Utente 560XXX
Buongiorno, sono un uomo di 37 anni, la cui vita, si sta inesorabilmente compromettendo a causa dei miei problemi intestinali.
Sono nato con un allergia alle proteine del latte, che mi è stata curata, ho fatto una crescita normale, mangiando tranquillamente tutto anche i latticini, senza alcun problema.
All’et Di 18 anni ho avuto il mio primo episodio, dovetti trovare un bagno urgentemente mentre stavo andando a scuola (bruttissimo episodio).
Da allora, inesorabilmente e lentamente ho avuto dei momenti alti e bassi, ma nn gravi.
Negli ultimi 5 anni invece, sono peggiorato, ho paura ad andare a mangiare a casa di qualcuno che non sia un parente, in quanto appena mangio qualcosa, sento la pancia in fermento.
Ho fatto anche un percorso di psicoterapia cognitiva, ma nulla, ma perché il problema è nel mio corpo non la mia testa.
Adesso entro novembre avrò una visita gastroenterologica, dove porterò gli esami che ho appena fatto: sangue occulto nelle feci, ricerca parassiti, helicobater pylori, breath test.. . Di mio ho voluto fare anche il prik test da privato che farò nei prossimi giorni, per escludere un ritorno all’allergia alle proteine del latte.
La cosa che ho notato è che in associazione al peggiorare della sintomatologia, mi è apparso anche un rush cutaneo, sotto lo scroto, con pruriti intensi, può dipendere da un intolleranza alimentare, la quale si sfoga anche via cutanea? Se si, può essere che eliminando suddetto alimento, possa riprendere in mano la mia vita, riavendo un intestino sano?

N. B. Non ho coliche dolorose, non le ho mai avute, sento solo che la pancia fermenta e si formano gran quantitativi di aria, la quale spinge nell’intestino, portandomi disagio, in quanto se sono in presenza di persone ho necessità di andare in bagno.
Le feci sono molli non formate, ma non sono scariche di diarrea.

Secondo voi cosa può essere?

Grazie.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente intestino irritabile.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 560XXX

Grazie. Per alleviare i sintomi, nel frattempo che cosa dovrei fare.
Utilizzo già da tempo dei probiotici, nello specifico l’Enterelle, ma nn risolvo il problema.
Faccio attività fisica, corsa.
Non bevo alcolici ne bevande gassate.
Non fumo.
Insomma un vero attento alla forma fisica eppure, la mia vita è un inferno.