E' il caso di fare una gastroscopia?

Buon giorno.


Soffro di RCU da alcuni anni, però scrivo per spiegare il mio problema.


Il 29 di marzo ho avuto delle scariche di dissenteria con il sangue e da quel giorno è iniziata la nausea e la sera ho avuto anche un attacco di panico.
Ho capito che probabilmente la situazione del Covid ha aumentato l'ansia esacerbando questi sintomi.

La nausea da quel giorno ha iniziato a darmi fastidio trasformandosi spesso in conati di vomito (senza però mai vomitare niente).

Il mio medico di famiglia mi ha fatto prendere per 7 giorni il levopraid 25 mg 2 volte al giorno e stavo bene, ma appena ho smesso i sintomi hanno ripreso, allora mi ha detto di prenderlo per altri 10 giorni, ma stesso discorso, appena ho smesso son ripresi.

Agli inizi di giugno siccome non ce la facevo più perchè l'ansia era aumentata in me, ho deciso di rivolgermi a uno psichiatra che mi fa assumere lo Xanax 1 g a rilascio prolungato la sera e il levopraid 25 mg sempre 2 volte al giorno.

Dal 4 di giugno sto proseguendo con questa terapia e tanti sintomi a livello psicologico (terra che trema sotto i piedi, ansia forte, apatia) sono passati.
Rimangono per lo più alcuni tremori interni.

La nausea però permane, spesso e volentieri arriva verso sera alle 18:00, oppure la mattina.
A volte succede che lo stomaco mi brucia un paio di giorni poi scompare.
Lo psichiatra sostiene che l'ansia vada a colpire lo stomaco nel mio caso e quindi quella sensazione di nausea oppure il bruciore/reflusso sono causati da questa componente che anche se è calata, non è ancora andata via del tutto.

Ho chiesto allo psichiatra se è il caso di fare una gastroscopia, però lui sostiene che non c'è nulla.

A Luglio ho effettuato gli esami di routine per la RCU che sono tutti a posto e ho inserito anche il sangue occulto e l'Helyco Bapter che sono risultati negativi.

Sulla luce di queste osservazioni, mi consigliate di fare una gastroscopia oppure come dice lo psichiatra è il caso di aspettare?


Grazie

Paolo
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
No, sono d' accordo con lo psichiatra. Prosegua con la stessa terapia.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Prof Tittobello. Probabilmente ci vorrà ancora tempo, però anche io son dell'idea di non farla e tener duro.
Ho come l'impressione che questi sintomi passeranno quando la situazione Covid sarà finita, ma mi auguro veramente che passino prima perchè dopo 7 mesi sarei un po' stufo. Mi è cambiata molto la vita perchè per motivi di lavoro viaggiavo moltissimo e adesso mi trovo a lavorare in ufficio, (questo non ha pregiudicato in alcun modo il mio stipendio o il rapporto con mia moglie che sono rimasti identici) in aggiunta a questa situazione di incertezza e notizie negative create dalla situazione Covid che probabilmente non mi fanno stare sereno.
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Il suo disagio coinvolge un po' tutti noi ( o tutto il mondo ? ). Va bene finché rimane solo un disagio. Continui così, auguri.

Prof. alberto tittobello

[#4]
dopo
Utente
Utente
Si Professore, per ora è un disagio, ma Le assicuro che è molto fastidioso vivere con la nausea, però finchè riesco a mangiare diciamo che va bene cosi. Purtroppo, non c'è altro da fare. Prendo la terapia e tengo duro nella speranza che questa maledetta nausea prima o poi mi molli.
Lo psichiatra mi aveva parlato dell'anti-depressivo per togliere la paura, però non mi ha visto così terrorizzato e per tanto non me lo ha dato. Effettivamente non mi sento a quei livelli, anche se chiaramente il pensiero c'è.
Un grazie di cuore per le Sue risposte.
Paolo
[#5]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
O.K. Ci risentiremo.

Prof. alberto tittobello

[#6]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dott Tittobello.

Lo psichiatra ha iniziato a farmi scalare il Levopraid anche perchè sta iniziando a darmi problemi di erezione.
Mi ha detto che poichè è dai primi di giugno che lo assumo, adesso va interrotto. Per tanto mi ha detto di prendere metà pastiglia a pranzo e metà a cena per 10 giorni, poi ci risentiamo e se va bene me ne farà prendere solo metà la sera per altri dieci giorni poi basta.
Secondo Lei il problema di erezione è effettivamente causato dal Levopraid come dice lui? Quanto tempo ci vuole in generale perchè tutto torni a posto?
Mi lascia lo Xanax da 1 gr a rilascio prolungato e vuole vedere come vanno le cose prima di darmi come ultima spiaggia un antidepressivo, ma spero di farcela da solo.

Un cordiale Saluto

Paolo
[#7]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Sì, purtroppo quello è un noto effetto collaterale del farmaco procinetico, ma il disturbo regredisce appena lo si sospende. Stia tranquillo. A questo punto segua bene la terapia consigliata dallo psichiatra.

Prof. alberto tittobello

[#8]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dott Tittobello.

La ringrazio per avermi tranquillizzato perchè insomma, a 43 anni ci terrei a non avere quel genere di problemi magari ancora per un po' di anni.
Onestamente non riesco a capire in che modo l'ansia vada a colpire lo stomaco creando questo senso di nausea o i conati di vomito che avevo prima e che il levopraid mi ha tolto.
Ci sono delle tecniche che ne so di rilassamento da mettere in atto o bisogna solo convivere con questi disagi perchè prima o poi passeranno da soli?

Un saluto cordiale

Paolo
[#9]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Stia tranquillo, quell ' effetto collaterale regredisce subito. No, non bisogna convivere con i disturbi, che però non passano da soli. Segua quella cura e ne riparleremo.

Prof. alberto tittobello

[#10]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dottore.
Ho fatto 10 giorni con metà pastiglia di Levopraid a mezzo giorno e metà la sera. Da ieri sera prendo solo mezza pastiglia.
Il ritorno della libido torna dopo la sospensione completa del Levopraid? Perchè per il momento la mia erezione è ancora scarsa purtroppo.

Cordiali Saluti

Paolo
[#11]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Tornerà tutto normale quando sospenderà del tutto quel farmaco. D' altra parte, era necessario prenderlo. Non voglio e non posso interferire con la terapia dello specialista psichiatra, ma forse un blando antidepressivo le può essere utile.

Prof. alberto tittobello

[#12]
dopo
Utente
Utente
Infatti domani faccio la gastroscopia cosi mi tolgo ogni dubbio su questa nausea maledetta e poi mi sa che lo dovrò prendere. Sto facendo di tutto per non prenderlo, e cerco di accontentarmi dello Xanax 1 mg a rilascio prolungato, ma purtroppo mi sa che non basta.
Prima del covid avevo una vita molto dinamica e viaggiavo in tutto il mondo ogni mese, poi si è bloccato tutto di colpo e sono inchiodato in ufficio.

La terrò aggiornato

Paolo
[#13]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Secondo me un leggero antidepressivo ( prescritto dallo psichiatra ) le potrà servire molto , senza troppi effetti collaterali.

Prof. alberto tittobello

[#14]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dottore.
Fatto ieri la gastroscopia dove si evince solo incontinenza cardiale. Chi mi ha fatto la gastroscopia mi ha consigliato di fare un'ecografia alla cistifellea per verificare che non ci siano dei calcoli in quanto sostiene che i calcoli alla cistifellea non necessariamente causano coliche.
Per tanto tolgo questo ultimo dubbio e poi sicuramente procedo con un blando antidepressivo. A quel punto sarò al 100% sicuro che la nausea è di tipo psicosomatico. Onestamente non credo di avere i calcoli.

Un saluto

Paolo
[#15]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Siamo d' accordo.

Prof. alberto tittobello

[#16]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dottore.
Ho fatto ieri l'ecografia e come presumevo non c'è nulla.
Lo psichiatra a questo punto mi ha consigliato di prendere un antidepressivo che si chiama Zolofot 100 mg per togliere nausea, ansia e brutti pensieri.
Io sono un po' restio a prendere questo tipo di farmaci perchè per me è la prima volta. Lo psichiatra mi ha spiegato che essendo io un po' ipocondriaco, la situazione del covid è stata come una meteora che è caduta improvvissamente su di me e ha accentuato le paure che han creato l'ansia la quale è andata a colpire lo stomaco.

Un saluto cordiale

Paolo
[#17]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Sono perfettamente d ' accordo con il collega. Segua il suo consiglio. Auguri.

Prof. alberto tittobello

[#18]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dott Tittobello.

Ho iniziato a prendere 25 mg di Zoloft per sei giorni e da ieri l'ho portato a 50 mg, ma per ora nulla la nausea viene tendenzialmente nel tardo pomeriggio, mentre l'ansia un po' è migliorata. Mi sale dalla bocca un sapore alcalino disgustoso e poi inizia la nausea e dura parecchie ore.
Volevo chiederLe quanto segue: visto che la gastroscopia ha evidenziato solo incontinenza cardiale e lieve reflusso e l'ecografia è negativa, ci può essere qualche altro organo che mi può causare questa nausea? Non possono magari essere i 2 mesavancol da 1200 mg che assumo ormai da 4 anni oppure l'integratore ECN per la rettocolite? A questo punto le penso tutte.

Un cordiale saluto

Paolo
[#19]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
No, non credo che sia il farmaco che prende per la RCU a provocarle la nausea. Forse ancora la terapia non ha fatto effetto. Deve avere un po' più di pazienza, insista e starà meglio.

Prof. alberto tittobello

[#20]
dopo
Utente
Utente
Quindi la nausea non può dipendere da nessun altro organo visto che la gastroscopia e l'ecografia sono negative?

Grazie Dottore

Paolo
[#21]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Esatto. Per completezza, farei fare un esame delle feci.

Prof. alberto tittobello

[#22]
dopo
Utente
Utente
lo avevo fatto a giugno e la calprotectina e il sangue occulto erano negativi.

Paolo
[#23]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dott Tittobello e buon anno.

Solo per informarLa che finalmente dopo circa un mese che assumo Zoloft da 100 mg la nausea è passata. Sono circa 2 settimane che non c'è più e mi auguro vivamente che se ne stia via.
La depressione/tristezza passò subito dopo 2 settimane che prendevo lo Zoloft a 50 mg.
Nel frattempo sono venuti i ronzii alle orecchie e permangono i tremori interni che non sono minimamente paragonabili alla nausea.
Spero passino piano piano anche loro.

Un cordiale Saluto

Paolo
[#24]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Vede che il farmaco è stato efficace ?. Piano piano regrediranno anche gli altri disturbi. Coraggio.

Prof. alberto tittobello

[#25]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Auguri

Prof. alberto tittobello

[#26]
dopo
Utente
Utente
Meno male perchè è da marzo che durava.
Lo psichiatra mi ha detto che dovrò assumerlo per un anno e poi piano piano si scala perchè altrimenti si rischia di tornare indietro.
Il desiderio sessuale e la conseguente libido sono tornati anche loro 2 settimane fa.
Mi ha consigliato una psicoterapia però voglio aspettare a farla perchè prima del covid la mia ipocondria non mi condizionava la vita. Vivevo una vita assolutamente normale e felice per tanto immagino che quando la situazione del covid passerà, tornerò come prima. Non ho mai avuto bisogno di psichiatri e psicologi in vita mia.
Siccome la situazione del covid mi ha sconvolto la vita in quanto viaggiavo moltissimo per il mondo per lavoro aggiunta all'incertezza della fine di tutto questo e ad un lutto in famiglia, abbiano creato nella mia parte più profonda/non razionale una non accettazione di questa situazione. Anche se io coscientemente accetto la convivenza con il covid, la mia parte più profonda/non razionale non ne vuole sapere.

Grazie e un saluto

Paolo
[#27]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Prof Tittobello,
volevo aggiornaLa un attimo perchè volevo capire meglio alcune cose.
1) A volte sembra che la nausea cerchi di tornare soprattutto verso sera come faceva prima però è molto più sopportabile.
2) Volevo sapere se secondo Lei lo Xanax 1 mg a rilascio prolungato e lo Zoloft 100 mg possono influire sulla mia rettocolite. Non penso, però meglio chiedere.
3) Vorrei poi chiederLe un'altra cosa. A marzo ho avuto una riacutizzazione che è durata 3 o 4 scariche e c'era del sangue che non vedevo da mesi in tarda mattinata. Da quel giorno ho notato che i crampi con la dissenteria che di solito mi venivano 2 o 3 volte all'anno, non mi venivano più alle 4 o 5 di mattina come succedeva sempre, ma da quel giorno noto che possono arrivare o a mezzogiorno o la sera alle 19:00 oppure, come questa mattina, alle 7. Questa mattina mi sono alzato e mi faceva male il colon a sinistra, anche ieri sera schiacciando li sentivo del dolore. Poi questa mattina ho avuto una scarica con feci non formate e l'altra 1 ora dopo al lavoro. Sangue no. Dolore al colon a sinistra passato dopo l'evacuazione o comunque attenuato.
Il fatto che le riacutizzazioni avvengano ora in orari diversi rispetto a prima indicano un peggioramento della malattia o semplicemente il periodo di stress che sto vivendo o il cambio delle mie abitudini. (come sa viaggiavo moltissimo per lavoro) ?
Sebbene avessi avuto la scarica con il sangue a fine marzo, ad aprile quando ho fatto gli esami del sangue e la calprotectina era tutto negativo cosi come a luglio. Come è possibile che la calprotectina controllata a circa 2 settimane dall'evento sia negativa?

