Utente
Buongiorno
ho 42 anni e due figli.
Avendo già utilizzato la spirale sei anni fa e non avendo avuto allora nessun problema, l'anno scorso decisi di utilizzare nuovamente questo contraccettivo.
Il mio ginecologo l'inserì senza problemi, ma io ebbi dolori per tutto il mese; le mestruazioni arrivarono normalmente.
Così per un altro ciclo, ma al terzo ciclo le mestruazioni furono molto blande (solitamente ho mestruazioni abbondanti).
Al quarto giorno di mestruazioni, avevo ancora dolori e, lavandomi, sentii un corpo estraneo in vagina... era la spirale.
Non volendo più rimetterla per i dolori che avevo avuto, decisi di aspettare il mese successivo e prendere la pillola anticoncezionale.
Il mese successivo ebbi ancora mestruazioni leggerissime. Iniziai la pillola ma alle successive mestruazioni (quasi inesistenti ) feci un test di gravidanza perchè avevo tutti i sintomi di una gravidanza.
Il risultato fu positivo. Ero già alla decima settimana.
Dopo il primo shock, decisi di portare a termine la gravidanza, ma con mio marito vorremmo capire che cosa può essere successo..
Secondo la datazione, sarei rimasta incinta a metà ciclo, due settimane prima di perdere la spirale. La fecondazione può essere avvenuta perchè la spirale si era spostata (tanto che infatti poi è stata espulsa)? oppure era impossibile restare incinta con la spirale inserita (anche se male)?
Può essere responsabilità del ginecologo che l'ha inserita male?
grazie della risposta

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dopo l'inserimento IUD(spirale) si fa sempre un controllo ecografico per verificare l'esatta posizione dlla spirale in cavità(di solito dopo il flusso mestruale successivo all'inserimento)avvertendo la paziente/utente dello IUD che l'effetto contraccettivo parte dopo15/20 gg dall'inserimento (liberazione del rame dalla spirale).
Quindi a lei le conclusioni!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
grazie della celerità e della chiarezza!

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Grazie!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI