Utente 455XXX
Buongiorno,
Ho effettuato egds nel 2013 per disturbi digestivi con esito reflusso gastrico + ernia iatale da scivolamento, da quel momento i medici mi darono gastroprotettori per cicli anche di 2 anni.
dal 2014 accuso un fastidio/dolore addome sinistro sotto o vicino alla prima costola che si acutizza dopo mangiato, ho fatto veramente tantissimi esami e ripetuto anche egds con biopsie che risultavano nella norma.
da Maggio 2018 il dolore è diventato sempre più ingravescente tanto da spostarsi anche dietro la schiena sempre a sinistra come se una cintura mi stringesse dall'addome sinistro tutto il costato per poi arrivare dietro la schiena come una pugnalata (il dolore alla schiena è sempre presente ma si acutizza lontano dai pasti e in posizione supina, la notte è insopportabile tanto da svegliarmi)
per questo problema inizio a pensare che forse i disturbi non sono mai stati dello stomaco ma del pancreas.
Ho effettuato recentemente 3 o 4 ecografie addome tutte risultate completamente nella norma.
Sento continuamente questo dolore tutto il giorno mi sta complicando ormai la vita, cosa potrebbe essere e come dovrei muovermi?
Grazie,
Alessandro

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ha pensato a farsi visitare da un ortopedico per un problema vertebrale?
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 455XXX

Buonasera dottore e grazie della risposta,
sicuramente mi farò visitare da un ortopedico, il dolore però si acutizza a volte dopo i pasti a volte lontano dai pasti sempre presente anche a stomaco vuoto.
Ho notato che i dolori sia davanti che dietro sono più forti se mangio cibi grassi, per questo pensavo ad una problematica al pancreas. Le mie feci risultano spesso molli e chiare.
Ho dimenticato che ho effettuato una risonanza magnetica con mezzo di contrasto (colangio). risultata anch'essa nella norma. e un elastasi fecale con valore di 480/500.
Non posso bere alcolici in quanto mi inizia a bruciare tutto l'addome e schiena e sto malissimo per 2 giorni.
Per tutte queste problematiche pensavo ci fosse qualche associazione con il pancreas.
Aspetto una sua risposta in merito.
Grazie,
Alessandro

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non credo che il pancreas abbia colpe.
Faccia, comunque, un prelievo per lipasi
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 455XXX

mi scusi ma il prelievo per amilasi e lipasi non si effettua quando si cerca una pancreatite acuta? io questo dolore me lo porto ormai dietro da anni e ogni anno è sempre peggio, quindi risulta un dolore cronico.
L'unico valore anomalo è la vitamina d che risulta carente.
Cosa ne pensa?
Grazie,
Alessandro

[#5] dopo  
Utente 455XXX

Buonasera dottore, riesce gentilmente a darmi un riscontro?
Grazie,
Alessandro

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Su cosa?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente 455XXX

tutte le visite che ho eseguito sono tutte nella norma, il problema è che questo dolore ce l'ho sempre e da un anno è riflesso anche nella schiena, sento che non è un dolore muscolare ma un dolore viscerale perchè aumenta dopo circa 3 ore dai pasti (digestione?).
Ho anche letto questa frase in cui mi ci ritrovo molto:
"Il dolore può verificarsi durante le prime fasi della pancreatite cronica, prima dello sviluppo di anomalie strutturali apparenti all'imaging nel pancreas. Il dolore è spesso il sintomo dominante nella pancreatite cronica ed è presente nella maggior parte dei pazienti."

Mi conferma questa cosa è possibile che sia davanti a una pancreatite cronica ma nessun esame rileva nulla? a parte vitamina d che sono carente e non riesco a reintegrarla.

Attendo riscontro,
Alessandro

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La pancreatite cronica si riscontra con una TC addome più amilasi e lipasi
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente 455XXX

quindi visto che i risultati di tutti gli esami fatti sono nella norma non dovrei avere nulla o possiamo essere difronte ad un inizio e quindi non rilevabile al momento?
Grazie del suo tempo

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Solo ansia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia