Utente
Salve.
Da più di un mese ho bocca amara e asciutta, soprattutto la notte.
Sto assumendo Lucen e procinetici per reflusso, difficoltà di digestione e pancia gonfia, ma detta terapia non ha portato benefici.

Faccio presente che nello scorso febbraio ho effettuato gastroscopia con biopsie.
Il referto istologico riporta:
A.
(biopsie duodenali) frammenti di mucosa gastrica antrale con gastrite cronica lieve, non attiva, senza atrofia con circoscritto focolaio di metaplasia intestinale completa ed incompleta associata a nodulo di iperplasia linfoide.
Assenza di H.
Pylori.

B.
(biopsie gastriche antrali) campioni di mucosa gastrica di tipo antrale con gastrite cronica lieve, non attiva, senza atrofia, con iperplasia faveolare e presenza di fibrocellule muscolari lisce nella lamina propria.

C.
(biopsie gastriche corpali) campioni di mucosa gastrica di tipo ossintico con quadri di ectasia cistica faveolare e protrusione delle cellule parietali (come da trattamento con ppi), in assenza di significative lesioni infiammatorie.
Assenza di H.
Pylori.

Il mio gastroenterologo, asserendo che c'era un'anomalia nel referto (refuso?) , mi aveva consigliato di ripetere la gastroscopia dopo sei mesi.
Purtroppo non l'ho ancora potuta rieffettuare per le note contingenze.

Ciò considerato, avete qualche suggerimento da dare?
La bocca amara e asciutta è verosimilmente causata da problematiche gastroenterologiche?
La terapia attuale è adatta?
Sarebbero opportune ulteriori/diverse valutazioni (fegato?
denti?).

Grazie per l'eventuale risposta.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Per favore, per avere delle risposte esaurienti, è utile inviare anche la descrizione completa dell ' esame e non solo dell ' esame istologico, oltre ai motivi ( i sintomi ) per cui è stato fatto l' esame. Il suo esame istologico lo si può ritenere nei limiti della norma. L ' anomalia sta nel punto A), dove nel capitolo biopsie duodenali viene invece descritta la mucosa gastrica dell 'antro. La bocca amara dipende da anomalie dei movimenti che deve fare lo stomaco per digerire ( la peristalsi ) ; si cura con farmaci cosiddetti procinetici. Ne parli con il suo medico.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Salve. Ecco il referto della gastroscopia di febbraio:
Indicazioni all'esame: sintomatologia da reflusso resistente alla terapia con IPP.
L'esame viene condotto fino a livello della seconda porzione duodenale. Esofago regolare. Linea Z a 43 cm dall'AD. Cardias beante a 44 cm dall'AD. Stomaco con mucosa iperemica ed edematosa. Biopsie antrali e corpali. Piloro beante. Bulbo con mucosa di aspetto macrogranulare. Biopsie. Duodeno discendente regolare.

Da circa 50 giorni sto assumendo Lucen, ma il reflusso permane. Visto che non ho potuto ultimamente recarmi dal mio medico per la ricetta (ripetibile) necessaria per il Peridon (in passato lo avevo assunto), ho utilizzato per tre giorni Geffer, ma senza benefici. Sono un pò preoccupato perché la bocca amara e asciutta persiste, così come la costante esigenza di bere. Pensa che questi ultimi sintomi siano sicuramente causati dal reflusso? Ritiene opportuno fare anche accertamenti non "gastroenterologici"?

Grazie per l'eventuale risposta.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non credo che abbia bisogno di ulteriori accertamenti. Prosegua con la terapia : tre giorni sono pochi.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Salve. E' praticamente una settimana che sto assumendo Peridon (2 compresse al giorno), congiuntamente a Lucen e Gaviscon. Non si notano, però, miglioramenti.
Ho sempre (6/7 settimane) bocca amara, asciutta ed esigenza di bere in continuazione. E' proprio da escludere che detti sintomi non siano riconducibili a problematiche gastrointestinali? A ottobre, ad esempio, avevo valore (1,12) creatinina nella norma ma in netto aumento rispetto ai precedenti controlli. Sarebbe utile ripetere esami del sangue e/o effettuare ecografia addominale (nella norma a luglio) per verificare patologie a carico dei reni?

Grazie per l'eventuale risposta.

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, prima o poi controllerà gli esami del sangue e l ' eventuale ecografia per monitorare la funzionalità renale, ma per i disturbi digestivi deve solo - almeno per ora - proseguire con la stessa terapia.
Prof. alberto tittobello