Un cordiale saluto

Paolo
[#28]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Lei è troppo pignolo. Non ha alcuna importanza l' ora in cui compaiono certi disturbi : quello che conta è che siano pochi e sopportabili. La calprotectina negativa ci lascia tranquilli. Non abbandoni mai la terapia.

Prof. alberto tittobello

[#29]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dott Tittobello.

Si sono un po' pignolo in questo ultimo periodo, dopo tutto quando non si sta bene si pensa a qualunque causa pur di arrivare a stare bene.
Stia tranquillo che non mollo nessuna terapia, né quella dello psichiatra finchè non me lo dice lui, né tanto meno i 2 mesavancol e l'ECN che prendo ogni giorno.

A presto

Paolo
[#30]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Sì, continui così.

Prof. alberto tittobello

[#31]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dott Tittobello

Ho ritirato questa mattina gli esami di routine che faccio per la rettocolite ulcerosa.
Tutto è negativo tranne la Lipasi che è a 82 (dovrebbe essere tra 13 e 60) e l'Amilasi che è a 103 (dovrebbe essere tra 28 e 100).

Ho notato che la vitamina B 12 è a 744 quando il massimo è 771.

Può essere lo Zoloft da 100 mg e lo Xanax da 1 mg a rilascio prolungato ad aver alzato questi valori o le cause van cercate altrove?

Assumo 2 mesavancol la mattina e 1 ECN il pomeriggio.

Un saluto

Paolo
[#32]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Non dia troppa importanza a quei valori degli esami, che sono - praticamente - ai limiti della norma. Non credo abbiano un significato clinico.

Prof. alberto tittobello

[#33]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dott Tittobello.

Quindi secondo Lei non possono essere i 2 mesavancol da 1200, l'ECN (che assumo ormai da 4 anni) o lo zoloft che invece assumo da 3 mesi?

Le lipasi e le amilasi non son mai salite, per questo mi viene il dubbio che posso essere lo Zoloft.

A novembre effettuai la gastroscopia e l'ecografia addome completo prima di iniziare a prendere l'anti depressivo e non risultò nessun calcolo al pancreas, cistifellea......solo un po' di reflusso.

Un saluto

Paolo
[#34]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dott Tittobello
Ho riferito al mio gastroenterologo gli esami e mi ha consigliato se sono in remissione di sospendere la mesalazina e poi di ripetere gli esami per accertare che non sia il farmaco a creare un po' di intolleranza.

Paolo
[#35]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Tutto può essere ma la mesalazina è un farmaco che praticamente non viene assorbito, quindi è difficile che provochi allergie.

Prof. alberto tittobello

[#36]
dopo
Utente
Utente
se è cosi allora mi sa che è lo zoloft da 100 mg

Per sicurezza li ripeto in settimana senza togliere la mesalazina, poi se sono ancora alti proverò a toglierla e vedere se scendono.

Paolo
[#37]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
D ' accordo.

Prof. alberto tittobello

[#38]
dopo
Utente
Utente
Ho ripetuto gli esami e le lipasi sono ora a 141 e le amilasi a 140.

Che cosa sarà? La mesalazina oppure Zoloft o Xanax a rilascio prolungato da 1 mg?

Paolo
[#39]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Non dia troppa importanza a questi esami. Non sospenda le terapie, che per lei sono necessarie.

Prof. alberto tittobello

[#40]
dopo
Utente
Utente
Per ora il gastroenterologo mi ha detto di sospendere la mesalazina visto che sono in remissione per capire se è lei che mi fa alzare questo parametro. Secondo lui si, perchè lo Zoloft e lo Xanax avrebbero dovuto alzare i trigliceridi.
Questa mattina non l'ho assunta e giovedi prossimo rifarò gli esami per vedere se si sono stabilizzati oppure se continuano a salire.

Con questi valori devo iniziare a preoccuparmi seriamente?

Se effettivamente fosse la mesalazina, in quel caso la si reintroduce dopo un periodo di sospensione?

Grazie

Paolo
[#41]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Vedremo l' esito dei prossimi esami di controllo.

