Utente 153XXX
Gentilissimi Dottori,
ho 42 anni ed ho scoperto di essere affetto da sindrome di Klinefelter.
Ho letto molto circa questa malattia e sono arrivato alla conclusione che sono un soggetto fortunato perchè non ho mai riscontrato molte delle problematiche legate alla malattia tipo: difficoltà di dialogo, di parola, scatti di rabbia, repentino cambiamento di umore e cosi via. Ho sicuramente poca peluria sul corpo, i testicoli molto ridotti (2 cm circa) e un po di difficoltà nell'erezione o meglio nel prolungamento dell'erezione, ma per il resto sono una persona normalissima. Vi scrivo però perchè nonostante sono affetto da Klinefelter vorrei sapere se veramente non posso avere figli. Per cominciare nel 2007 dopo vari tentativi di avere un figlio con mia moglie ho deciso di fare dei test, così ho cominciato a maggio del 2007 con l'esame del liquido seminale ripetuto ben 2 volte e sempre con lo stesso esito: AZOSPERMIA. Poi ho effettuato un esame biochimico del liquido seminale ed è risultato con valori nella media ad eccezione del FSH Siero il cui valore era di 23,10 sulla media di 1-12. Ho fatto una ecografia testicolare ed è risultato testicoli di dimensioni ridotte di cui il sinistro atrofizzato. Subito dopo ho eseguito l'esame su sangue periferico e li è uscito CARIOTIPO 47,XXY. A settembre 2007 su consiglio medico e come ultima speranza mi hanno convinto a fare una BIOPSIA TESTICOLARE in modo che se fosse stata positiva si poteva provvedere alla fecondazione assistita. L'operazione durata piu di 2 ore oltre che dolorosa è stata inutile. Mi hanno fatto una MICROTERE BILATERALE e successivamente all'operazione hanno continuato con l'esame istologico ma non hanno trovato cellule attive per la coltivazione in vitro. A detta dei medici io non avrei NESSUNA possibilità di procreare. Nel frattempo mi sono separato ed ora con la mia nuova compagna faccio l'amore senza precauzioni (tanto sono sterile) ma per ben 3 volte è successo che la mia compagna ha avuto gli stessi sintomi di una gravidanza. Abbiamo fatto i test e sono risultati sempre positivi ma dopo circa un mese arrivavano le mestruazioni. Ora è passato più di un mese, lei ha i sintomi di una donna incinta (test positivo + visita dal ginecologo che ha confermato la gravidanza), nausee e a volte piccoli dolori addominali. Stiamo aspettando il ritorno del nostro ginecologo per avere una maggiore certezza. A questo punto vorrei chiedervi se vi sono MAI CAPITATI casi come il mio dove un soggetto maschio completamente STERILE (provato da esami e operazione) riesce a fecondare. Naturalmente la notizia di una possibile gravidanza è per me una gioia immensa ma non voglio illudermi di qualcosa che non potrà mai accadere, per questo vi chiedo se ci sono casi simili al mio. Speranzoso di una vostra risposta vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poichè la sua domanda è molto precisa >>A questo punto vorrei chiedervi se vi sono MAI CAPITATI ........>>
in attesa di una risposta in questa area sarebbe il caso con il copia-incolla di ripostare anche in specialità
ANDROLOGIA.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com