Utente 149XXX
Gentilissimi dottori,
sono una donna di 40 anni con un grande desiderio di maternità. Negli ultimi anni ho dato priorità al lavoro e alla carriera, trascurando i desideri personali.
Oggi, con notevole ritardo, vorrei recuperare il mio sogno di sempre, quello cioè di avere un figlio, e cercare di realizzarlo.
Il desiderio ritrovato, in realtà, nasce lo scorso novembre da una gravidanza non cercata, che ha invertito l'ordine delle priorità nella mia vita. Purtroppo quella gravidanza non è andata a buon fine: la quinta settimana, infatti, ha avuto un aborto spontaneo, per il quale fortunatamente non c’è stata necessità di raschiamento. Segnalo che, non essendo a conoscenza dello stato di gravidanza, la quarta settimana ho fatto una mammografia: non se se questa può aver inciso sull'evoluzione negativa della gravidanza.
Da allora, nella speranza di una nuova gravidanza, assumo regolarmente acido folico.
Nei mesi successivi ho costantemente monitorato la temperatura basale, il cui grafico parrebbe indicativo di cicli ovulatori (confermati, peraltro, dagli appositi stick).
A gennaio, dall’urinocoltura, ho riscontrato un’infezione da escherichia coli, curata con un ciclo di antibiotici (ciproxin 500, due cps al giorno per 6 giorni). Sono in attesa dei risultati del pap test per avere ulteriori notizie).
Il quesito che rivolgo a voi specialisti, è un po’ articolato. In particolare chiedo:
1) un’infezione batterica può influire sull’ovulazione e sul concepimento? Il grafico della temperatura basale di questo mese, infatti, è il primo un po’ meno chiaro di tutti i mesi precedenti (da maggio 2009) e non mostra distintamente un aumento nella seconda metà del ciclo. Inoltre, il monitoraggio dell’ovulazione con gli stick ha dato esito positivo soltanto un giorno, rispetto ai due soliti. Il 20° giorno di questo ciclo ho fatto il controllo del progesterone, il cui valore è risultato 5,8 (rif. fase luteinica: 0,27 - 17,8).
2) ho fatto una ecografia transvaginale a gennaio il 5° giorno del ciclo e la ginecologa ha rilevato 6 follicoli a dx e 7 a sx: considerata l’età, il dato può essere indicativo di una riserva ovarica sufficiente per la sperata gravidanza?
3) il 2° giorno dell’ultimo ciclo (febbraio 2010) ho fatto il controllo dei seguenti valori ormonali:
- FSH 8,5(rif. fase follicolare: 2,8 - 11,3)
- ESTRADIOLO 51(rif. fase follicolare: < 270)
- PROLATTINA 13.9 (rif. 4,6 - 37)
I risultati sono positivi? Lasciano sperare in una possibilità di gravidanza?

Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta e pubblicamente mi congratulo con tutti voi per la professionalità e la cortesia dimostrate in questo servizio.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
1- no, quella da lei descritta e' molto frequente e non e' causa di particolari problemi
2- si, vi sono follicoli attivi
3- sono nella norma, bisognerebbe valutare anche il progesterone intorno al 21 giorno
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente 149XXX

Grazie della risposta, dottore.
Il valore del progesterone il 20° giorno dell'ultimo ciclo (iniziato il 3 febbraio) è 5,8 (rif. fase luteinica: 0,27 - 17,8).
Ritiene che sia un valore nella norma?
In realtà, proprio in questo ciclo il grafico della temperatura basale non distingue nettamente un aumento post-ovulazione e lo stick è risultato positivo - evidenziando il picco dell' LH - soltanto un giorno (il 13°).
Avendo avuto un rapporto mirato proprio quello stesso giorno (il 13°) e il 22°, io e il mio compagno possiamo sperare in una gravidanza?

La ringrazio ancora e la saluto.



[#3] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il valore e' nella norma. Il rapporto e' stato mirato, c'e' speranza, ma in caso negativo consiglierei di avere rapporti nei 3 gg consecutivi alla positività dello stick
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente 149XXX

Grazie!
Nei prossimi giorni certamente l'aggiornerò, dal momento che il prossimo ciclo è previsto per il 3 marzo. Ovviamente spero che non arrivi, ma non avendo alcun segnale fisico che mi faccia pensare ad una nuova gravidanza (a parte la tensione al seno tipica del periodo), non sono particolarmente ottimista. Credo piuttosto che dovrò attendere la prossima ovulazione, seguire i suoi consigli e attendere fiduciosa impedendo all'ansia di prendere il sopravento...

La ringrazio molto e le auguro una serena domenica.

[#5] dopo  
Utente 149XXX

Puntuale come un orologio svizzero (in verità, perfino in anticipo di un giorno!)... ieri il ciclo è arrivato!
Beh, per fortuna questa volta non è stata una delusione dal momento che, non avendo segnali particolari, non mi ero illusa. Speriamo nella prossima occasione!
Intanto ho ritirato gli esiti del pap test, che le riporto per un suo parere: "dal prelievo effettuato in esocervice ed endocervice cytobrush emerge fisiologica flora bastoncellare breve e/o coccacea - referto nella norma".
Da profana, direi che posso stare tranquilla, ma se fosse lei a confermarlo lo sarei ancor di più!
Secondo lei, l'esito di questo pap test è utile come verifica dell'esito della cura antibiotica per l'infezione da escherichia coli o è meglio ripetere l'urinocultura tra una decina di giorni?

Grazie, cari saluti.


[#6] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il pap test e' nella norma. Il problema urinario e' differente quindi conviene ripetere l'urinocoltura
saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#7] dopo  
Utente 149XXX

Ripeterò l'urinocultura e le farò sapere.
Saluti, buona giornata

[#8] dopo  
Utente 149XXX

L'urinocoltura è negativa, evidentemente la cura è stata efficace.
Purtroppo, però, anche questo mese il ciclo è arrivato puntualissimo, nonostante i rapporti al 12° e 15° giorno.
Non le nascondo, dottore, che i rapporti mirati cominciano ad essere fonte di ansia e, per certi aspetti, affievoliscono la magia di quei momenti di amore e di intimità.
Se non avessi timore del tempo che passa e dell'età che inesorabilmente avanza, forse sarei più serena e lascerei libera la natura di fare il suo corso. Ma non è facile dominare la mente...

Le auguro di cuore di trascorrere una serena Pasqua con le persone più care.

[#9] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Continui a provare mirando nei gg fertili senza pensarci troppo, qualcosa potrebbe succedere se si rilassa
Auguri anche a lei!
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#10] dopo  
Utente 149XXX

Grazie di cuore degli auguri, dottore!
Le scrivo ancora per avere un suo parere sull'esito degli esami che ho fatto di recente per avere un quadro più aggiornato del mio stato di salute. In particolare, a parte il colesterolo alto che non è per me una sorpresa (c'è infatti una componente di familiarità), altri valori sono risultati fuori norma e contrassegnati da asterisco.
Le riporto di seguito tutti i dati, così può avere una visione d'insieme (un'altra parte di esiti li ritirerò nei prossimi giorni e glieli invierò).

• Glicemia basale -> 89 (70 – 110)
• Urea -> 34 (10 – 50)
• Creatininemia -> 1,00 (0,50 – 1,30)
• Colesterolemia -> 237 (50 – 220) *
• Colesterolo HDL -> 59 (45 – 80)
• Trigliceridemia -> 75 (25 – 180)
• Aspartato transaminasi -> 13 (10 – 31)
• Alanina transaminasi -> 6 (5 – 31)
• Gammaglutammiltranspeptidasi -> 12 (5 – 38)
• Transferrina -> 264 (200 – 360)
• Tasso di protrombina -> 101 (70 – 130)
• PT-INR -> 1,00 (0,88 – 1,25)
• Tempo di tromboplastina parziale -> 33,4 (30,0 – 45,0)
• Fibrinogeno -> 379 (200 – 400)
• Antitrombina III -> 79 (80 – 120) *
• Proteina C reattiva -> 1,70 (0,00 – 0,50) *
• VDRL -> NEGATIVO
• TPHA -> NEGATIVO
• Vitamina B12 -> 310 (150 – 982)
• HBsAh -> NEGATIVO
• Anti HBc -> NEGATIVO
• Anti HIV1/HIV2 (EIA) -> NEGATIVO
• Anti-HCV (EIA) -> NEGATIVO
• Sideremia -> 34 (40 – 145) *

• REFERTO EMATOLOGICO:
- Globuli bianchi -> 3,63 (4,50 – 11,00) *
- Globuli rossi -> 3,83 (4,00 – 5,50) *
- Emoglobina –> 11,3 (12,0 – 16,5) *
- Ematocrito -> 35,3 (37,0 – 48,0) *
- Volume globulare -> 92,2 (80,0 – 99,0)
- MCH -> 30,3 (27,0 – 32,0)
- MCHC -> 32,9 (32,0 – 38,0)
- Piastrine -> 213 (150 – 450)
- RDW-SD -> 43,1 (37,0 – 54,0)
- RDW-CV -> 12,9 (11,0 – 14,0)
- PWD -> 12,8 ( 9,9 – 15,7)
- MPV -> 10 (7 – 12)
- P-LCR -> 31 (13 – 43)
- Neutrofili -> 63,6 %
- Linfociti -> 29,2 %
- Monoliti -> 5,5 %
- Eosinofili -> 1,4 %
- Basofili -> 0,3 %
- Neutrofili -> 2,31 (1,80 – 7,70)
- Linfociti -> 1,06 (1,00 – 4,80)
- Monociti -> 0,20 (0,08 – 0,80)
- Eosinofili -> 0,05 (0,00 – 0,45)
- Basofili -> 0,01 (0,00 – 0,25)

• Ferritina -> 17,0 (5,0 – 148,0)

• REFERTO toxoplasmosi:
- IgG Anti-Toxoplasma (EIA) -> 0,00 (< 8 neg. anticorpale)

• REFERTO citomegalovirus:
- IgG Anti-CMV (ELFA) -> 71 (< 4 neg. anticorpale; >=4 <6 pos. dubbia; >=6 pos. anticorpale)
- IgM Anti-CMV (ELFA) -> 0,050 (>= 7 <6 pos. dubbio; >= 9 positivo)

• TSH -> 1,360 (0,400 – 4,000)
• F-T3 -> 3,29 (2,77 – 5,27)
• F-T4 -> 1,12 (0,89 – 1,76)

Le evidenzio che ho effettuato il prelievo il secondo giorno del ciclo: è possibile che questo abbia influito sui valori anomali?
Mi consiglia di ripetere gli esami anomali tra un po' di tempo?

Grazie per la disponibilità, un caro saluto.

[#11] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Presenta un lieve stato anemico, ha avuto il citomegalovirus, ma non la toxoplasmosi (quindi dovrà stare attenta all'alimentazione quando rimarrà incinta.
La pcr lievemente aumentata puo' dipendere da vari fattori (infiammazione?)
Il ciclo non influenza i valori ( ripeta tra qualche mese quelli fuori norma)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#12] dopo  
Utente 149XXX

Gentile dottore,
come mi ha suggerito, a distanza di tempo ho ripetuto gli esami lontano dal ciclo per una verifica dei valori. I risultati sono questi:
• EMOCROMO CON FORMULA:
- Leucociti -> 7,14 (4,50 – 11,00)
- Eritrociti -> 3,96 (4,00 – 5,00) *
- Emoglobina –> 12,4 (12,0 – 15,5)
- Ematocrito -> 36,5 (35,0 – 47,0)
- MCV-> 92,3 (80,0 – 100,0)
- MCH -> 31,3 (27,0 – 31,0) *
- MCHC -> 33,9 (33,0 – 37,0)
- Piastrine -> 195 (150 – 450)
- RDW -> 12,4 (11,0 – 15,0)
- PWD -> 16,8 ( 15,0 – 65,0)
- PCT -> 0,14 (0,12 – 0,36)
- MPV -> 7,3 (7,2 – 11,1)
- Neutrofili -> 70,1 % (40,0 – 74,0)
- Linfociti -> 21,9 % (19,0 – 48,0)
- Monociti -> 6,6 % (3,4 – 9,0)
- Eosinofili -> 1,0 % (0,0 – 7,0)
- Basofili -> 0,4 % (0,0 – 1,5)
- Neutrofili -> 5,1 (1,90 – 8,0)
- Linfociti -> 1,57 (0,90 – 5,20)
- Monociti -> 0,47 (0,16 – 1,00)
- Eosinofili -> 0,07 (0,00 – 0,80)
- Basofili -> 0,03 (0,00 – 0,20)
• VELOCITA’ DI ERITROSEDIMENTAZIONE: -> 15 (1 – 15)
• EMOGLOBINA A2: -> Frazioni emoglobiniche nei limiti di norma; tuttavia necessario ripetere l’esame dopo completa correzione del deficit marziale esistente
• ANTITROMBINA: -> 86 % (80 – 120)
• POTASSIO: -> 3,84 (3,50 – 5,00)
• CALCIO TOTALE: -> 2,29 (2,10 – 2,55)
• MAGNESIO: -> 1,02 (0,74 – 0,95) *
• FERRO: -> 56 (25 – 160)
• FERRITINA: -> 9 (30,0 – 180,0) *
• PROTEINA C REATTIVA: -> 0,03 (< 0,80)
• ACIDO FOLICO: -> 15,00 (2,5 – 17,5)
• RAME: -> 0,99 (0,70 – 1,40)

Il prelievo relativo a questi esami l'ho fatto il 19 aprile; da allora il medico di base mi ha prescritto una cura con Ferrograd, supportata da vitamina B12 e vitamina C. Prima di verificarne l'efficacia, mi farebbe piacere ricevere un suo parere su questo ultimi esiti.

La mia preocupazione più grande, però, è relativa al seguente esito di un tampone vaginale:
- DIFTEROIDI -> negativo
- LATTOBACILLI -> negativo
- MICETI: CANDIDA spp -> negativo
- TRICHOMONAS VAGINALIS -> negativo
- STREPTOCOCCUS AGALACTIAE -> negativo
- GARDNERELLA VAGINALIS -> negativo
- ALTRI MISCORGANISMI -> nessuna crescita
- RIC. CLAMYDYA SECR. VAGINALE -> negativo
- RIC. MYCOPLASMA VAGINALE -> conta batterica 10000/ml
- UREAPLASMA UREALYTICUM -> positivo
ANTIBIOGRAMMA MIC:Azitromicina, Ciprofloxacina, Claritromicina, Doxiciclina, Eritromicina, Josamicina, Ofloxacina, Pristinamicina, Taìetraciclina -> sensibile
- MYCOPLASMA HOMINIS -> negativo

L'Ureaplasma urealyticum è facilmente debellabile con uno degli antibiotici indicati? Ne esiste uno che può essere preso anche in gravidanza (nella speranza, cioè, che questo mese i tentativi mirati della settimana scorsa siano andati a buon fine)?
Se questo batterio era presente già alla prima gravidanza, può essere stato la causa dell'aborto?
I tentitavi di rimanere incinta in questi ultimi mesi possono essere stati vanificati dal batterio?

Sono veramente in ansia, perciò le domande sono tante: nel frattempo ho compiuto 41 anni e il tempo che passa diventa sempre più una spada di Damocle...
Dottore, la prego, può darmi qualche notizia rassicurante e qualche consiglio utile?

La ringrazio, come sempre...

[#13] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le analisi del sangue evidenziano un lieve stato anemico, quindi deve eseguire la terapia prescritta a base di ferro.
La terapia antibiotica consigliata per ureaplasma e' doxiciclina, ma sarebbe da evitare in gravidanza. Il germe in causa puo' determinare difficoltà al concepimento.
Consiglierei di tentare di debellare l'ureaplasma con una terapia per 12gg con il farmaco indicato, quindi fare un controllo e riprovare con la gravidanza
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#14] dopo  
Utente 149XXX

Ieri sera ho sentito telefonicamente il mio ginecologo e, anche in considerazione dei rapporti mirati della scorsa settimana, mi ha detto di fare una cura con Macladin 500 RM (claritromicina) - 1 cps al giorno per una settimana - per poi ripetere il tampone vaginale dopo 20 giorni.

Per iniziare la cura il prima possibile, ho seguito il suo consiglio e ho preso la prima pillola ieri sera.

Lei ritiene che l'antibiotico prescritto è ugualmente efficace rispetto alla doxicillina? Sono sufficienti 7 giorni o è meglio proseguire qualche giorno in più?
Secondo lei, anche il mio compagno deve fare la stessa mia cura?

Grazie infinite, dottore!

[#15] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il farmaco prescritto e' tra quelli verso cui l'ureaplasma e' sensibile. Dovrebbe eseguire un tampone uretrale anche il partner, per estrema sicurezza
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#16] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dottore,
è più di un mese che non le scrivo. In questo periodo sono accadute così tante cose, che non ho avuto neppure il tempo di accendere il computer…
Provo a riassumerle brevemente tutto, sperando di avere da lei consigli utili e buone notizie.

A maggio sia io che il mio compagno abbiamo fatto la cura antibiotica per curare l’ureaplasma (Macladin 500 RM – io per 10 giorni, lui per 7). A fine mese scopro, con nostra enorme felicità, di essere incinta. Purtroppo, però, anche questa seconda volta il sogno si è interrotto alla 5^ settimana di gravidanza con un aborto spontaneo che, come il precedente a novembre, non ha richiesto il raschiamento.

Per vedere realizzato il nostro sogno senza lasciar passare altri mesi invano, i primi di giugno ho fatto una leggera stimolazione ormonale (Puregon 75 UI per 6 giorni + Ovitrelle); dopo l’ovulazione ho iniziato a prendere Progeffik 200 per via vaginale, che sto ancora prendendo in attesa degli esiti del test di gravidanza. Non so perché, ma questa volta non sono ottimista, nonostante i "bellissimi" follicoli visti con l'ecografia: negli ultimi due/tre giorni, infatti, il seno è ritornato “normale” dopo un periodo di evidente tensione, dovuta probabilmente all’uso di ormoni.

La cosa che mi preoccupa di più, è di nuovo l’esito del tampone vaginale che ho rifatto per verificare se la cura antibiotica fosse stata efficace. Ebbene, non solo il batterio dell’ureaplasma è ancora presente (peraltro con conta batterica >10.000/ml, rispetto alla volta precedente in cui era =10.000/ml), ma in più è ricomparsa pure l’escherichia coli!
Gli antibiogrammi sono i seguenti:
ESCHERICHIA COLI:
• Amikacina -> sensibile (MIC 4)
• Amoxicillina + AC. -> sensibile (MIC <=2)
• Ampicillina -> sensibile (MIC <=2)
• Cefotaxime -> sensibile (MIC <=1)
• Ceftazidime -> sensibile (MIC 8)
• Cifloproxacina -> sensibile (MIC <= 0.25)
• Gentamicina -> sensibile (MIC <=1)
• Nitrofurantoina -> sensibile (MIC <=16)
• Piperacillina -> sensibile (MIC <= 0.5)
• Tobramicina -> sensibile (MIC <= 1)
• Trimetoprim/sulfa -> sensibile (MIC <= 20)

UREAPLASMA:
• Azitromicina -> sensibile
• Cifloproxacina -> resistente
• Claritromicina -> sensibile
• Eritrominica -> sensibile
• Josamicina -> sensibile
• Ofloxacina -> intermedio
• Pristinamicina -> sensibile
• Tetraciclina -> sensibile

Ho notato che gli antibiogrammi dei due batteri hanno in comune soltanto la Ciprofloxacina, alla quale però solo l’escherichia coli è sensibile, mentre l’ureaplasma è resistente.
Ho sentito soltanto telefonicamente il mio ginecologo, che mi ha detto di attendere l’esito del test di gravidanza prima di iniziare qualsiasi cura.

Nel frattempo sono davvero molto in ansia e le chiedo, se possibile, di darmi qualche consiglio utile.

Secondo lei due aborti sono un segnale negativo? E’ possibile che siano stati causati entrambi dall’ureaplasma?
Come è possibile che la cura antibiotica abbia aggravato la situazione? Dovrò prendere due antibiotici diversi per curare i due batteri? In questo modo non corro il rischio di peggiorare ulteriormente?
E’ vero che se non riuscirò a debellare le infezioni non riuscirò ad avere un figlio?

La prego, dottore, mi dia qualche suggerimento utile e, soprattutto, un po’ di speranza…

La ringrazio infinitamente e le auguro una serena giornata.

[#17] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sicuramente conviene aspettare l'esito del test di gravidanza prima di iniziare una terapia.
Quindi converrà attenersi agli antibiogrammi per la cura delle infezioni.
Ritengo che una volta negativizzato il tampone possa esservi speranza.
Dovrebbe aver eseguito anche lo screening per mutazioni genetiche e fattori coagulativi che possono aver avuto un ruolo negli aborti precedenti, oltre ad una isteroscopia diagnostica (non ricordo se li aveva eseguiti in precedenza)
Riporti eventualmente gli esiti e se ci fossero novità
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#18] dopo  
Utente 149XXX

Oggi, come sentivo, è arrivato il ciclo: il test di gravidanza non l'ho neppure fatto...
Il medico mi ha prescritto la cura antibiotica per l'ureaplasma(Bassado x 12 giorni)da fare subito; per non abbattere tutte le difese immunitarie, potrò iniziare la cura dell'escherichia coli (Ciproxin 500 a rilascio modificato x 3 giorni) dopo qualche giorno che avrò terminato la prima.
Cosa ne pensa? La terapia è quella giusta e può essere efficace? Nel frattempo prenderò fermenti lattici (Puraflor e Dicoflor Elle), vitamine (Multicentrum) e lavande vaginali (Neogyn) per contrastare gli effetti negativi degli antibiotici.

Quanto ai suoi consigli (per i quali la ringrazio con tutto il cuore), le chiedo se lo screening per mutazioni genetiche consiste nel cariotipo: se è così, questo esame l'ho fatto ed è tutto nella norma, altrimenti non credo di averlo mai fatto.
Anche l'esame dei fattori coagulativi non so cos'è: magari è tra i diversi esami del sange che ho fatto nei mesi scorsi. Se mi dà qualche informazione in più, posso verificare tra i documenti se è presente, oppure farmelo prescrivere.
Non ho mai fatto un'isteroscopia: serve per verificare la pervietà delle tube, vero? Se è così, durante una visita in un centro di riproduzione assistita mi hanno fatto una prova di transfer e hanno detto che le tube erano apposto.

La ringrazio ancora per la sua attenzione e per i suoi preziosi consigli.


[#19] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La terapia prescritta e' quella da me indicata in replica 13, quindi e' corretta.
Riguardo agli esami per mutazioni genetiche, non riguardano solo il cariotipo ma ad esempio mutazione mthfr ed altre che il suo ginecologo saprà indicarle oltre a quelle specifiche per i fattori di coagulazione (che a quanto pare non ha eseguito)
L'isteroscopia serve a vedere l'interno della cavità uterina se vi sono ostacoli all'annidamento o fattori responsabili degli aborti. L'indagine per le tube invece e' l'isterosalpingografia
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#20] dopo  
Utente 149XXX

Ho riguardato gli esiti di tutti gli esami fatti nei mesi precedenti e ne ho trovato alcuni che credo si riferiscano ai fattori di coagulazione. Le riporto gli esiti:
* TASSO DI PROTROMBINA -> 101 [70-130]
* PT-INR -> 1,00 [0,88-1,25]
* TEMPO DI PROTROMBINA PARZIALE: -> 33,4 [30,0-45,0]
* ANTITROMBINA III -> 80 [80-120]

Sono forse questi gli esami ai quali faceva riferimento?

Per quanto riguarda l'isteroscopia, ne parlerò con il ginecologo al rientro dalle vacanze. Intanto le chiedo se questo esame può essere fatto con l'infezione da ureaplasma in atto oppure è preferibile attendere l'esito positivo della terapia antibiotica e il conseguente tampone negativo.

Un'ultima domanda: l'altro ieri, quando il ginecologo mi ha prescritto la cura antibiotica, gli ho chiesto se, una volta che io e il mio compagno l'avessimo terminata, avremmo potuto subito riprovare a cercare una gravidanza con rapporti mirati. La sua risposta è stata: "assolutamente sì, dovete riprovare!".
La prossima ovulazione dovrebbe essere tre o quattro giorni dopo la fine della terapia: anche secondo lei possiamo riprovare senza problemi senza fare prima un tampone di verifica?

La ringrazio ancora e le chiedo scusa per gli errori sulle tipologie di esame... la medicina non è proprio il mio campo!

Un caro saluto

[#21] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gli esami per la coagulazione sono piu' specifici (fattore di Leyden ...)
Per l'isteroscopia conviene attendere la risoluzione dell'infezione
Puo' provare subito a tentare una gravidanza
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#22] dopo  
Utente 149XXX

Non so se riuscirò a fare gli esami per i fattori della coagulazione prima delle vacanze: me li farò prescrivere e li farò appena possibile.

Intanto stamattina (3° giorno del ciclo) ho fatto il prelievo per conoscere i valori dell'Inibina B e dell'Ormone Antimulleriano (AMH), che mi aveva già prescritto il ginecologo: gli esiti, però, saranno disponibili soltanto il 2 agosto!

Per l'isteroscopia attenderò gli esiti del prossimo tampone vaginale, sperando che sia finalmente negativo.

A tutti questi "impegni", aggiungerò anche i rapporti mirati nella settimana della prossima ovulazione: cercherò di vivere quei momenti con la massima spontaneità, pensando soltanto (per quanto possibile) a dare tutto l'amore che provo al mio compagno e a ricevere tutto il suo, allontanando dalla mente il desiderio infinito che abbiamo di un avere un figlio...

