Utente 563XXX
Gentilissimi a distanza di qualche anno ritorno sul portale per un consulto, il precedente riguardava il mio colon irritabile con cui convivo. Adesso il problema è diventato lo stomaco dal mese di giugno anche se, saltuariamente, anche in passato ho sofferto di qualche doloretto e gonfiore. Il tutto è iniziato con dolori al petto, raucedine e nodo alla gola, dopo consulto con il medico curante ho fatto una terapia di pantaprazolo (prima 40 poi 20) per circa un mese associato a gaviscon, nel mese di agosto il disturbo era quasi del tutto scomparso, di conseguenza ho sospeso la cura. Con il mese di settembre, in coincidenza della ripresa dell'attività lavorativa il problema è ritornato, in particolare acidità al mattino e senso di sazietà, nausea ed acidità dopo 2/3 ore dal pranzo. Ora chiedo è il caso di riprendere la terapia con la stessa prescrizione e per quanto tempo? Sarebbe utile aggiungere un procinetico? E' possibile che questo disturbo ogni volta che si sospende la terapia ritorna? Temo che posso diventare farmaci-dipendente.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il reflusso è usualmente cronico per cui se la sintomatologia si ripresenta bisogna riprendere la terapia. Ne parli però con il suo medico

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 563XXX

Intanto grazie per l'immediata risposta. Ma ho una curiosità... è possibile che si presenti improvvisamente? Io in passato ho avuto dei fortissimi spasmi retrosternali che si irradiavano al collo potevano essere dei segni premonitori? Scusate ma approfitto della vostra squisita disponibilità ed eccelsa professionalità. Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente, segni premonitori
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 563XXX

Gentilissimo dottore vi chiedo due ultimissime domande: con la ripresa della terapia in caso di remissione dei sintomi sospendo subito? Se permane l'unico disturbo che è legato ad una digestione lenta (dopo pranzo sono leggerissimo, ho anche fame) a distanza dal pranzo, con leggera nausea ed eruttazioni, il procinetico si più prendere per qualche giorno in più? Grazie mille.

[#5] dopo  
Utente 563XXX

Gentilissimo dottore vi chiedo due ultimissime domande: con la ripresa della terapia in caso di remissione dei sintomi sospendo subito? Se permane l'unico disturbo che è legato ad una digestione lenta (dopo pranzo sono leggerissimo, ho anche fame) a distanza dal pranzo, con leggera nausea ed eruttazioni, il procinetico si più prendere per qualche giorno in più? Grazie mille.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si, le conviene procedere per almeno 20-30 giorni
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it