Intolleranza al lattosio: sintomi continuano nonostante eliminato dalla dieta

Buongiorno dottori, 2 settimane fa ho scoperto tramite test genetico di essere intollerante al lattosio.
Ho così iniziato un percorso dal nutrizionista con una dieta ovviamente priva di alimenti contenenti lattosio.
Purtroppo a distanza di due settimane è migliorato solo il gonfiore e la consistenza delle feci (prima ero sempre gonfio e le feci erano molli e piene d’aria).
Il fatto di aver trascorso (probabilmente) due anni mangiando latticini essendo intollerante, ha provocato non solo problemi organici ma anche una forte ansia legata al cibo: nausea mattutina e inappetenza, borborigmi in pratica mangio solo perché devo mangiare e mai per fame.

Devo dare fiducia alla dieta e questi problemi si risolveranno da soli, oppure l’unica strada per uscirne è un percorso da uno psicologo?
Grazie e spero in un vostro aiuto.
Buona giornata.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 67,3k 2,1k 87
Deve pian piano adattarsi alla nuova situazione alimentare senza lattosio. Tenga comunque conto che può ancora consumare tale zucchero assumendo prima dei pasti un integratore con enzima lattasi

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore anticipatamente per la risposta. Prendo già Metadigest Lacto prima dei pasti. Il mio dubbio è se la sintomatologia che avevo ovviamente prima di sapere dell’intolleranza, e che purtroppo persiste, si risolverà con la dieta detossificante attuale o meno tenendo sempre conto del leggero stato ansioso che mi hanno provocato i sintomi quando non sapevo di essere intollerante.

Tutto su dieta e benessere: educazione alimentare, buone e cattive abitudini, alimenti e integratori, diete per dimagrire, stare meglio e vivere più a lungo.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test