Utente 519XXX
Buongiorno,volevo chiedere un parere sull'andamento dei miei dosaggi di beta hcg.
Questa gravidanza è frutto di una ICSI,per infertilità maschile,con trasferimento di 3 embrioni in terza giornata. Quindi vivo la PRIMA gravidanza(dopo anni di tentativi e fallimenti) con un pò di apprensione in più rispetto al normale!
I valori sono questi:
3/12 11pt 69
6/12 14pt 295
10/12 18pt 2250
13/12 21pt 6170
Il centro che mi segue mi ha chiesto solo i primi tre dosaggi e mi ha fissato un 'eco per il 20/12 (che nn arriva mai!).
é normale che dopo le 2000 unità,i valori salgano un pò meno?
Pensavo di fare un dosaggio domani mattina,più o meno cosa mi dovrei aspettare?

Ringrazio per l'attenzione dedicatami e porgo i miei saluti.

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Cara amica
mi sembra che i livelli da Lei riportati siano ottimali.
Attenda, perciò, l'eco del 20/12 con grande tranquillità, continuando ad effettuare la terapia di supporto che, sicuramente, Le avranno prescritto.
Tutto OK!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 519XXX

Innanzitutto la ringrazio per avermi risposto!
Oggi ho eseguito un'altro dosaggio:
18/12 26pt 17800
Come terapia ho 2 ovuli di prometrium mattino/sera,e nient'altro!

Volevo chiederle,secondo lei,con l'eco del 20/12 riusciremo a sentire il battito? Il battito è correlato al valore delle beta?
O è soggettivo?

Distinti saluti.

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Non esiste la correlazione fra "battito" embrionale e livelli di Beta HCG; esiste la correlazione fra livelli di Beta e visualizzazione della camera gestazionale (almeno 800 - 1000 mUI/ml) o visualizzazione dell'embrione (almeno 1000 - 1200 mUI/ml).
La vitalità della gravidanza (per cui il battito), si desume, invece, dall'incremento progressivo (e per alcuni aspetti preventivabile) dell'ormone nel tempo, specie nelle prime 10 settimane circa di gestazione; quello che riporta, per esempio, può esserne un esempio.
Per cui: ANIMO. Oggi farà l'ecografia e, sono certo, Natale Le riserverà una positiva sorpresa sotto l'albero...
AUGURI.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 519XXX

Buongiorno dottore, volevo aggiornarla sull'eco del 20/12,che ci ha fatto scoprire un embrione dotato di battito cardiaco!!!!
La mia ginecologa,ha fatto un'eco interna,abbastanza veloce,in quanto sostiene(giustamente) che essendo in una fase della gravidanza molto precoce ....è meglio non essere troppo invasivi per non arrecare danni all'embrione. Quindi prossima eco dopo metà di gennaio...
Volevo chiederle,per placare un pò le mie ansie(che purtroppo non passano neanche ora)se rifacessi un beta hcg(l'unica cosa che posso fare),dai valori potrei capire se la gravidanza(quindi il battito) procede bene,o comunque non mi darebbero grosse indicazioni?
Spero di essermi spiegata.
Premetto che fino ad ora non ho avuto perdite,ho nausee che vanno e vengono,alcuni gg più intense e altri quasi assenti.

Grazie e AUGURI di buone feste!!!!

[#5] dopo  
Utente 519XXX

Salve dottore,sono così fortunata che da ieri,mi sono beccata l'influenza,con febbre anche a 38 gradi. Ho preso della tachipirina 1000,e la febbre scende,per poi ritornare dopo ore.Essendo io di 7+3 è pericolosa per l'embrione la febbre? So che posso prendere la tachipirina ogni 8 ore...e sperare che passi....
Ovviamente sia la mia dottoressa,che la mia ginecologa sono in ferie!

[#6] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenda la tachipirina se la febbre supera i 38,5°C.
La febbre è pericolosa per la gravidanza solo se supera i 39,5 - 40°C, per cui non si preoccupi particolarmente.
Come tutte le malattie virali, l'influenza deve passare da sola.
Beva molto (specie liquidi caldi), mangi molti agrumi, eviti di scoprirsi e di mettersi all'interno di correnti fredde, stia a letto a guardare la televisione.
Dopo 3 - 5 giorni la febbre sarà scomparsa e tutto riprenderà il suo corso normale.
Anche se con un pò di sorriso ironico, le auguro buon anno. Comincerà un pò...male, ma si concluderà felicemente!!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente 519XXX

La ringrazio di cuore per la risposta!!!

Le porgo i miei saluti!

[#8] dopo  
Utente 519XXX

Buongiorno dottore,volevo chiederle un parere sui miei esami del sangue.
Mi è stato segnalato un valore alterato :il FIBRINOGENO 570 (valore di riferimento 200/400).APTT e T.di Quick sono nei range.
Emocromo citometrico nella norma(i valori di leucociti,eritrociti,emoglobina e ematicrito sono tutti inferiori di pochissimo alla norma.
Che significa il valore sballato?


Grazie,distinti saluti!

[#9] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
L'aumento del fibrinogeno è fisiologico in gravidanza.
Non si preoccupi.
Auguri per il 2008!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#10] dopo  
Utente 519XXX

Sono di nuovo qui a scriverle,purtroppo per comunicarle che in data odierna,eseguendo l'ecografia per il bi-test(sono a 12+2),mi hanno riscontrato un IGROMA CISTICO SETTATO/ anasarca.
Mi è stato detto che non ci sono speranze che la gravidanza prosegua,e mi è stato fissato un aborto per domani mattina.
Non ci hanno dato grosse spiegazioni di un'eventuale causa,solo che è SFORTUNA.
Mi può dire qualcosa in merito a questa malattia,non trovo quasi nulla su internet.
E' genetica? E si può ripresentare in una futura gravidanza(se mai ci sarà).
Le ricordo che era 3 anni che cercavamo una gravidanza,con 2 icsi fallite alle spalle(e quindi notevole assunzione di ormoni) e questa era il risultato della 3 icsi.

Mi scuso se mi sono dilungata e la ringrazio per la cortesia.


Una coppia di sfortunati.

[#11] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Per igroma cistico s'intende una anomalia anatomica che interessa per lo più l'area della nuca fetale, potendosi, però, riscontrare anche in altre sedi corporee, sebbene più di rado. La patologia consiste in un accumulo localizzato di linfa (linfagioma/linfocele) nei tessuti molli (sottocutaneo) che appare, quindi, gonfio, ripieno di liquido e con tralci fibrosi messi in tensione (i setti).
La genesi di tale accumulo di linfa è un drenaggio linfatico assente o insufficiente, vuoi per assenza congenita dei vasi linfatici di scolo di tale liquido biologico, vuoi per una loro insufficiente o incompleta formazione. Alcuni casi di igroma cistico del collo (nuca), scompaiono spontaneamente intorno alla 22ma - 23ma settimana di gestazione, allorquando giungono a maturazione definitiva le connessioni linfo-venose fra linfatici ed emissarie delle vene del collo (specie giugulari esterne).
La patologia cromosomica che più di frequente si associa ad igroma cistico del collo è la sindrome di Turner (monosomia X o sindrome 45X0), condizione contraddistinta dalla presenza, nel nucleo delle cellule, di 45 cromosomi, invece dei 46 normali, per l'assenza di uno dei due cromosomi X sessuali.
Credo che la cosa migliore sia quella di richiedere il cariotipo del materiale abortivo, così da eseguire in seguito gli accertamenti più adatti al caso, anche se, come accade nella gran parte delle volte, l'alterazione cromosomica è sporadica, interessando, cioè, solo quella gravidanza, senza particolari rischi di ripetizione nelle gravidanze successive a meno di anomalie cromosomiche residenti in uno o entrambi i genitori.

Auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#12] dopo  
Utente 519XXX

La ringrazio per la risposta.
Mi hanno detto che eseguiranno l'esame citogenetico sull'embrione,e non so se in questo esame è compreso il cariotipo del materiale abortivo.
Invece per quanto riguarda le alterazioni cromosomiche di uno di noi due,quali sono gli esami da fare? Noi abbiamo fatto entrambi il cariotipo,anemia mediterranea,fibrosi cistica,e sono tutti nella norma.
Per curiosità,quanto è frequente(in termini di percentuale) questa patologia?
Con la diagnosi pre-impianto,si vedono queste anomalie?

Le porgo i miei saluti.

[#13] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
L'esame citogenetico o esame del cariotipo sono la medesima cosa.
Il cariotipo dei genitori è la cosa da fare (peraltro già fatta).
Come Le dicevo, la maggior parte delle anomalie cromosomiche dei prodotti del concepimento sono sporadiche, intervenendo cioè, in quella specifica gravidanza senza rischi eccessivi (ma solo minimi) di ricorrenza in altre gestazioni successive (a meno di anomalie "residenti" nei genitori).

Non corra, perciò, con la mente verso situazioni estreme (diagnosi pre-impianto).
Le consiglio, dopo l'aborto, un meritato e lungo periodo di vacanze con Suo marito, dove la spensieratezza deve farla...da padrona!!

Le sono vicino.
Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#14] dopo  
Utente 519XXX

Buongiorno dottore,ho eseguito l'ivg venerdì 1 febbraio,e nell'ospedale dove l'ho fatta ,mi hanno consigliato un eco di controllo entro una settimana.
Ho fatto l'eco giovedì 7,quindi soli 7 gg dopo,e la mia ginecologa ha trovato ancora dei residui(più o meno un "grumo" di 10mm),mi ha detto di prendere per altri 2 gg il methergin,e di aspettare il prossimo ciclo(chissà quando arriverà),con il quale dovrebbe pulirsi bene l'utero.Dovrò eseguire un dosaggio beta a metà mese. Le ovaie sono dormienti.

è normale avere dei residui a 7 gg dall'ivg(ero di 12+3 sett)?
Lei cosa consiglia in questi casi,la mia paura è un'altro raschiamento....


Mi scusi se la disturbo nuovamente con le mie domande.....cari saluti
Roberta.

[#15] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Cara Roberta
Lei non disturba affatto. Siamo qui, su questo sito, per rispondere appunto ai Vs quesiti, cercando di dare il meglio di noi.
Dei residui in utero dopo un raschiamento sono normali dopo 7 giorni specie se l'epoca di gestazione cui era giunta la gravidanza, è stata quella da Lei riportata. Non si deve preoccupare assolutamente. Segua il consiglio dei Colleghi curanti. vedrà che un altro raschiamento NON sarà necessario.
Di nuovo cordiali auguri e...si rilassi!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli