dal 2013 tramite una gastroscopia ho scoperto di avere un ernia iatale. Ho sempre fatto i miei cicli di inibitori di pompa protonica nei periodi di cambi stagione, ma estate autunno, inverno primavera, per tutti questi anni non mi hai mai dato nessun problema tranne in questi periodi di cambio stagione. Fino a che a luglio 2019 sono stato costretto a rifare la gastroscopia e l esito è stato questo: Esofagite erosiva da reflusso gastroesofageo grado A Ernia iatale da scivolamento.
Terapia consigliata: peptazol 40mg 1 compressa mezz'ora prima di colazione per 6 sett. E poi 1 comp. Da 20 mg per 2 mesi
Marial bust. Per 4 settimane.
Sintomi gastroesofagei spariti ma continuo ancora dopo 1 mese di terepia ad avere mal di gola una patina bianca alla base della lingua con una sensibilità e senso di amaro in bocca lingua che allappa soprattutto nella fase digestiva, la sera in modo più acuto.
Domande 1: visto che questi sintomi sembra nn vogliono andare via con i medicinali credo sia il caso di operarmi di ernia e prendere il problema alla radice?
O devo fare altri accertamenti o visite più specifiche tipo ph metria delle 24 ore e manometria?
La terapia data è corretta o devo rivederla con il gastrointerologo?
Spero in una vostra risposta affinché oltre a me chi ha gli stessi sintomi possa trovare una soluzione grazie.. .

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Se i sintomi non si sono risolti completamente deve solo prolungare la terapia anche per 6-12 mesi.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 558XXX

Quindi lei dice che devo solo attendere e avere pazienza. Ma come mi regolo con la cura il dosaggio da prendere. Devo rivolgermi ad un gastroenterologo rifare la gastroscopia o cosa...

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non serve la gastroscopia ma prolungare la terapia in atto.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 558XXX

La terapia intende con il dosaggio da 40 o da 20 mg?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
20mg
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 558XXX

La ringrazio per le sue risposte una buona continuazione di giornata...

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla, si figuri.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
20mg
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it