Utente 425XXX
Buongiorno Dottori, mio marito di 46 anni a causa di ripetute coliche si è sottoposto ad un'ecografia dell'addome SUPERIORE e esami sangue.
È stato trovato un nodulo epatico che ci sta terrorizzando.
Mio marito è sempre stato un forte bevitore e fumatore.
Ho fatto delle ricerche online circa le parole usate dal radiologo in riferimento al nodulo e le mie ansie sono fortemente peggiorate.
Vorrei sapere se ci sono gli estremi per potere ancora sperare che sia benigno o che, nell'ipotesi peggiore, sia perlomeno curabile.
Referto: fegato di volume nei limiti, diffusamente steatosico con nodulo isoipoecogeno di 3 cm al lobo sn (segmento Ii), reperto che necessita di valutazione TC o RM com mdc.

Vie biliari intra ed extraepatiche non dilatate.
Colecisti normodistesa con pareti regolari Co tiene gruppetto di piccolo calcolo mobili al variare dei decubito.
Vena porta di calibro nei limiti, regolarmente pervia con flusso normodiretto al controllo colordoppler.
Pancreas nei limiti, wirsung non dilatato.
Milza nei limiti, con diametro longitudinale di 9 cm normoriflettente omogenea.
Reni in sede di volume nei limiti.
Aorta addominale di regolare calibro e decorso.
Non lesioni espandi e lombo-aortiche.

Risultati esame sangue:
Glicemia 100
Creatinina 0.9
Acido urico 6.1
AST/GOT 22
ALT/GPT 41
COLESTEROLO TOTALE 258
HDL 52
LDL 167
TRIGLICERIDI 232
PROTEINA C REATTIVA 2.5
PSA TOTALE 0.63
G BIANCHI 6.5
G ROSSI 4.44
EMOGLOBINA 14.8
EMATOCRITO 43.9
MCV 98.9
MCH 33.4
MCHC 33.7
RDW 12.6
PIASTRINE 255
MPV 9.2
NEUTROFILI 45.8
LINFOCITI 39.6
MONOCITI 10.8
EOSOFILI 3.1
BASOFILI 0.7
Ringraziamo davvero di cuore fin da subito chiunque ci risponderà.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dalla descrizione non si può dire nulla.
Occorre fare uno degli esami consigliati.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 425XXX

Ho capito.
Grazie mille Dottore, buona giornata.

[#3]  
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

24% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Gentile Utente,
Concordo con i colleghi che ritengono indispensabile praticare un approfondimento diagnostico con TAC o RM con contrasto ed a volte si ricorre anche alla biopsia.
Comunque potrebbe anche trattarsi di una zona di fegato risparmiata dalla steatosi. Dalle analisi si evince che vi è una dislipidemia secondaria, verosimilmente, all'uso dell'alcol.
Sarebbe utile praticare anche un prelievo per alfa1feto proteina e comunque, indipendentemente dall'esito degli esami, dovrebbe smettere immediatamente di bere alcolici
Cordialità
Dr. Ludovico Giorgio Tallarico

[#4] dopo  
Utente 425XXX

Grazie mille per la risposta Dottore! Certo dovrebbe smettere di bere alcolici!! Sono riuscita a farglieli ridurre ma ad eliminarli no.. Faremo gli esami necessari.. Mi ha dato un po' di speranza. A prescindere da cosa sarà la ringrazio per questo.
Cordiali saluti
M