x

x

Potenziale diverticolite e abbassamento repentino della emoglobina

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentili dottori,

da due mesi ho riscontrato leggeri dolori all'addome sinistro (all'altezza dell ombelico a sinistra e sotto).
I sintomi sono peggiorati anche se non ho mai avvertito dolori forti e dopo circa un mese ho fatto delle analisi dopo aver avuto per due volte la febbre (abbastanza alta con brividi) senza nessun altro sintomo.
La febbre in tutti e due i casi é scomparsa nel giro di una giornata.


Valori leggermente alterati riguardavano la proteina c-reattiva, i trombociti, i linfociti.


Il dottore ha riferito di una potenziale diverticolite all intestino.


Ho continuato le normali attivitá fino a pochi giorni fa e ho praticato sport.
Ma ho incominciato a sentire dolori piu fitti e piu all interno anche se non continui.
Alché mi sono rivolto ai medici di nuovo.


I valori delle analisi del sangue adesso sono tutti buoni ad eccezione dell'emoglobina che é passata da un valore di 145 a 130 (valori normali: 134 - 167) in meno di un mese.


I seguenti valori sono normali:
Proteina c-reattiva, eritrociti, leucociti, trombociti, gli eritrociti sono leggermente piu piccoli del normale ma é stato sempre cosi.


Da 3 giorni cerco di muovermi il meno possibile e ho notato che i dolori sono quasi assenti a volte, anche se sporadicamente sento qualche dolore.
Ho piu freddo del solito anche se la sensazione é di sentirmi bene.


Ho notato solo una volta sangue nelle feci, non saprei dire se c'é una perdita visibile ma le feci non mi sembrano scure.


Mi hanno assegnato un gastroenterologo ma passeranno dei giorni.


Sono preoccupato a riguardo.
C'é la possibilitá che sia un tumore?


Che esami mi consiglate di fare?


Vivo all'estero e in questo paese la comunicazione paziente - dottore non é delle migliori.


Vi ringrazio infinitamente e spero di ricevere una vostra risposta.
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 6,2k 257
Considerati la sede è il tipo dei dolori, è possibile che si tratti di diverticoli. Forse - essendo lei all ' estero - ha difficoltà a eseguirla, ma dovrebbe mettere in programma una colonscopia. Indipendentemente dalla presenza o meno dei diverticoli, le ricordo che noi consigliamo a tutti , più o meno alla sua età, di eseguire almeno una volta mela vita una colonscopia, a scopo preventivo.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie professore,

sicuramente chiederó di eseguire tutti i test necessari.
Una domanda: la colonoscopia potrebbe procurare danni? Oppure puó essere fatta ripetutamente nel corso del tempo?

Ne ho fatta una nel 2016, avevo chiesto analisi approfondite a seguito di carenza di ferro ed emoglobina leggermente bassa e volevo capire se era dovuta a problemi gravi.

La colonoscopia ha evidenziato due emorroidi. La gastroscopia ha evidenziato la presenza di Elicobacter che dovrebbe essere stato curato. (ho fatto la cura e poi le analisi hanno dato riscontro negativo).

L'anno scorso avevo incominciato a mangiare Il muesli (farina d'avena freddo a base di fiocchi d'avena e ingredienti come cereali, noci, semi e frutta fresca o secca). prima di coricarmi. Potrebbe essere questa una probabile causa?

Un ultima domanda: se fosse cancro del colon, dovrei avere altri sintomi e qualche valore sballato del sangue dopo due mesi? oltre all emoglobina?

Grazie ancora, aspetto con ansia.
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 6,2k 257
Se la colonscopia di 3-4 anni fa non mostrava patologie particolari, non è il caso di rifarla ora. La perdita di gocce di sangue tutti i giorni può giustificare il calo dell' emoglobina. I cibi contenenti fibre non sono nocivi.Però potrebbe chiedere il parere a uno specialista proctologo su cosa fare per le emorroidi ( sanguinanti )

Prof. alberto tittobello

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la veloce risposta.

Avevo anche chiesto se
la colonoscopia potrebbe procurare danni? Oppure puó essere fatta ripetutamente nel corso del tempo?

a riguardo della seconda domanda:
se fosse cancro del colon, dovrei avere altri sintomi e qualche valore sballato del sangue dopo due mesi? oltre all emoglobina?

vorrei capire se sono domande troppe stupide le mie.

Grazie infinite per la sua disponibilita.
[#5]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 6,2k 257
Le domande non sono mai stupide, ma lasci perdere il tumore, di cui non ha i sintomi. La colonscopia non procura alcun danno. Se non fosse così, non farebbe parte degli esami di routine.

Prof. alberto tittobello

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie professore,
la sua risposta é interessante perché il mio parere é lo stesso ma in questa bella nazione scandinava mi hanno detto invece che la colonoscopia non é di routine... alché ho pensato che procurasse danni.
La chiederó sicuramente.
Sembrerebbe che i dolori (quelli pungenti), siano migliorati anche se avverto sempre qualcosa e ieri ne ho avvertiti molti e alcuni anche al lato destro ma adesso non sento niente a quel lato.

La mia impressione é che al lato sinistro qualcosa si sia rotto; noto che é molto meglio stare fermo.

Per quanto tempo possono andare avanti questi dolori? Che analisi e test mi consiglia di fare? Li posso fare tutti a costo zero, quindi non ci sono problemi.

E se fosse un oggetto tagliente di piccole dimensioni?stavo pensando al cibo in scatola e se ci fossero stati pezzetti di metallo...

Un ultima cosa, che sintomi dovrei avere se fosse cancro all intestino? questo potrebbe aiutare anche altre persone che chiedono la stessa cosa quando hanno gli stessi sintomi.

Grazie mille,
[#7]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 6,2k 257
No, non si è rotto nulla. Credo che una colonscopia potrà eliminare ogni suo dubbio. Poi. potrà vivere più tranquillo.E' probabile che dovrà fare qualcosa per le emorroidi, ma anche per questo problema la colonscopia servirà

Prof. alberto tittobello

[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentile Professore,
lo specialista che mi ha visitato l'ultima volta, ha detto di avere consultato la colonoscapia fatta 4 anni fa.
Visto che allora, non é stato riscontrato niente, mi ha consigliato di non procedere alla colonoscopia.
Alché ho riferito che a volte ho dolori pungenti e che volevo invece avere una minima forma di analisi, visto che ancora tutt'oggi non ho ricevuto nessun aiuto.
La prossima settimana ho almeno gli ultrasuoni....
Ho chiesto inoltre al dottore quali sono le cose da fare in caso di diverticolite e il consiglio é stato "tenersela" con un bel sorriso pure stampatogli sulla faccia.

A questo punto non so come procedere, il dottore ha perfino detto che, dato che la colonoscopia la avevo fatta recentemente (4 anni fa). Potrebbe anche essere che l'ospedale mi rifiuti di farla!

Ho letto che il digiuno e mangiare liquidi aiuti e da due giorni, mangio jogurt di giorno e pasta la sera. sembrerebbe che aiuti, anche se adesso (stando nel bus in un viaggio) ho un bruciore forte al lato sinistro.

Per il resto mi sento bene. Il dottore ha detto che la diverticolite provoca delle cicatrici e ci vuole tempo per rimarginare. In effetti é come se ci fossero lacerazioni da qualche parte.

Mi aiuti dottore, sono passati 3 mesi adesso. che devo fare?
Grazie mille

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio