Utente 232XXX
Buongiorno,
innanzitutto grazie infinite per il servizio che offrite.
Pongo il mio quesito: ho 32 anni e sto cercando una gravidanza da maggio 2011, ma purtroppo senza successo. La ginecologa mi ha prescritto gli esami per la valutazione dei valori relativi all'AMH, FSH e Beta Estradiolo e gli esiti sono stati i seguenti:

AMH: 0,2 ng/ml (valori di riferimento: 2 - 6,8)
FSH: 6,0 mIU/ml (valori di riferimento: 3,5 - 12,5)
17 BETA ESTRADIOLO: 85 pg/ml (valori di riferimento: 12,5 - 166)

Visti i risultati, mi sono fatta prendere dallo sconforto, perchè la ginecologa ha detto che ciò significa scarsissima riserva ovarica...e ha già usato la parola "ovodonazione" come prospettiva....pertanto Vi chiedo, se anche secondo voi sono un caso disperato e se davvero non ho possibilità di poter rimanere incinta naturalmente (aggiungo che lo spermiogramma di mio marito è nella norma).
Vi ringrazio fin d'ora.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Castelli

24% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Bene, il problema dei dosaggi ormonali è che vanno discussi bene. La cosa veramente utile da sottolineare è che un livello basso di AMH ti pone a forte rischio di non ovulazione. Ma prima di decidere strade tortuose e complicate, bisogna verificare se con adeguata stimolazione si riesce a portare a maturazione ovociti. Poi viene il resto. Niente panico, ma bisogna darsi da fare. La riserva ovarica è scarsa......bisogna ottimizzare i tempi delle scelte. La gravidanza spontanea è difficile che arrivi.
Saluti
Dott. A Castelli
Specialista in fisiopatologia della riproduzione
Chirurgia mininvasiva e ricostruttiva intima
Dottore di ricerca in biotecnologie

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Grazie molte. Fortunatamente questa mattina sono riuscita a fissare un colloquio in un centro di infertilità, per cui spero di poter iniziare subito un percorso adatto a me e soprattutto di avere ancora la possibilità di realizzare il mio sogno.
Grazie ancora.
Saluti.

[#3] dopo  
Utente 232XXX

Buongiorno Dott. Castelli,

La disturbo per chiederLe solo un'informazione: facendo qualche ricerca su internet, ho sentito pareri positivi sull'integratore DHEA da utilizzare per casi analoghi al mio (bassa riserva ovarica). Lei cosa ne pensa? Grazie ancora

[#4] dopo  
Utente 232XXX

Gentile Dottore,
ho ripetuto l'esame dell'AMH in un altro laboratorio, come consigliato dal mio ginecologo. Ieri pomeriggio ho ritirato l'esito e glielo indico:

AMH 0,60 (Valori di riferimento 0,16 - 10,6)

La diversità dei valori di riferimento probabilmente è dovuta al fatto che nel primo caso è stato utilizzato il metodo ELISA, mentre questa volta il metodo IMMUNOENZIMATICO.
E' sempre basso, ma stando ai riferimenti, rientro ancora nei range. Lei cosa ne pensa?
Grazie molte per la gentile disponibilità.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Castelli

24% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Scusa il ritardo ma sono stato fuori Italia per aggiornamenti. Dare valore fondamentale al AMH è poco corretto....ricorrere al DHEA non è consigliabile in un momento in cui non sai nulla della reale risposta ad una stimolazione ovarica. Il riferimento del FSH dimostra che non hai un esaurimento ovarico e quindi i risultati possono esserci. Devi farti seguire da chi si occupa di pazienti poor responders. Tu potresti rientrare tra queste. Ho recentemente avuto una paziente rimasta gravida con risultati ormonali simili ai tuoi. Il protocollo di stimolo è fondamentale.....evita il panico!!!
Dott. A Castelli
Specialista in fisiopatologia della riproduzione
Chirurgia mininvasiva e ricostruttiva intima
Dottore di ricerca in biotecnologie

[#6] dopo  
Utente 232XXX

Grazie Dottore, Lei è davvero gentilissimo!
Ora devo effettuare gli esami genetici (X FRAGILE e CARIOTIPO) e poi probabilmente sarò sottoposta a ICSI.
Tra l'altro, nel corso di un'ecografia interna al 3° giorno, il ginecologo ha contato 11 follicoli, per cui forse qualche speranza c'è ancora...

Grazie di cuore

Saluti

[#7] dopo  
Utente 232XXX

Gentile Dott. Castelli,

La contatto nuovamente, perchè ieri mi sono sottoposta alla mia prima IUI e la ginecologa del centro di PMA ha detto che ho risposto bene alla stimolazione (solo con il CLOMID) e continua a dirsi stupita del basso valore di AMH... speriamo che sia davvero un buon segnale.
Volevo chiederLe un'informazione: immediatamente dopo la IUI (ero ancora sdraiata), è fuoriuscito un pò di liquido e la dottoressa ha detto di non preoccuparmi perchè si trattava solo di liquido ovulatorio. E' davvero così? (non vorrei avessero commesso qualche errore nell'inseminazione e quindi si fosse trattato di fuoriuscita del liquido seminale, infatti sono un pò in ansia).
Approfitto anche per chiederLe se il valore del liquido seminale di mio marito, DOPO la capacitazione, Le sembra buono:

MOTILITA' PROGRESSIVA 64%
A+B: 74%


Grazie infinite per la Sua disponibilità.