La ringrazio di tutto e, se me lo permette, le lascio un sincero abbraccio.

[#23] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gent.sig.ra, il suo atteggiamento positivo credo che presto darà i suoi frutti. La spontaneità nel gestire la situazione l'aiuterà a realizzare il suo sogno.
Riporti l'esito degli esami quando ne sarà in possesso e con l'occasione le invio cordiali saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#24] dopo  
Utente 149XXX

Continuerò certamente a tenerla aggiornata: grazie per le sue parole di speranza e per la sua disponibilità.

Un caro saluto

[#25] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dottor Sergio,
vorrei chiederle se è possibile prendere due antibiotici diversi nella stessa giornata.
Come sa, sto curando l'infezione dell'ureaplasma con in Bassado e dovrei curare l'escherichia coli con il Ciproxin.
Secondo lei, negli ultimi tre gioni di cura con il Bassado (che prendo la sera a cena) posso prendere anche il Ciproxin , magari la mattina a colazione? Ci sono controindicazioni e/o possibili interazioni tra i due tipi diversi di antibiotico?

Se fosse possibile terminare prima la cura, eviterei di prendere farmaci durante la settimana dell'ovulazione e dei rapporti mirati.

La ringrazio anticipatamente per la risposta e le auguro una serena giornata.

[#26] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non vi sono particolari interazioni tra i due antibiotici, ma sarebbe meglio evitare un "bombardamento" per l'organismo, se non strettamente necessario (consideri il caldo e relativo rischio di alterare la flora intestinale e vaginale)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#27] dopo  
Utente 149XXX

Grazie, eviterò di... "bombardarmi"!

Un caro saluto, buona domenica

[#28] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dott. Sergio,
ho seguito il suo consiglio e ho terminato la cura senza sovrapporre i due antibiotici.

Come sa, questa settimana è quella dell'ovulazione (ieri mattina lo stick ha evidenziato il simbolo positivo): ieri io e il mio compagno eravamo liberi dal lavoro e, nella più totale spontaneità, abbiamo fatto l'amore due volte senza l’obiettivo della gravidanza. Anche nei prossimi giorni voglio lasciare che tutto proceda naturalmente, senza programmare “a tavolino” rapporti mirati: non le nascondo, però, che in fondo al cuore la speranza che il sogno si realizzi è sempre viva…

Al di là delle intenzioni, però, i rapporti di ieri sono comunque potenzialmente “utili”, dal momento che il giorno era fertile. Non potendo contattare il mio ginecologo, mi rivolgo a lei per avere il consiglio di una persona qualificata e – ormai posso dirlo – anche di fiducia.
Nei mesi scorsi, dopo i rapporti mirati, il ginecologo mi aveva detto di supportare la fase luteinica del ciclo assumendo progesterone in ovuli (Progeffik 200, 1 al giorno). Come sa, finora, purtroppo, la cura non è servita.
La domanda che le rivolgo è dunque questa: a suo giudizio, devo utilizzare il Progeffik anche questo mese, nell’eventualità che ci sia il concepimento, oppure devo attendere la fine del ciclo e prenderlo solo in caso di test di gravidanza positivo?
L’uso di progesterone per più mesi consecutivi nell’attesa di una gravidanza è utile e opportuno nel mio caso? Che effetti collaterali può portare l’uso prolungato?

Attendo una sua cortese risposta per seguire, anche stavolta, il suo consiglio…

Grazie, un caro saluto.

[#29] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Puo' utilizzare gli ovuli non prima di 4-5 gg dalla positività dello stick (questo per evitare una sorta di "chiusura" del collo dell'utero a causa del progesterone). Se risulterà un test positivo solo allora si valuterà se continuarlo o meno.
nessun problema per un uso prolungato nei gg adatti (2 fase del ciclo)
saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#30] dopo  
Utente 149XXX

Grazie!

[#31] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dott. Sergio,
stamattina ho ritirato gli esiti del tampone vaginale e degli esami del sangue, compresi i fattori della coagulazione e gli esami ormonali per la verifica della riserva ovarica.

Le riporto i dati, chiedendo un suo parere.

TAMPONE VAGINALE
• MICROSCOPICO A FRESCO:
Globuli bianchi -> Assenti
Forme micotiche -> Assenti
Ricerca Trichomonas vaginalis -> Negativo
• MICROSCOPICO GRAM:
Cellularità flogistica -> Modesta
Lattobacilli -> Presenti (+++)
Forme micotiche -> Assenti
Clue cells -> Assenti
Flora microbica -> Lattobacillare bene rappresentata
• COLTURALE: -> Negativo
• RICERCA CANDIDA: -> Negativo
• MICOPLASMI UROGENITALI:
Mycoplasma hominis -> Negativo
Ureaplasma urealyticum -> Negativo
• CHLAMYDIA (Antigene): Negativo


• Sg EMOCROMOCITOMETRICO:
- WBS (Leucociti) -> 5.19 (4.00 – 9.00)
- RBC (Eritrociti) -> 3.87 (4.00 – 5.00)
- HGB (Emoglobina) –> 12.5 (12.0 – 16.0)
- HCT (Ematocrito) -> 38.1 (36.0 – 45.0)
- MCV (Volume globulare medio)-> 98 (8000 – 98.0)
- MCH (Contenuto medio HCB) -> 32.3 (27.0 – 33.0)
- MCHC (Concentrazione media HCB) -> 32.8 (32.0 – 36.0)
- RDW-SD (Distribuzione vol. RCB) -> 47.0 (39.0 – 49.0)
- RDW-CV (Distribuzione vol. RCB) -> 13.1 (12.0 – 15.0)
- PLTS (Trombociti) -> 197 (150 – 400)
- PWD (Distribuzione vol. PLTS) -> 13.4 ( 11.5 – 17.5)
- MPV (Volume medio PLTS)-> 11.1 (10.0 – 13.5)
- P-LCR (% grandi PLTS) -> 33 (22.0 – 44.0)
• Sg FORMULA LEUCOCITARIA:
- Neutrofili -> 61.8 %
- Linfociti -> 31.4 %
- Monociti -> 5.6 %
- Eosinofili -> 0.8 %
- Basofili -> 0,4 %
- Neutrofili -> 3.21 (1.50 – 6.50)
- Linfociti -> 1.63 (1.00 – 3.50)
- Monociti -> 0.29 (0.20 – 0.80)
- Eosinofili -> 0.04 (0.03 – 0.50)
- Basofili -> 0.02 (0.02 – 0.10)

s-Ferro -> 81 (37 – 145)

p-Tempo di Protrombina (INR) -> 1.02 (0.85 – 1.25)
p-Tempo di tromboplastina parziale attivata:
APTT Secondi -> 31.9 (28.0 – 42.0)
APTT Ratio -> 0.94 (0.82 – 1.24)
p-Fibrinogeno: -> 255 (200 – 400)
p-Antitrombina -> 73 (80 – 120)
p-D-Dimero -> 0.19 (< 0.80)
p-Fattore II -> 98 % (55 – 170)
p-Fattore VII -> 93 % (55 – 170)
p-Fattore VIII -> 115 % (60 – 150)
p-fattore IX -> 95 % (60 – 150)
p-Fattore X -> 83 % (70 – 120)
p-Fattore XI -> 109 % (60 – 140)
p-Fattore XII -> 93 % (60 – 140)
p-Plasminogeno -> 99 % (80 – 120)
p-Proteina C coagulativa -> 130 % (70 – 130)
p-Proteina S coagulativa -> 79 % (50 – 120)
p-APC Resistance (APC Ratio) -> 4.86 (> 2.2)

s-Transferrina -> 240 (200 – 330)
Capacità legante il Ferro -> 300

s-Ab anti Cardiolipina:
IgG -> 1 (negativo <10; bassa positività 10-40; moderata/alta positività >40)
IgM -> 1 (negativo <10; bassa positività 10-40; moderata/alta positività >40)

s-Ab anti beta2-GPI:
IgG -> 1 (negativo <10; bassa positività 10-40; moderata/alta positività >40)
IgM -> 1 (negativo <10; bassa positività 10-40; moderata/alta positività >40)

s-Ferritina: 24 (15 – 150)

Sg-Mutazione Fattore V:
Mutazione G1691A (Leiden) -> Assente
Mutazione H1299 (R2) -> Assente

Sg-Mutazione MTHFR:
Mutazione C667T -> Assente
Mutazione A1298C -> Assente

Sg-Genotipo PAI1 -> genotipo 4G/5G

vVF:Ag basale -> 91.6% (v.n. 50 – 160%)

s-Inibina B -> 134.6 (5.0 – 200.0)

s-Ormone antimulleriano (AMH) -> 2.8 (0.2 – 6.6)

Questa volta l'esito del tampone vaginale mi sembra finalmente positivo (nel senso buono!) per quanto riguarda le due precedenti infezioni da ureaplasma e escherichia coli; non so se la "flora microbica lattobacillare bene rappresentata" sia una cosa positiva o meno.

Per quanto riguarda gli esami del sangue mi può dire cosa ne pensa, in particolare con riferimento ai fattori della coagulazione e alla riserva ovarica? Inoltre, l'antitrombina inferiore ai valori normali può essere un problema ai fini di una gravidanza? Ci sono cure per aumentarla?

La ringrazio in anticipo per la sua risposta e le auguro una buona giornata.

Un caro abbraccio

[#32] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La flora lattobacillare e' positivo che vi sia (serve a mantenere il ph vaginale acido).
Le analisi sono tutte nella norma, nessun problema per l'antitrombina lievemente al di sotto. Inibina e amh sono normali
Quindi mi sembra che occorra solo un po' di fortuna!
Spero in buone nuove!
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#33] dopo  
Utente 149XXX

...non può immaginare quanto sarei felice di darle buone notizie!

Grazie della sua partecipazione a questo sogno...

Per ora la ringrazio e la saluto con sincero affetto, in attesa e nella speranza di scriverle cose belle.

[#34] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le auguro buone vacanze Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#35] dopo  
Utente 149XXX

Grazie, buone vacanze anche a lei!

Un caro saluto

[#36] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dott. Sergio,
sono rientrata dalle vacanze da un paio di giorni e, sinceramente, non pensavo di scriverle per una ragione diversa da quella di sempre.

Le spiego. Per accontentare mia madre, oggi ho fatto un'ultrasonometria ossea calcaneare che lei stessa mi aveva prenotato dal momento che ha problemi di iniziale osteoporosi (ha 69 anni). Ebbene, il tecnico che ha effettuato l'esame mi ha detto che sono risultata nella fascia dei soggetti a rischio e che avrei dovuto far vedere al più presto gli esiti al ginecologo. Ovviamente mi sono molto preoccupata, soprattutto perché da piccola ho avuto problemi di calcificazione ad alcune vertebre a causa di una spondilite tubercolare (sono stata in cura per diversi anni, seguita dai medici dell'ospedale Codivilla di Cortina e, all'età di circa 8 anni, sono stata definitivamente dimessa con esiti di "perfetta fusione delle vertebre dorsali T9-T12").

Come potrà immaginare, il mio pensiero è subito andato al progetto della gravidanza e la preoccupazione è ulteriormente cresciuta.

Le riporto gli esiti dell'esame, sperando lei possa darmi un suo parere e qualche consiglio per il futuro:

Indice stiffness: 71 +- 2

% giovane adulto: 70
T-SCORE: -2,8

% pari età: 72
Z-SCORE: -2,5

La ringrazio in anticipo e spero che la sua risposta mi dia la serenità che lei è sempre riuscito a darmi.

Con stima e affetto.

[#37] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Riguardo al rischio osteoporosi, preferisco valutare il risultato di una MOC vertebrale e femorale che dà risultati piu' attendibili riguardo al rischio frattura.
Quindi consiglierei di eseguire questo esame. Al momento non darei importanza ai dati riportati con ultrasonometria calcaneare (quindi nessun problema riguardo al progetto gravidanza)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#38] dopo  
Utente 149XXX

Mi farò prescrivere al più presto gli esami che mi ha consigliato e, appena avrò gli esiti, glieli farò sapere per una sua valutazione.
Intanto continuerò a sperare che si realizzi il progetto gravidanza...

Grazie infinite, dottore e buona domenica.

[#39] dopo  
Utente 149XXX

Gentile dott. Sergio,
in attesa di comunicarle gli esiti degli esami del sangue che ritirerò domani, le riporto il referto dell'ecografia dell'addome che ho fatto lunedì scorso per verificare in particolare lo stato dei reni. Nel 1994 e nel 2004, infatti, ho avuto due coliche renali la cui origine era dovuta alla presenza di due piccoli calcoli di circa 2 mm nel rene destro. Poiché quest'estate ho avuto un po' di dolore al fianco destro, ho fatto l'ecografia di controllo. Il referto è il seguente:
"Il fegato è regolare per dimensioni e contorni, con lobo dx lievemente allungato per possibile variante anatomica; l'ecostruttura è normoecogena omogenea, priva di lesioni a focolaio.
Le vie biliari e le strutture vascolari interepatiche visibili hanno calibro nella norma.
La colecisti, normodistesa, ha parete regolare ed è priva di calcoli.
Le parti visualizzate del pancreas (testa e corpo) e della milza sono regolari per dimensioni e morfologia ecografica.
Il rene destro è lievemente ptosico, mentre il rene sinistro è in sede fisiologica; entrambi sono regolari per dimensioni e contorni, l'ecostruttura è omogenea con mantello corticale conservato; d'ambo i lati non si evidenziano immagini di calcoli in ambito pielico, ma rari spots iperecogeni a livello del rene destro per verosimile modesta renella.
Le cavità escretrici non sono dilatate, ad eccezione di una lieve ectasia del bacinetto renale.
La vescica urinaria è ben repleta, ha parete regolare e lume libero.
L'utero è in asse, antiverso-flesso, di volume e contorni nella norma: diametri 98x56x43 mm, l'ecostruttura è omogenea; si rileva spessa banda iperecogena endometriale (13 mm).
Entrambe le ovaie, visibili con difficoltà a causa della sovrapposizione meteorica, sono regolari per dimensioni e struttura (diametro circa 26 mm); a sinistra si rileva un piccolo follicolo ooforo.
Non si osservano falde liquide nello scavo del Douglas"

In generale mi sembra di capire, da profana, che molti organi interni stiano bene; nello specifico però le chiedo:
1) cosa comportano il rene dx lievemente ptosico e la lieve ectasia del bacinetto renale? Possono dare problemi?
2) i calcoli che avevo nel 2004 si sono frantumati e sono stati espulsi e per questo ho avuto dolore quest'estate?
3) tenuto conto che ho fatto l'eco il 20° giorno del ciclo, è normale la spessa banda iperecogena endometriale (13 mm)?
4) e il piccolo follicolo ooforo cosa indica?

Per darle un quadro più completo, aggiungo che questo mese, come sempre, ho monitorato l'ovulazione dal 13° al 18° giorno, ma gli stick non hanno dato riscontro positivo; il grafico della temperatura basale, invece, misurata fino ad oggi (23° giorno), mostra un andamento bifasico con il consueto rialzo termico intorno al 18°. Da questi due elementi contrastanti, si può capire se in questo ciclo c'è stata ovulazione? Il follicolo ooforo evidenziato dall'eco è significativo in questo senso?
E' la prima volta in un anno e mezzo che mi capita di non avere stick ovulatori positivi: è normale o è un fatto legato all'età?
Ho avuto rapporti il 13°, 14°, 17° e 22° giorno: tenuto conto di tutto, possono essere stati mirati per la desiderata gravidanza?

Quante domande, mi perdoni...
La ringrazio in anticipo per il tempo che mi dedicherà.
Un caro saluto

[#40] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
1- nessun problema per gravidanza (dovrà eseguire spesso esame urine)
2- probabilmente, se si e' trattato di colica renale
3- in linea di massima si con un endometrio tra 10 e 13mm
4- il follicolo ooforo e' un follicolo (piuttosto si sarebbe dovuto vedere un corpo luteo come esito di ovulazione). Questo spiega gli stick negativi (probabilmente questo mese non ha ovulato - si possono avere cicli anovulatori legati all'età)
Per i rapporti sarebbe meglio che vi fosse una positività agli stick oppure che facesse un monitoraggio ecografico dell'ovulazione
saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#41] dopo  
Utente 149XXX

Grazie per la risposta!
Come anticipato, le riporto gli esiti degli esami del sangue e delle urine che ho ritirato oggi, chiedendole un parere ed eventuali consigli:
• UROCOLTURA: negativo (c.m. < 1000 UFC/ml)

• ANALISI DEL SANGUE
- Sg-VES -> 14 (2 – 20)

- s-Creatinina -> 0.80 (0.50 – 1.20)
- s-Proteine totali -> 7.1 (6.6 – 8.7)
- s-ALP -> 52 (42 . 141)

- s-Calcio -> 2.27 (2.20 – 2.60)
- s-Fosfato inorganico -> 0.98 (0.81 – 1.45)
- dU-Calcio -> 4.10 (2.50 – 7.50)
- U-Calcio -> 1.52
- dU-Forfato inorganico -> 13.8 (2.50 – 7.50)

