Utente
Buon giorno.


Soffro di RCU da alcuni anni, però scrivo per spiegare il mio problema.


Il 29 di marzo ho avuto delle scariche di dissenteria con il sangue e da quel giorno è iniziata la nausea e la sera ho avuto anche un attacco di panico.
Ho capito che probabilmente la situazione del Covid ha aumentato l'ansia esacerbando questi sintomi.

La nausea da quel giorno ha iniziato a darmi fastidio trasformandosi spesso in conati di vomito (senza però mai vomitare niente).

Il mio medico di famiglia mi ha fatto prendere per 7 giorni il levopraid 25 mg 2 volte al giorno e stavo bene, ma appena ho smesso i sintomi hanno ripreso, allora mi ha detto di prenderlo per altri 10 giorni, ma stesso discorso, appena ho smesso son ripresi.

Agli inizi di giugno siccome non ce la facevo più perchè l'ansia era aumentata in me, ho deciso di rivolgermi a uno psichiatra che mi fa assumere lo Xanax 1 g a rilascio prolungato la sera e il levopraid 25 mg sempre 2 volte al giorno.

Dal 4 di giugno sto proseguendo con questa terapia e tanti sintomi a livello psicologico (terra che trema sotto i piedi, ansia forte, apatia) sono passati.
Rimangono per lo più alcuni tremori interni.

La nausea però permane, spesso e volentieri arriva verso sera alle 18:00, oppure la mattina.
A volte succede che lo stomaco mi brucia un paio di giorni poi scompare.
Lo psichiatra sostiene che l'ansia vada a colpire lo stomaco nel mio caso e quindi quella sensazione di nausea oppure il bruciore/reflusso sono causati da questa componente che anche se è calata, non è ancora andata via del tutto.

Ho chiesto allo psichiatra se è il caso di fare una gastroscopia, però lui sostiene che non c'è nulla.

A Luglio ho effettuato gli esami di routine per la RCU che sono tutti a posto e ho inserito anche il sangue occulto e l'Helyco Bapter che sono risultati negativi.

Sulla luce di queste osservazioni, mi consigliate di fare una gastroscopia oppure come dice lo psichiatra è il caso di aspettare?


Grazie

Paolo

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
No, sono d' accordo con lo psichiatra. Prosegua con la stessa terapia.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Prof Tittobello. Probabilmente ci vorrà ancora tempo, però anche io son dell'idea di non farla e tener duro.
Ho come l'impressione che questi sintomi passeranno quando la situazione Covid sarà finita, ma mi auguro veramente che passino prima perchè dopo 7 mesi sarei un po' stufo. Mi è cambiata molto la vita perchè per motivi di lavoro viaggiavo moltissimo e adesso mi trovo a lavorare in ufficio, (questo non ha pregiudicato in alcun modo il mio stipendio o il rapporto con mia moglie che sono rimasti identici) in aggiunta a questa situazione di incertezza e notizie negative create dalla situazione Covid che probabilmente non mi fanno stare sereno.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il suo disagio coinvolge un po' tutti noi ( o tutto il mondo ? ). Va bene finché rimane solo un disagio. Continui così, auguri.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Si Professore, per ora è un disagio, ma Le assicuro che è molto fastidioso vivere con la nausea, però finchè riesco a mangiare diciamo che va bene cosi. Purtroppo, non c'è altro da fare. Prendo la terapia e tengo duro nella speranza che questa maledetta nausea prima o poi mi molli.
Lo psichiatra mi aveva parlato dell'anti-depressivo per togliere la paura, però non mi ha visto così terrorizzato e per tanto non me lo ha dato. Effettivamente non mi sento a quei livelli, anche se chiaramente il pensiero c'è.
Un grazie di cuore per le Sue risposte.
Paolo

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
O.K. Ci risentiremo.
Prof. alberto tittobello

[#6] dopo  
Utente
Buon giorno Dott Tittobello.

Lo psichiatra ha iniziato a farmi scalare il Levopraid anche perchè sta iniziando a darmi problemi di erezione.
Mi ha detto che poichè è dai primi di giugno che lo assumo, adesso va interrotto. Per tanto mi ha detto di prendere metà pastiglia a pranzo e metà a cena per 10 giorni, poi ci risentiamo e se va bene me ne farà prendere solo metà la sera per altri dieci giorni poi basta.
Secondo Lei il problema di erezione è effettivamente causato dal Levopraid come dice lui? Quanto tempo ci vuole in generale perchè tutto torni a posto?
Mi lascia lo Xanax da 1 gr a rilascio prolungato e vuole vedere come vanno le cose prima di darmi come ultima spiaggia un antidepressivo, ma spero di farcela da solo.

Un cordiale Saluto

Paolo

[#7]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, purtroppo quello è un noto effetto collaterale del farmaco procinetico, ma il disturbo regredisce appena lo si sospende. Stia tranquillo. A questo punto segua bene la terapia consigliata dallo psichiatra.
Prof. alberto tittobello

[#8] dopo  
Utente
Buon giorno Dott Tittobello.

La ringrazio per avermi tranquillizzato perchè insomma, a 43 anni ci terrei a non avere quel genere di problemi magari ancora per un po' di anni.
Onestamente non riesco a capire in che modo l'ansia vada a colpire lo stomaco creando questo senso di nausea o i conati di vomito che avevo prima e che il levopraid mi ha tolto.
Ci sono delle tecniche che ne so di rilassamento da mettere in atto o bisogna solo convivere con questi disagi perchè prima o poi passeranno da soli?

Un saluto cordiale

Paolo

[#9]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Stia tranquillo, quell ' effetto collaterale regredisce subito. No, non bisogna convivere con i disturbi, che però non passano da soli. Segua quella cura e ne riparleremo.
Prof. alberto tittobello

[#10] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Ho fatto 10 giorni con metà pastiglia di Levopraid a mezzo giorno e metà la sera. Da ieri sera prendo solo mezza pastiglia.
Il ritorno della libido torna dopo la sospensione completa del Levopraid? Perchè per il momento la mia erezione è ancora scarsa purtroppo.

Cordiali Saluti

Paolo

[#11]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Tornerà tutto normale quando sospenderà del tutto quel farmaco. D' altra parte, era necessario prenderlo. Non voglio e non posso interferire con la terapia dello specialista psichiatra, ma forse un blando antidepressivo le può essere utile.
Prof. alberto tittobello

[#12] dopo  
Utente
Infatti domani faccio la gastroscopia cosi mi tolgo ogni dubbio su questa nausea maledetta e poi mi sa che lo dovrò prendere. Sto facendo di tutto per non prenderlo, e cerco di accontentarmi dello Xanax 1 mg a rilascio prolungato, ma purtroppo mi sa che non basta.
Prima del covid avevo una vita molto dinamica e viaggiavo in tutto il mondo ogni mese, poi si è bloccato tutto di colpo e sono inchiodato in ufficio.

La terrò aggiornato

Paolo

[#13]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Secondo me un leggero antidepressivo ( prescritto dallo psichiatra ) le potrà servire molto , senza troppi effetti collaterali.
Prof. alberto tittobello

[#14] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Fatto ieri la gastroscopia dove si evince solo incontinenza cardiale. Chi mi ha fatto la gastroscopia mi ha consigliato di fare un'ecografia alla cistifellea per verificare che non ci siano dei calcoli in quanto sostiene che i calcoli alla cistifellea non necessariamente causano coliche.
Per tanto tolgo questo ultimo dubbio e poi sicuramente procedo con un blando antidepressivo. A quel punto sarò al 100% sicuro che la nausea è di tipo psicosomatico. Onestamente non credo di avere i calcoli.

Un saluto

Paolo

[#15]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Siamo d' accordo.
Prof. alberto tittobello

[#16] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Ho fatto ieri l'ecografia e come presumevo non c'è nulla.
Lo psichiatra a questo punto mi ha consigliato di prendere un antidepressivo che si chiama Zolofot 100 mg per togliere nausea, ansia e brutti pensieri.
Io sono un po' restio a prendere questo tipo di farmaci perchè per me è la prima volta. Lo psichiatra mi ha spiegato che essendo io un po' ipocondriaco, la situazione del covid è stata come una meteora che è caduta improvvissamente su di me e ha accentuato le paure che han creato l'ansia la quale è andata a colpire lo stomaco.

Un saluto cordiale

Paolo

[#17]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sono perfettamente d ' accordo con il collega. Segua il suo consiglio. Auguri.
Prof. alberto tittobello