Utente
Buonasera è da circa un anno che ho questo problema, mi capita molto spesso di produrre feci di forme e consistenza molto strana, alterno giorni/ore di stitichezza o diarrea e alcune volte ho dei crampi che passano subito dopo l’evacuazione.
Ho avuto piccole perdite di sangue in questo anno (circa 3 volte, non ho perdite di sangue da circa 8 mesi) sono state sempre riferite al mio medico che mi ha tranquillizzato dicendomi di avere solamente dei piccoli tagli nell’ano.
Mi è sempre detto di stare tranquillo perché probabilmente il mio problema era causato dall’intestino irritabile.
Mi sono però ricordato di aver fatto degli esami mesi fa e di aver avuto i valori mcv, mch, mchc bassi, anche questi sono stati fatti vedere al mio medico che li ha ritenuti bassi di troppo poco per poter essere preoccupanti (es.
31, 3 su 32 se non ricordo male).
Sono ipocondriaco e credo che riesca a capire le mie preoccupazioni, leggendo su internet purtroppo la mia ansia ha preso il sopravvento e ho paura possa essere qualcosa di grave.
Ho svolto degli esami di recente e spero di poter avere delle rassicurazioni in questo momento di attesa.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Capisco il suo disagio, ma posso garantirle anche io che i suoi esami rientrano nei limiti della norma. Per quanto riguarda il sangue, non so se ha già fatto una visita da uno specialista proctologo.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, grazie per la risposta immediata, ho riguardato ora le analisi notando che nelle ultime svolte i valori di mcv erano a 78.6, quelli di mch a 25.6 e quelli di mchc a 32.5.Ho notato anche di aver avuto dei risultati molto simili 2 anni fa con i valori di mcv solo un po’ più alti e di aver avuto un caso in famiglia di carenza di ferro. Mi conferma non siano preoccupanti?

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, confermo. Controlli anche lei il ferro.
Prof. alberto tittobello