Utente
Buonasera vi scrivo per informazioni sui sintomi di mia madre.
Si tratta di una donna di 67 anni, obesa, con già conclamati disturbi di reflusso gastrico e presenza di ernia iatale (da gastroscopia effettuata nel 2002).
Lei prende già gastroprotettori (omeoprazolo) essendo in terapia con altri farmaci per l'ipertensione e l'allergia.
All'uso quando le si presentano episodi di reflusso prende bustine di refalgin.

Ultimamente ha avuto due episodi particolari, uno mentre era a tavola e bevendo del vino ha avuto la sensazione che il liquido non scendesse, così è andata in bagno e mettendosi un dito in gola ha dato via proprio quel il vino da poco ingerito (niente altro, ne succhi gastrici).
L'altra mattina invece ha bevuto del tè e si è sdraiata e dopo poco ha accusato come un rigurgito non acido dando via il the.
Non ha avuto altri episodi simili.

Il medico curante ha detto che si è trattato probabilmente di spasmo esofageo ed essendo lei un soggetto molto ansioso le ha prescritto Lexil.

Ora la mia preoccupazione forse è esagerata ma penso subito a problemi di deglutizione più seri con cause più disparate.
Non sarebbe il caso di fare una gastroscopia?
Oppure è probabile che sia segno della sintomatologia già nota (reflusso, ernia iatale?).

Aggiungo anche che da circa una settimana ha le feci più scure ma il medico dice che possono essere anche dovute agli antinfiammatori che sta prendendo (OKI) per l'ascesso ai denti che sta avendo ultimamente (le ha comunque prescritto un ricerca di sangue occulto nelle feci.
In mezzo a questo c'è stata anche l'ipotesi di una stomatite dovuta agli antibiotici presi per l'ascesso che le hanno portato una patina gialla sulla lingua (che ha avuto due giorni e poi basta).

Concludo il tutto aggiungendo che da un pò di mesi avevo anche notato un abbassamento nel tono di voce di mia madre, non drastico ma come se fosse meno squillante e dai toni più bassi.

Scusate per la descrizione è lunga ma l'apprensione è tanta.
Purtroppo ho perso mio papà recentemente per un tumore ai polmoni e forse ora ho l'automatismo di pensare subito al peggio.
Vi ringrazio anticipatamente per la lettura

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive, e senza pensare a brutte patologie, farei una gastroscopia


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta. Secondo lei è da fare urgentemente oppure si può aspettare che si calmino ancora un pò le acque? Purtroppo la situazione attuale da coronavirus non rende facile ne rassicurante prenotare un esame di quel tipo (viviamo a Genova).
I sintomi comunque che ha avuto (sporadici, due episodi e da quando prende Lexil va meglio) possono comunque essere riferibili ai problemi già diagnosticati (ernia iatale, reflusso)? Può essere stato un episodio di spasmo esofageo?

[#3] dopo  
Utente
Aggiungo che in generale non riferisce problemi alla deglutizione e mangia normalmente, a parte quell'unico episodio dell'altra sera

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Allora se si è trattato di un unico episodio si può attendere
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Va bene la ringrazio. Si di quel tipo non ne aveva mai avuto. Ha sempre problemi legati allo stomaco, di natura spesso ansiosa. Ad esempio è un periodo che sente pienezza al mattino anche mangiando poco. Però diciamo un problema così, che subito l'ha anche spaventata, lo ha avuto solo una volta.
L' importante è capire se era anche capire se era qualcosa di urgente allora passavamo anche in regime privato piuttosto ma almeno da avere chiarezza subito. Altrimenti facciamo tutto con più tranquillità.
Comunque giusto come ipotesi, i sintomi che ha avuto possono essere associabili ai problemi che ha già di reflusso ed ernia iatale?

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si, dovrebbe trattarsi di reflusso
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Perfetto la ringrazio molto per la disponibilità e la gentilezza. Il mio scrupolo maggiore è che non fossero sintomi di qualcosa di grave da meritare esami urgenti.
Le farò sapere, se ha piacere, l'esito della gastroscopia che comunque prima o poi farà.
Ancora mille grazie, le auguro una buona giornata e un buon lavoro.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bene, a risentirci
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Buonasera. Siamo in attesa che si riattivi la possibilità di fare esami e quindi la gastroscopia.
Nel frattempo mia madre ha avuto un altro episodio simile a quello della scorsa sera. Ha fatto l'errore di bere del tè e coricarsi subito dopo su un fianco.
Ha avuto quindi di nuovo un episodio di rigurgito, si è svegliata emettendo un po di quel tè. Un pò acido ma non troppo, quasi un rigurgito.
Ora averlo bevuto ed essersi sdraiata subito puo portare a queste forme di rigurgito poco acido tenendo conto del fatto che soffre anche di ernia iatale? Tenendo conte anche che è un soggetto obeso.
Scusi se glielo chiedo ma su internet si leggono di cose che mi preoccupano, primo fra tutti forme di tumore all'esofago. Ma se fosse quello non avrebbe problemi anche quando mangia stando seduta? lei non ha problemi di deglutizione

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Niente tumore, solo reflusso
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it