- s-Elettroforesi Sieroproteine:
° Albumina -> 65.2 (55.8 – 66.1)
° Alfa 1 -> 3.5 (2.9 – 4.9)
° Alfa 2 -> 7.4 (7.1 – 11.8)
° Beta 1 -> 5.1 (4.7 – 7.2)
° Beta 2 -> 5.8 (3.2 – 6.5)
° Gamma -> 13.0 (11.1 – 18.8)
° Commento: assenza di sospette componenti monoclonali

- s-PTH -> 12 (10 – 65)
- s-Osteocalcina -> 38 (11 – 50)
- s-25-OH Vitamina D -> 62.0 (9.0 – 37.6)

• URINE: ESAME CHIMICO-FISICO
- Aspetto -> opalescente
- Colore -> paglierino
- pH –> 5.5
- Glucosio -> 0 (< 10)
- Albumina -> 10 (< 10)
- Hb-perossidasi -> 0.00 (0.00)
- Corpi chetonici -> 0 (0.0)
- Bilirubina -> 0.0 (0.0)
- Urobilinogeno -> 0.2 (< 0.2)
- Esterasi leucocitaria -> 25 (< 20)
- Peso specifico -> 1.018 (1.005 – 1.028)

• URINE: ESAME MORFOLOGICO
- Leucociti -> 33 (< 16)
- Cilindri ialini -> rari
- Epiteli squamosi -> alcuni
- Filamenti di muco -> numerosi
- Crist. Ossalato di calcio diidrato -> alcuni

Con riferimento ai valori fuori norma, le chiedo:
1) il valore elevato della s-25-OH Vitamina D può derivare dal fatto che da alcuni mesi sto prendendo (nella speranza di una gravidanza) una compressa al giorno di ELEVIT, un integratore multivitaminico che contie, tra l'altro, Vitamina D3 (Colecalciferolo) 500 U.I. ? Mi consiglia di continuare o smettere l'assunzione?
2) Ho letto qua e là su internet che l'albumina, l'esterasi leucocitaria e i leucociti urinari sono indice di infezione o infiammazione: è vero? Lo sono anche in caso di urocoltura negativa? L'infezione da escherichia coli e ureaplasma urealyticum erano risultate debellate dal tampone vaginale di luglio: può esserci qualche collegamento con questi valori alterati?
3) La presenza di numerosi filamenti di muco può essere legata al giorno in cui ho fatto gli esami, che corrispondeva al 13° del ciclo e quindi, presumibilmente, al periodo ovulatorio? Potrebbe essere indice di ovulazione?

Grazie... come sempre!

[#42] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
1- si, puo' continuare periodicamente
2- non sempre sono indice di infezione, nel suo caso non vi sono batteri (escluda che abbia problemi di diabete, non credo ne sia affetta)- non sembrano esservi legami con il tampone vaginale
3- no, non sembrano esservi collegamenti, sono un reperto frequente (beva molta acqua)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#43] dopo  
Utente 149XXX

Se è indicativo il solo valore della Glicemia basale pari a 89 (70 – 110), escluderei di avere il diabete; in caso contrario farò esami più specifici.

Quanto al consiglio di bere molta acqua... ha centrato appieno uno dei miei limiti più grandi! Mi impegnerò a bere di più, lo prometto...

Grazie mille, dottore, le auguro un sereno weekend.

[#44] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dottor Sergio,
le scrivo per riportarle gli esiti della MOC che ho fatto su suo consiglio per valutare il rischio osteoporosi paventato dalla sonometria ossea calcaneare.

REGIONE FEMORALE:
- Neck: Area (cm2) -> 4.47
BMC (g) -> 3.55
BMD (g/cm2) -> 0.795
T-score -> -0.5
PR (%) -> 94
Z-score -> -0.2
AM (%) -> 98
- Troch: Area (cm2) -> 9.15
BMC (g) -> 5.97
BMD (g/cm2) -> 0.652
T-score -> -0.5
PR (%) -> 93
Z-score -> -0.4
AM (%) -> 95
- Inter: Area (cm2) -> 16.83
BMC (g) -> 16.11
BMD (g/cm2) -> 0.957
T-score -> -0.9
PR (%) -> 87
Z-score -> -0.8
AM (%) -> 88
- Total: Area (cm2) -> 30.44
BMC (g) -> 25.63
BMD (g/cm2) -> 0.842
T-score -> -0.8
PR (%) -> 89
Z-score -> -0.6
AM (%) -> 92
- Ward's: Area (cm2) -> 1.25
BMC (g) -> 0.91
BMD (g/cm2) -> 0.732
T-score -> -0.0
PR (%) -> 100
Z-score -> -0.7
AM (%) -> 112
- Total BDM CV 1.0%, ACF=1.021, BCF=0.999, TH=5.519
- Physician's comment: TOTAL DAP 5.2 cGy*cm2

RACHIDE LOMBARE:
- L1: Area (cm2) -> 13.47
BMC (g) -> 13.23
BMD (g/cm2) -> 0.983
T-score -> -0.1
PR (%) -> 99
Z-score -> 0.2
AM (%) -> 102
- L2: Area (cm2) -> 13.93
BMC (g) -> 14.85
BMD (g/cm2) -> 1.066
T-score -> 0.3
PR (%) -> 104
Z-score -> 0.6
AM (%) -> 107
- L3: Area (cm2) -> 14.83
BMC (g) -> 16.88
BMD (g/cm2) -> 1.138
T-score -> 0.5
PR (%) -> 105
Z-score -> 0.8
AM (%) -> 108
- L4: Area (cm2) -> 18.27
BMC (g) -> 21.53
BMD (g/cm2) -> 1.178
T-score -> 1.1
PR (%) -> 111
Z-score -> 1.4
AM (%) -> 114
- Total: Area (cm2) -> 60.50
BMC (g) -> 66.49
BMD (g/cm2) -> 1.099
T-score -> 0.5
PR (%) -> 105
Z-score -> 0.7
AM (%) -> 108
- Total BDM CV 1.0%, ACF=1.021, BCF=0.999, TH=6.086
- Physician's comment: ---

REFERTO:
L'esame è stato effettuato sia sul rachide lombare che sul femore prossimale, come da richiesta medica.
In base alla classificazione dell'OMS, basata sul confronto sia con la massa ossea di donne giovani e sane, sia con quella della popolazione di pari età, la paziente risulta nella norma.
Per osservare variazioni significative di massa ossea è, in generale, utile ripetere l'esame dopo 18-24 mesi.

L'unica cosa che comprendo e che mi sembra positiva è l'espressione "la paziente risulta nella norma". Per il resto mi affido a lei e a una sua valutazione da esperto.

Nel frattempo l'aggiorno sul sogno della gravidanza, sperando di non annoiarla. Purtroppo questo mese non ho grandi novità: nonostante i tentativi mirati, infatti, il ciclo di ottobre è arrivato come sempre puntualissimo. Faccio il possibile per non pensare troppo al desiderio di avere un figlio, ma mi creda, è così difficile non contare i giorni e le ore dall'ovulazione all'indesiderato ciclo!
Secondo lei il fatto di essere rimasta incinta spontaneamente a novembre 2009 e a maggio 2010 può considerarsi un segnale positivo considerata la mia età e nonostante i due aborti? Posso sperare di rimanere incinta di nuovo e, magari, di riuscire a portare a termine la gravidanza?
A parte essere serena e ottimista e pregare, posso fare altro (controlli o cure) per non arrivare un giorno a dire "se avessi fatto..., magari forse..."?

Mi perdoni se l'ho costretta a leggere tanto, ma è per me una persona in cui ho grande fiducia.
La ringrazio di tutto e la saluto con stima e sincero affetto.

[#45] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La MOC e' nella norma, quindi per il momento non vi sono rischi di osteopenia o osteoporosi.
Riguardo alla gravidanza, avendo già fatto molti accertamenti ed essendo già rimasta incinta, vi sono possibilità che si verifichi di nuovo, quindi farà la terapia adatta. Attenda ancora qualche mese, ma poi dovrà tentare con tecniche piu' sofisticate, rivilgendosi ad un centro della sua zona. Spero presto di avere buone notizie!
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#46] dopo  
Utente 149XXX

Grazie di cuore, spero di darle presto buone notizie...

Cari saluti

[#47] dopo  
Utente 149XXX

Gentile dott. Sergio,
ho appena ritirato gli esiti degli esami ormonali che il medico mi ha fatto fare per un controllo a distanza di mesi dall'ultima volta (gli esami sono stati fatti il terzo giorno del ciclo).
Ormai non posso più fare a meno del suo parere!

- LH -> 3.6 [fase follicolare 2.8-21.7; fase luteale 0.8-16.2; post menopausa 2.0-92.1]
- FSH -> 5.7 [fase follicolare 3.3-21.6; fase luteale 1.1-14.0; post menopausa 2.6-150.5]
- Prolattina -> 16.1 [1.2-29.9]
- Testosterone -> 0.53 [0.10-1.30]
- Estradiolo -> 29 [fase follicolare 35-169; fase luteale 53-191; post menopausa <110]
- d4-Androstenedione -> 0.7 [0.3-3.7]
- TSH -> 2.07 [0.270-4.200]
- FT4 -> 13.3 [9.3-17.0]
- FT3 -> 3.0 [2.6-4.4]

Cosa ne pensa? Sono valori che compatibili con una gravidanza?
In particolare, cosa significa e cosa può comportare il valore basso dell'Estradiolo?

Grazie infinite, come sempre...
Un caro saluto

[#48] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I valori sono buoni con un FSH non molto alto. Bisognerebbe dosare l'estradiolo al 14 g per vedere se aumenta con picco (un singolo valore non e' indicativo)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#49] dopo  
Utente 149XXX

In effetti ho dimenticato di dirle che il medico mi ha prescritto il dosaggio di LH, FSH, Estradiolo e Progesterone anche nei giorni 14° (essendo festivo, farò il prelievo il 15°), 21° e 28°.
Appena avrò i risultati, glieli comunicherò e le chiederò cosa ne pensa.

Grazie, le auguro una buona giornata.

[#50] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ne riporti i risultati
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#51] dopo  
Utente 149XXX

Stamattina, 15° giorno del ciclo, ho fatto nuovamente i dosaggi ormonali. I irisultati sono questi:

- LH -> 17.3 [fase follicolare 1.1-11.6; picco ovulatorio 17.0-77.0 fase luteinica 0.1-14.7; menopausa 11.3-40.0]
- FSH -> 6.6 [fase follicolare 2.8-11.3; picco ovulatorio 5.8-21.0; fase luteinica 1.2-9.0; menopausa 41.0-124.0]
- Estradiolo -> 359.0 [fase follicolare <270; picco ovulatorio 118-355; fase luteinica 26-165; menopausa <30]

I valori del Progesterone saranno disponibili domani: appena li avrò glieli farò sapere.

Cosa ne pensa? Ritiene che ci sia o sia imminente l'ovulazione? Posso sperare in una gravidanza facendo tentativi mirati in questi giorni?

Grazie infinite, buona giornata!

[#52] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Potrebbe trovarsi in fase ovulatoria essendo aumentato l'LH e l'estradiolo. Provi ad avere rapporti in questi 3-4gg
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#53] dopo  
Utente 149XXX

I...infatti lo stick che misura l'ovulazione è risultato positivo sia ieri (16° pm) che oggi (17° pm).

Ho avuto rapporti (spontanei, più che mirati!) ieri e l'altro ieri; oggi non mi sarà possibile per ragioni di lavoro, domani magari...
A questo proposito, vorrei chiederle un consiglio: fermo restando che il piacere di fare l'amore e la spontaneità del rapporto in ogni periodo del ciclo, possibilmente, non dovrebbero mai venir meno, nei giorni fertili è utile avere rapporti quotidiani o è preferibile averli a giorni alterni per migliorare la qualità e quantità dello sperma?

Come anticipato, inoltre, le comunico che il valore del progesterone rilevato il 15° giorno è 0,2 [fase follicolare 0,33-1,20; fase luteinica 0,72-17,80; menopausa <1,00].
E' eccessivamente basso? Mi suggerisce di utilizzare sempre il Progeffik?

Grazie per il tempo che continua a dedicarmi e per i suoi preziosi consigli.

Cari saluti

[#54] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I rapporti dovrebbero essere giornalieri nel periodo fertile.
Puo' utilizzare il progesterone essendo nella 2 fase del ciclo, come supporto
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#55] dopo  
Utente 149XXX

Grazie, seguirò i suoi consigli.

Le auguro un buon fine settimana.
Saluti

[#56] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dott. Sergio,
come da programma, oggi (23° giorno del ciclo) ho rifatto i dosaggi ormonali. Ecco i valori:

- LH -> 4.7 [fase follicolare 1.1-11.6; picco ovulatorio 17.0-77.0 fase luteinica 0.1-14.7; menopausa 11.3-40.0]
- FSH -> 3.8 [fase follicolare 2.8-11.3; picco ovulatorio 5.8-21.0; fase luteinica 1.2-9.0; menopausa 41.0-124.0]
- Estradiolo -> 179.0 [fase follicolare <270; picco ovulatorio 118-355; fase luteinica 26-165; menopausa <30]
- Progesterone -> 11.3 [fase follicolare 0,33-1,20; fase luteinica 0,72-17,80; menopausa <1,00]

Cosa ne pensa?
Ho avuto rapporti il 15°, il 16° e il 18° giorno e dal 20° ho iniziato a prendere il Progeffik. Secondo lei posso sperare di avere belle sorprese?

Grazie di cuore, un caro saluto

[#57] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ci sono i presupposti per sperare (aumento LH, estradiolo e progesterone), quindi incrociamo le dita!
Attendo novità!
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#58] dopo  
Utente 149XXX

Allora incrociamo le dita!!!
Può certamente immaginare quanto sarei felice di comunicarle la sperata novità...

Grazie per i suoi preziosi consigli e per la sincera partecipazione a questo sogno.

Con stima e affetto

[#59] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dott. Sergio,
anche se non ho sintomi particolari che possano farmi ben sperare, continuo a tenere le dita incrociate...

Oggi le scrivo per avere un suo parere sullo spermiogramma del mio compagno, fatto la scorsa settimana per avere un quadro più completo della nostra fertilità di coppia. Ecco gli esiti:

* Astinenza -> giorni 4
* Volume -> 4.2 (v.n. >2)
* Aspetto -> opalescente
* Viscosità -> normale
* Liquefazione -> completa
* pH -> 7.8 (v.n. 7.2 - 8.0)
* N° spermatozoi/ml -> 65.000.000 (v.n. >20.000.000)
* MOTILITA’ (v.n. >50% A+B; > 25% A):
- A (rapidamente progressivi) -> 0%
- B (lentamente progressivi) -> 35%
- C (mobili in situ) -> 18%
- D (immobili) -> 47%
* MORFOLIGIA (v.n. >30% forme normali):
- forme normali -> 22%
- forme anormali -> 78% con prevalenza di:
° teste amorfe
° alterazioni tratto intermedio
* Cellrotonde -> 16 p.c.
* Detriti -> ++
* Agglutinati -> ++
* Capacitazione -> presente
* Metodo utilizzato -> gradiente
* Volume utilizzato:
- A -> 67%
- B -> 0%
* Totale capacitati -> 15.242.500
* Swelling test -> no

CONCLUSIONI: Astenospermia, bradicinesia, teratospermia, flogosi

Pur non comprendendo il signìficato scientifico di questi risultati, la sola lettura delle percentuali mi preoccupa molto e mi scoraggia per il futuro. Cosa ne pensa? Sono valori così negativi? Esistono cure specifiche?

La ringrazio di cuore per la sua disponibilità e spero riuscirà a darmi tranquillità e speranza...

Un caro saluto

[#60] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Rileggendo il 1 post, lei e' rimasta incinta circa 1 anno fa, quindi questo lascia ben sperare. Lo spermiogramma pero' denota, come risulta dalle conclusioni, un problema che deve essere affrontato dall'andrologo per migliorare la motilità e la vitalità degli spermatozoi (esistono alcune terapie specialistiche)
Attendo novità
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#61] dopo  
Utente 149XXX

Sì, dott. Sergio, sono rimasta incinta la prima volta proprio un anno fa, a novembre 2009, e poi anche una seconda volta a maggio 2010. Spero davvero che questo sia un buon segno!
Certamente chiederemo un consulto ad un andrologo per una visita più completa e per le cure del caso: vogliamo solo attendere l'esito della sperimiocoltura (che dovrebbe essere pronto tra una settimana circa) per fornirgli ulteriori informazioni.

Per quanto riguarda le novità, credo di non poterle dare la bella notizia che attendeva: anche se il ciclo non è ancora arrivato (oggi è il 29° giorno), il test di gravidanza fatto stamattina era negativo e non ho nessun sintomo che lasci sperare diversamente.
Ieri ho perfino rinunciato a fare i dosaggi ormonali (spero di non aver sbagliato): tenuto conto dell'anemia, in questo modo ho almeno risparmiato un po' di sangue!

Voglio comunque conservare l'ottimismo e la speranza e le sue parole, mi creda, sono di grande aiuto.

La ringrazio di cuore per la grande professionalità e la non comune sensibilità che dimostra ogni volta nel rispondere alle mie frequenti, a volte banali domande. E' per un me un riferimento certo per ogni tappa del mio percorso: se solo fosse più vicino, avrei voluto essere seguita da lei, non solo virtualmente.

Mi permetta di salutarla con un abbraccio sincero.

[#62] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dott. Sergio,
ho appena ritirato l'esito della spermiocoltura del mio compagno e, purtroppo, quanto scritto contribuisce a darmi ulteriori preoccupazioni:
* Ricerca Miceti -> negativa
* Ricerca Microrganismi aerobi -> negativa
* Ricerca Gardnerella v. -> negativa
* Ricerca U. urealuticom/M. hominis -> positiva [10^5 u.f.c]

La cosa che più mi ha sorpreso è che il laboratorio (presso l'Ospedale S. Anna di Torino) non ha fatto l'antibiogramma. Ho chiesto spiegazioni alla responsabile e mi ha risposto che non è necessario perché il medico dovrebbe sapere l'antibiotico da prescrivere. La dottoressa ha inoltre aggiunto che di prassi nel suo laboratorio non si effettua l'antibiogramma su micoplasmi perchè non esistono criteri validi riconosciuti a livello europeo. Mi sembra così strano: sui miei tamponi vaginali altri laboratori l'hanno sempre fatto!
Ritiene corretto quello che mi è stato riferito e questa prassi? E' vero che il medico sa quale antibiotico prescrivere a prescindere dall'antibiogramma?

Dottore, sono molto preoccupata: sia per il persistere dell'infezione nel mio compagno, sia per l'eventuale cura che gli potrà essere prescritta senza valutare la sensibilià oppure la resistenza del batterio.

Secondo lei, inoltre, devo fare anche io la stessa terapia che sarà prescritta a lui o è preferibile che rifaccia prima un tampone vaginale? Io ne avevo fatto uno a luglio e uno a settembre ed erano risultati entrambi negativi: mi suggerisce di fare prima la cura e poi verificarne l'esito o il contrario?
Non vorrei perdere la prossima occasione di ovulazione per riprovare a realizzare il nostro sogno: se iniziassimo la cura stasera stessa, magari potremmo avere di nuovo rapporti tra un paio di settimane, nei giorni potenzialmente fertili, sperando che gli antibiotici non abbiano compromesso la mia o la sua fertilità del prossimo mese.

Può darmi un consiglio su cosa è meglio fare?

La ringrazio in anticipo, un caro saluto.

[#63] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Per questo tipo di infezione puo' essere utilizzata la doxiciclina ad 1 cp ogni 12h per 10gg, consultando anche il suo medico. Sarebbe preferibile che lei facesse un tampone quando sarà chiaro se e' incinta o meno. Di solito e' preferibile avere l'antibiogramma
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#64] dopo  
Utente 149XXX

Ed eccomi qua... chiaramente non incinta (purtroppo)!
Da stasera, quindi, posso iniziare anch'io la cura antibiotica: in assenza di antibiogramma, faremo la stessa cura fatta prima dell'estate, quella dopo la quale i miei tamponi vaginali di controllo erano risultati negativi. Speriamo che, in questo caso, il batterio sia sensibile alla doxicillina.
Dopo una quindicina di giorni dalla fine della cura, faremo entrambi un controllo.

Nel frattempo le anticipo che abbiamo preso appuntamento con un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana: la visita è prevista martedì prossimo. La terrò aggiornata.

Grazie, come sempre.
Un caro saluto

[#65] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi lasci dire: "mannaggia!"
Faccia la terapia antibiotica e provi come al solito nei gg fertili, facendo assumere dietro consiglio dell'andrologo qualche vitamina o aminoacido che possa migliorare la qualità del seme di suo marito.
Spero in buone nuove
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#66] dopo  
Utente 149XXX

Non solo glielo lascio dire, ma mi associo con tutto il cuore al suo sincero e spontaneo "mannaggia!".

Abbiamo iniziato la terapia, che dovrebbe finire proprio in prossimità dell'ovulazione: secondo lei in quei giorni potremo avere rapporti mirati senza prima aver accertato che l'ureaplasma non è più presente? Gli antibiotici potrebbero peggiorare la quantità e qualità del seme e incidere negativamente sulla produzione di follicoli?

Spero che l'andrologo ci dia utili consigli e buone notizie per continuare a sperare di avere il tanto desiderato figlio...
Le riferirò l'esito della visita la sera stessa.

Grazie di tutto, le auguro un sereno weekend.
Un abbraccio

[#67] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Provi ugualmente ad avere rapporti nel periodo fertile, facendo assumere a suo marito, anche dietro parere del suo medico, un polivitaminico e arginina (in attesa della visita dall'andrologo)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#68] dopo  
Utente 149XXX

Allora ci riproveremo!

In attesa della visita dall'andrologo, prevista per domani, le chiedo un parere sui risultati appena ritirati dei seguenti miei valori (avevo fatto l'esame il 3° giorno del ciclo di ottobre):
s-Inibina B -> 102.0 (5.0 – 200.0)
s-Ormone antimulleriano (AMH) -> 1.6 (0.2 – 6.6)

Avevo fatto gli stessi esami nel mese di luglio, dopo una leggera stimolazione ovarica, e i risultati erano i seguenti:
s-Inibina B -> 134.6 (5.0 – 200.0)
s-Ormone antimulleriano (AMH) -> 2.8 (0.2 – 6.6)

Secondo lei la variazione dei valori si può considerare nella norma? Una tale diminuzione in pochi mesi è fisiologica o indica una drastica riduzione della riserva ovarica? E' possibile che i valori precedenti fossero influenzati dalla stimolazione ormonale?

Quante domande, mi perdoni: più che risposte, vorrei che mi desse ancora speranze...

Grazie di cuore, un caro abbraccio.

[#69] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La riduzione e' fisiologica (vi e' una lieve riduzione della riserva ovarica, probabilmente, NON drastica).
Riprovi anche questo mese e, ripeto, e' utile una terapia di aiuto per suo marito
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#70] dopo  
Utente 149XXX

Ho appena ricevuto la notizia del rinvio a martedì prossimo della visita dall'andrologo, perchè è a Roma per un congresso. So che può capitare, ma ora dobbiamo aspettare un'altra settimana per poter iniziare la terapia!

Secondo lei, in attesa della visita, possiamo chiedere al farmacista di fiducia di consigliarci un integratore di arginina e di vitamine o è preferibile aspettare la settimana prossima?

Sono davvero triste e anche un po' arrabbiata!

Mi perdoni...

[#71] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Certamente, puo' chiedere in farmacia
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#72] dopo  
Utente 149XXX

Gentilissimo dott. Sergio,
le scrivo dopo qualche giorno dall'ultima volta per aggiornarla sugli ultimi eventi.

Come previsto siamo andati dall'andrologo che ha visitato il mio compagno e lo ha trovato in perfetto stato di salute (lui, peraltro, è anche uno sportivo). Quanto alla sua spermiocoltura, ha confermato che la terapia fatta col Bassado era corretta e avrebbe dovuto curare l'infezione da Ureaplasma: la prossima settimana farà un nuovo esame colturale del seme per verificare se il batterio è effettivamente sparito. Per migliorare la qualità e la mobilità dello sperma, infine, ha suggerito soltanto di fare una cura di tre mese con Argiten (2 al giorno), dandoci appuntamento fra tre mesi dopo aver fatto uno spermiogramma di controllo.

Quanto a me... per ora nessuna buona notizia! Del resto ero poco ottimista tenuto conto dell'infezione rilevata nello sperma e della conseguente terapia antibiotica fatta da entrambi.
Ieri, inoltre, ho notato delle perdite biancastre dall'aspetto simile a ricotta: ho pensato subito alla candida (che ho avuto una volta all'età di 18 anni), dovuta proprio alla cura antibiotica. Per limitarne subito il diffondersi, stesso ieri sera ho messo un ovulo di Sertagyn. Mercoledì prossimo (saranno quindi passati i richiesti 5 giorni di astinenza da qualsiasi terapia locale) ho la prenotazione per un tampone vaginale di controllo... speriamo bene!

Se ha consigli per me, sa bene che li seguirò!

In attesa di darle altri aggiornamenti, le auguro una serena giornata.

Un caro saluto

[#73] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Bene la terapia per suo marito e quella da lei fatta.
Riprovi anche in attesa del tampone e spero mi dia buone nuove!
Cordiali saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#74] dopo  
Utente 149XXX

Nella speranza di darle presto buone notizie, le lascio un sincero e affettuoso pensiero augurando a lei e ai suoi cari un sereno Natale.

Un abbraccio e un sorriso...

[#75] dopo  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gent.sig.ra, ricambio di cuore e con affetto gli auguri di Buone Feste, sperando che nel Nuovo Anno lei riesca a raggiungere il tanto sperato obiettivo!
Cordiali saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"