Utente
Gentile dottor Cosentino,
Da circa due mesi le mie feci non hanno più la stessa consistenza. Tendono sempre a essere molli, leggermente molli o liquide. Qualche volta sono più compatte ma non sono più solide come una volta (no sangue, quasi mai muco). Questo problema l'ho avuto anche cinque anni fa e poi quattro anni fa dove, in seguito a ogni tipo di accertamento possibile, mi è stato diagnosticato il colon irritabile. Negli anni successivi non ho più avuto problemi, adesso i sintomi sembrano essere tornati: una volta al bagno, feci molli/ leggermente molli; talvolta liquide.
Ho cambiato alimentazione. Da due settimane ho escluso glutine e latticini, e ogni tipo di frutta e verdura per vedere se il mio intestino era "in grado" di ricompattare le feci per bene. In realtà non è cambiato quasi nulla, se non l'eliminazione di scariche improvvise dopo i pasti. Mi sento anche la pancia sempre gonfia e un meteorismo importante. Ho provato con Colonir, carbone vegetale.. . non è cambiato troppo.
Adesso, è possibile che dopo quattro anni si tratti ancora di colon irritabile (ammetto di essere piuttosto ansioso e ipocondriaco) ? O magari può essersi sviluppata una qualche malattia tipo Morbo di Crohn etc?
La ringrazio per la sua disponibilità.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'intestino irritabile dura tutta la vita.
Si può tenere a bada con la terapia e la dieta ma periodicamente si riacutizza.
Consideri che è una patologia assolutamente benigna e che non diventa niente altro.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottor Bacosi,
La ringrazio per la sua pronta risposta. Sapevo che il colon irritabile dura tutta la vita, ma mi aspettavo che, mangiando solo pasta in bianco senza glutine e carne bianca, il tutto si risistemasse, almeno da un punto di vista sintomatologico. In più, aggiungendo Colonir o carbone vegetale...
Eppure non è così. Le feci si addensano ma non sono mai ben solide. In più con tutti questi carboidrati sono pieno di aria. Quasi ho paura di rintrodurre fibre e verdure.

Ma quindi se quattro anni fa non avevo nessun morbo /infiammazione di quel tipo, vuol dire che non l'avrò mai?
Soffrendo di Colon Irritabile, vuol dire che devo accettare che per mesi, ogni mattina quando vado al bagno, defecherò in questo modo?
Premetto che sto seguendo anche una terapia psicologica, ma questo disagio è davvero frustrante e demotivante. Specifico che ho 24 anni.
La ringrazio.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Purtroppo deve abituarsi all'idea dell'intestino irritabile.
Parli con il suo gastroenterologo per aggiustare la terapia ed ottenere un miglioramento
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore,
Alla fine mi sono recato dal mio medico di base.
Il mio medico mi ha consigliato di prendere 30 gocce di Valpinax al giorno (15 prima di ogni pasto) assicurandomi che, se fosse stato colon irritabile, allora i sintomi sarebbero scomparsi definitivamente. Per i primi tre giorni devo dire che il miglioramento era evidente. Oggi sono tornate le scariche diarroiche nonostante non abbia variato la mia alimentazione o il numero di gocce. Da due mesi ho anche evitato il glutine e i latticini. E' vero che il Valpinax dovrebbe essere così miracoloso? O è normale che, nonostante aiuti, a volte "fallisca"? Perché il mio medico dava per scontato che, se non avesse funzionato in via definitiva, allora non era colon irritabile ma qualcosa di più grave.
Vorrei evitare di rifare tutto l'ambaradan di esami specialistici (costosi) per farmi ridire che si tratta di colon irritabile. Cosa ne pensa?