Prof. alberto tittobello

[#42]
dopo
Utente
Utente
ok, se è la mesalazina immagino che tra una settimana dovrebbero essere scesi un minimo.

L'aggiornerò settimana prossima

Grazie mille

Paolo
[#43]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
D ' accordo.

Prof. alberto tittobello

[#44]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Prof Tittobello.
Il mio medico di famiglia mi ha prescritto anche un'ecografia addome completo oltre ai 2 esami del sangue che erano fuori.
Dall'ecografia fatta a novembre non risultava nulla, quella invece fatta oggi dice non c'è nulla a parte quanto segue:
"Fegato di regolari dimensioni e profili con riconoscibilità al VIIs e IIs di due formazioni iperecogene rispettivamente di circa 7,5 e 4,6 mm aspetto compatibile con piccoli angiomi. Tali reperti, se di primo risconto, sono meritevoli di rivalutazione ecografica fra 6 mesi"
Mi sembra strano che a novembre non c'era nulla e adesso si vedono questi 2 angiomi.

Mi devo preoccupare? C'è una relazione con la mia terapia in atto (mesalazina ora sospesa e Zoloft da 100 mg assunto proprio a fine novembre).

La ringrazio e Le farò sapere i livelli di amilasi e lipasi venerdi o settimana prossima

Grazie

Paolo
[#45]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
No, non è strano. Piccoli angiomi si possono formare nel fegato, mentre prima non c ' erano. Come detto, farà un controllo tra sei mesi. I farmaci non c' entrano.

Prof. alberto tittobello

[#46]
dopo
Utente
Utente
A cosa si può andare in contro?
Glielo chiedo perchè la moglie di un amico li tolse perchè crescevano, ma poi se ne rifecero altri e a quel punto fu costretta a fare il trapianto di fegato. Fatto il trapianto, gli è purtroppo venuto un tumore al fegato e dopo poco è deceduta.

Sicuramente non sarà il mio caso.

Vanno controllati ogni anno?

Paolo
[#47]
dopo
Utente
Utente
Buona sera Prof Tittobello.

Ho ritirato gli esami poco fa e le lipasi sono scese a 58 (rangr 13-60) e le amilasi a 98 (range 28-100).
Gli esami son stati fatti dopo solo 6 giorni che avevo sospeso la mesalazina. E' possibile che siano andate giù cosi in fretta? (Beh meglio) Erano rispettivamente a 141 e 140 e la settimana prima ancora a 82 le lipasi e 103 le amilasi.

Oppure come sostiene il mio medico di famiglia potrebbero essere stati i macchinari che eran troppo sensibili e hanno rilevato delle Lipasi inattive? Non so se ho capito giusto.

Un cordiale saluto e buon fine settimana

Paolo
[#48]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Mi scusi, ma è una discussione inutile. le avevo già detto che i valori di quegli esami non hanno un interesse clinico.

Prof. alberto tittobello

[#49]
dopo
Utente
Utente
ok Dottore, però nel momento in cui ho tolto la mesalazina, gli esami da 140 sono tornati nel range. Vedrò il gastroenterologo tra 15 gg. che mi ha detto per ora di tenerla sospesa visto che per ora sto bene. Mi auguro comunque che si possa reintrodurre presto anche se sto bene.

La terrò informato

Paolo
[#50]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
O.K.

Prof. alberto tittobello

[#51]
dopo
Utente
Utente
Le sono per caso capitati pazienti che dopo 5 anni che assumevano 2 compresse di mesavancol gli si sono alzati gli enzimi pancreatici?
Spero che il mio gastroenterologo, mi faccia fare un breve periodo di sospensione e poi me la reintroduca.

Paolo
[#52]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
No, non mi sono mai capitati.

Prof. alberto tittobello

[#53]
dopo
Utente
Utente
ok Dottore, grazie.
Sento cosa mi dice il gastroenterologo tra qualche giorno.
Per ora tutto bene e nessun problema. Sospesa da circa 10 gg.
Crede che si possa reintrodurre dopo un periodo di stop, oppure bisognerà cambiare farmaco?
Se il gastroenterologo me la dovesse reintrodurre, per sicurezza dopo un mese riverificherò le amilasi e le lipasi.

Secondo il mio medico di famiglia si trattava di lipasi inattive, però la cosa strana è che da 82, in una settimana sono andate a 140 e appena ho tolto la mesalazina dopo 6 giorni son scese a 58 (il massimo è 60). E' strano si, però sembrerebbe lei la causa e non lo zoloft.

