Utente 367XXX
Buona sera dottore,
Ho ritirato oggi il citogenetico sul materiale abortivo( aborto interno a dieci settimane).
Vorrei chiedere gentilmente quanto segue in base al referto che dice:analisi eseguita si preparato diretto 7 metafasi e su cultura 8 metafasi da 2 colture indipendenti.in tutte le metafasi analizzate è stato osservato un cariotipo femminile triploide 69xxx.si consiglia colloquio con genetista.vorrei chiedere:
La dicitura cariotipo femminile significa che era una femmina per caso?cosa significa 69xxx? Se La gravidanza fosse andata a buon fine che problemi avrebbe avuto mio figlio? Inoltre visto che c'è scritto di parlare con un genetista questo significa che c'è qualche esame da fare da parte mio e di mio marito?
Grazie mille per la disponibilità.

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Le triploidie sono anomalie genetiche consistenti un cellule che invece che possedere i 46 cromosomi della specie umana normale, hanno nel nucleo 69 cromosomi. L'anomalia può essere dovuta ad un gamete maschile (spermatozoo) o femminile (ovocita) in cui non si è verificata la meiosi (meccanismo biologico con cui il numero dei cromosomi tipico di quella specie si dimezza per ricostituire il numero completo normale al momento della fecondazione) . In questo caso un gamete con 46 cromosomi ne ha fecondato un altro con 23, ragion per cui la fusione dei due nuclei ha dato come numero totale dei cromosomi 69 anzichè 46.
Le triploidie sono anomalie genetiche incompatibili con la sopravvivenza dell'embrione/feto. Si associano, inoltre a placentosi, ovvero alla presenza di tessuto trofoblastico o placentare sovrabbondante, spesso con degenerazioni di tipo molare dei villi ancoranti di primo o di secondo ordine.
In questi casi è bene effettuare un cariotipo su linfociti del sangue periferico dei due genitori per avere informazioni su eventuali anomalie cromosomiche "residenti" in uno o entrambi. In caso di assenza di anomalie (caso peraltro più frequente) si catalogherà la passata triploidia quale anomalia "sporadica" il cui rischio di ricorrenza, in gravidanze successive è bassissimo.


Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 367XXX

Ok grazie mille

[#3] dopo  
Utente 367XXX

Egregio dottore,
Come da Lei sopra accennato la triplodia xxx69 era associata ad una mola parziale.sto monitorando le beta che sono ormai ferme a 4.fino a maggio il ginecolo dice di tenerle controllate.mi chiedo a questo punto:se a maggio non arrivano a 0 sarà impossibile per me cercare una nuova gravidanza? Dovrò ancora aspettare?

[#4] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Il valore delle BetaHCG AL DI FUORI DI UNA GRAVIDANZA varia da 0 a 5 o da 0 a 10 a seconda dei vari Laboratori. Il valore, quindi, da Lei riportato è NEGATIVO già ora.
L'attesa fino a Maggio, forse è da relazionare a 6 mesi di prescrizione di assenza di gravidanza??
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#5] dopo  
Utente 367XXX

Grazie per la risposta.avendo avuto l'aborto a dicembre, il ginecologo, appunto saltata fuori la storia della mola parziale mi diceva di tenere le beta monitorate fino a maggio anche se negative e poi se vogliamo possiamo riprovarci.
Lei cosa ne pensa? Ne approfitto per farle un'altra domanda.da quando sono rimasta incinta avverto fastidi e bruciori vaginali anche dopo il raschiamento.ho fatto due tamponi cervicali e due vaginali ma emerso solo scarsi lattobacilli,flora batterica assente,rare cellule epiteliali e rari leucociti.ph 3,8 va bene?sto usando comunque il normogin e sto facendo cura per flora batterica intestinale.

[#6] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sarebbe il caso di utilizzare un composto naturale fatto da yoghurt magro bianco, stemperato in acqua (1 vasetto in 200 cc di acqua corrente con aggiunta di 2 cucchiaini di succo di limone od aceto bianco), raccolto con una siringa senz'ago ed iniettato in vagina metà in mattinata e metà in serata per 4 o 5 giorni.


Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente 367XXX

Ultima domanda e non scoccio più.come mai da dopo il raschiamento non riesco più a riconoscere l'ovulazione? Non vedo neanche muco fertile che prima per me era evidente e mi ha permesso di rimanere incinta al primo tentativo.

[#8] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Spesso i primi cicli dopo una gravidanza, indipendentemente da come sia terminata, sono senza ovulazione.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli