Utente
Gentili Dottori,
vi chiedo cortesemente un consulto sulla mia situazione: maschio, 36 anni, nessuna patologia.


Dopo anni di sintomi legati a urgenza defecatoria accompagnata a dolore intestinale che si risolve in diverse scariche diarroiche giornaliere (liquide, a volte muco) ho eseguito una colonscopia con i seguenti esiti:
indagine endoscopica condotta fino all'ileo terminale esplorato per circa 10 cm con strumento ad alta definizione.

I tratti esplorati presentano mucosa regolare, normale haustratura e distensibilità.

Si eseguono biopsie ileali e coliche random.

Indagine nella norma per lesioni mucose, in particolare non segni di malattia infiammatoria.

Qui esito delle biopsie: mucosa ileale nei limiti di norma; mucosa del grosso intestino sede di lievi infiltrati linfocitari della lamina propria.


In precedenza: esami sangue tutti negativi; sangue per celiachia: negativi; calprotectina: negativa; feci parassiti e coprocoltura: negativi; ecografia addome: negativa, eccetto lieve steatosi fegato.


In attesa della colonscopia, il mio specialista mi consiglia cura contro la SIBO (non accertata da breath test specifico) con Rifaximina 2cp x 3/die per 10 giorni.

Non grandi miglioramenti.


All'ultimo controllo, lo specialista mi prescrive colestiramina (Questran) una bustina al giorno, suddivisa metà a pranzo e metà a cena.

Devo dire che già dopo pochi giorni di utilizzo l'alvo si è regolarizzato; feci sufficientemente solide e una sola evacuazione al giorno la mattina.
Mai dolori come in precedenza.
Parlerei di un grosso miglioramento.


Tuttavia, so che il farmaco non è specifico per una diagnosi di colon irritabile ed ha una serie di effetti collaterali teoricamente importanti.


Vi volevo quindi chiedere per quanto tempo si può protrarre il trattamento con questo dosaggio; se comunque può essere assunto ciclicamente oppure anche "a vita".


Vi ringrazio.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non ha effetti collaterali importanti, ma è meglio assumerla a cicli, quando i disturbi sono maggiori.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Professore per la risposta.
Mi permetto di chiederle, se possibile, alcuni ulteriori chiarimenti.
Indicativamente quanto potrebbe durare un ciclo e la relativa sospensione?
Inoltre, il fatto che il farmaco produca un effetto positivo può significare che soffra di diarrea da sali biliari o più semplicemente agisce come anti diarroico?
Infine, dovrò eseguire come ultimo esame il breath test al lattulosio per la SIBO. Può la SIBO provocare una diarrea da sali biliari?
Le dirò che dopo tre anni di prove, cure, esami, il Questran pare avere effettivamente almeno nel mio caso un reale beneficio.
La ringrazio ancora per la disponibilità.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Ha entrambi gli effetti. Poiché è un prodotto che non viene assorbito, può farne l' uso che vuole.
Prof. alberto tittobello