Grazie

Paolo
[#54]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Sì, è un po' strano, ma in medicina tutto può succedere. Non vi sono farmaci alternativi alla mesalazina.

Prof. alberto tittobello

[#55]
dopo
Utente
Utente
Le farò sapere cosa mi dirà il gastroenterologo.
Magari basta un periodo di sospensione e poi la si reinserisce.

Paolo
[#56]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Certo. O.K.

Prof. alberto tittobello

[#57]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio di cuore come sempre.
Paolo
[#58]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Prego, viva tranquillo.

Prof. alberto tittobello

[#59]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dott Tittobello.

Questa mattina sono andato in Humanitas e ho visto il gastroenterologo per fare il punto della situazione.
In sostanza mi ha detto per ora i 2 mesavancol di lasciarli sospesi visto che è 5 anni che li assumo e sono in remissione in questo momento. Mi ha spiegato che le lipasi e le amilasi possono essere aumentate per un sovraccarico al pancreas dovuto all'aggiunta di zoloft e xanax.
Mi ha detto però di effettuare i soliti esami di routine (sangue + calprotectina) ogni 4 mesi e non più 6 e mi ha detto che sarebbe il caso di fare una colonscopia a fine anno visto che sono 2 anni che non la faccio. Io conterei di farla per la fine dell'anno prossimo.
Mi ha spiegato che la mia rettocolite è lieve e mi ha detto che c'è anche gente che va in remissione per tantissimo tempo e può anche guarire. (sicuramente non è il mio caso). Mi ha detto che è fondamentale adesso mettere a posto "la testa" di modo da poter togliere l'antidepressivo al quanto prima perchè sono giovane etc....e io concordo in pieno.
Gli ho spiegato che la nausea non c'è più, rimangono solo un po' di acufeni e qualche tremore interno a 3 mesi dall'assunzione piena e anche io faccio conto di scalarlo e terminare il tutto entro l'anno visto che lo psichiatra mi ha parlato di un anno di terapia. Il gastroenterologo mi ha detto: " vedrà che quando ricomincerà a viaggiare, passa tutto" e di questo ne son convinto anche io.
Gli ho poi chiesto se per caso è la mesalazina che può avermi fatto venire i 2 angiomi al fegato, ma mi ha detto di no. Gli ho chiesto anche del trapianto del microbiota, ma mi ha detto di lasciar perdere visto che la mia è una cosa lieve. Gli ho anche chiesto , visto che ormai sono in cura da lui da 5 anni, se statisticamente rimarrà li cosi', migliorerà o peggiorerà e lui mi ha detto che non si sa, ma che tenendola d'occhio con gli esami siamo in grado di intervenire tempestivamente.
Adesso stiamo a vedere come va senza mesavancol. E' dal 22 Febbraio che non lo assumo più e per ora tutto normale.

Un cordiale Saluto

Paolo
[#60]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Benissimo. Speriamo che guarisca anche dal suo pessimismo e non pensi ai trapianti .

Prof. alberto tittobello

[#61]
dopo
Utente
Utente
Si Dottore ce la sto mettendo tutta e l'antidepressivo sta facendo il suo lavoro. Mi auguro comunque di andar bene senza mesavancol.
Il trapianto del microbiota lo avevo letto sul giornale e ho chiesto qualche delucidazione visto che non sono un medico; sa quando c'è una novità, uno si illude sempre che hanno trovato una cura definitiva
Ad ogni modo, Lei concorda con quello che dice il mio gastroenterologo? Nel senso, ci può stare come ragionamento?
Ricordo che Lei mi scrisse che la mesalazina è importante e si rischia di dover rifare tutto da capo.

Un cordiale saluto

Paolo
[#62]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Sì, sono d' accordo. Fortunatamente è in fase di remissione. L ' antinfiammatorio andrebbe ripreso subito se ritornassero i disturbi.

Prof. alberto tittobello

[#63]
dopo
Utente
Utente
Ok ho capito.
Ma paradossalmente in questi 5 anni, non avrei potuto assumerlo solo durante le riacutizzazioni e sospenderlo quando stavo bene?

Solo per capire

Grazie

Paolo
[#64]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
No, di solito si segue una minima terapia di mantenimento. Se compare una recidiva importante, bisogna ricominciare da capo.

Prof. alberto tittobello

[#65]
dopo
Utente
Utente
Recidiva importante, Lei intende 2 o 3 scariche con il sangue e il muco?

Saluti

Paolo
[#66]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Esatto.

Prof. alberto tittobello

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test