Utente
Ho avuto un aborto interno alla 16° settimana di due gemelli monocoriali biamniotici. In ospedale, visto che avevo
superato i tre mesi, mi hanno provocato un piccolo parto (come lo definisco io). Mi hanno messo degli ovuli per far
incominciare le contrazioni.Ho incominciato a mettere gli ovuli dalle 9 ogni quattro ore, verso le 17 ho incominciato
ad evere i dolori (contrazioni?) che sono stati subito
regolari, cioè andavano e venivano come le contrazioni, mi sono fatta controllare da un'ostetrica e mi ha detto che non
avevo ancora dilatazione dopo circa una ventina di minuti durante una "contrazione" si sono rotte le acque ed è uscito
un feto. Mi hanno portata in sala travaglio. Le contrazioni si sono fermate e il ginecologo ha fatto uscire manualmente e
con mie spinte l'altro feto e la placenta.
Volevo sapere se questo si può considerare come dico io un piccolo parto e quindi per un prossimo parto sarebbe come
se fosse un secondo travaglio e perciò più breve?

Durante la gravidanza il ginecologo mi ha fatto dei tamponi e sono risultata positiva all'ureaplasma, avevo iniziato la
cura con l'eritrocina ma non sono riuscita a farla (l'eritrocina mi dava nausea),ho preso anche lo zitromax 500 perchè
dovevo fare la vollocentesi, ma l'ho preso solo per 2 gg perchè dopo o scoperto l'aborto. Dopo la gravidanza sono
risultata ancora positiva e il medico mi ha dato lo zitromax 500. Sto evitando di avere rapporti senza preservativo,
sta facendo il tampone anche mio marito. Se risulto ancora positiva all'ureaplasma potrei provare ugualmente ad avere un'altra gravidanza ?

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi dispiace molto per la perdita dei suoi gemelli.
sarebbe importante chiarire le cause della perdita, tramite esame istologico della placenta, ed eventuali esami ematici, per valutare i rischi per una futura gravidanza.
E' chiaro che se si sospetta che ci sia una infezione da ureaplasma come causa dell'aborto, questa deve essere trattata e debellata prima di una nuova gravidanza, per la quale comunque bisogna aspettare alcuni mesi, per dare tempo all'organismo e alla psiche di riprendersi. E' stata considerata l'ipotesi di una eventuale sindrome da trasfusione feto-fetale?
Il parto di un aborto non viene contato come un parto vero e proprio.
Darei un'occhiata anche al sito web www.ciaolapo.it , si tratta di una associazione per il sostegno psicologico dopo la perdita in gravidanza o dopo il parto, ci sono forum e gruppi di auto-mutuoaiuto.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della per la risposta. I gemelli li ho persi a novembre.
La causa della perdita dei gemellini e dovuta probabilmente alla trasfusione feto-fetale poiche quando ho fatto la traslucenza e hanno controllato gli altri organi sono apparsi subito dei problemi ai cuoricini di tutti e due. (Se vuole le posso scrivere la diagnosi ora non posso perchè non l'ho qui con me)
Ho già scritto qualcosa sulla mia gravidanza in un'altro consulto che avevo richiesto "Villocentesi amniocentesi e gemelli e altri dubbi".
L'esame istologico della placenta mi è stato fatto e non è risultato niente di particolare.
Ho fatto un consulto da un genetista per escludere un problema genetico e anche secondo lui la causa e la TTTS comunque abbiamo fatto con mio marito gli esami del sangue.
Adesso mi sento pronta per affrontare un'altra gravidanza, anche se prima avevo già paura adesso ne ho di più.
Mi preoccupa l'ureaplasma ho paura che ci voglia troppo tempo prima di riuscire a curarla visto che ho letto che è difficile da debellare.
Andrò a dare un'occhiata al sito. Secondo me condividere i problemi e le disaventure aiuta sicuramente a superarle. Io dall'aborto sono riuscita a riprendermi abbastanza bene, ma sono stata male da quando il ginecologo mi ha spiegato che era una gravidanza particolare e man mano che andavo avanti le cose non andavano bene. Forse sarebbe stato più brutto se mi avessero detto è tutto apposto e poi perderli d'improvviso.
La ringrazio

[#3]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le faccio tanti auguri, spero che si possa riprendere presto e provare la gioia della maternità.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#4] dopo  
Utente
Sono andata a vedere il sito che mi ha consigliato, mi è piaciutoe mi sono iscritta. L'ho consigliato ad altre ragazze la ringrazio

[#5]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ne sono lieta :)
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#6] dopo  
Utente
Salve,
vorrei un consiglio. Ho la cistite. Io soffro spesso di candida oltre ad aver scoperto recentemente di avere l'ureaplasma, che ho curato con lo zitromax 500
l'ultimo tampone fatto a febbraio è risultato negativo. Però dall'ultima mestruazione ho incominciato ad avere la sensazione
di vescica piena, bisogno di urinare e bruciore anale con dermatosi riconoscendo questi sintomi che di solito mi indicano
che mi è tornata la candida ho preso per tre giorni il Difulcan e una compressa dell'erboristeria disinfettante per le vie
urinarie ed ho applicato localmente gyne-canestren (spero di non aver sbagliato il nome) e travocort
. Momentaneamente sono migliorata (due mesi fà facendo questa cura mi passò). Adesso da ieri sto avendo un forte
bruciore e come un peso alla vescica, tipico della cistite.
Ho in casa due antibiotici Noroxin 400 mg e Chimono 400 mg ma non li voglio prendere perchè forse sono di nuovo incinta,
ed ho paura che sia ancora l'ureaplasma. Nella scorsa gravidanza mi ricordo che subito mi venne la candita più forte rispetto
alle altre volte.
Domani devo chiamare il mio medico curante ma sò già che per avere l'appuntamento dovrò aspettare 2 o 3
gg. Al momento per allievare un pò il problema sto prendendo l'Efferalgan 500 e la camomilla. Và bene così ho posso prendere o fare
qualcos'altro, non sò la compressa dell'erboristeria ?

[#7]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
gentile Signora,

trattandosi di consulenza online, non mi è possibile consigliarle farmaci o rimedi. Se non c'è il suo medico a disposizione, contatti una guardia medica.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#8] dopo  
Utente
Sono riuscita a parlare con il mio medico è mi ha detto di fare gli esami delle urine. Comunque i bruciori sono durati due giorni e poi sono passati. Avvolte mi capita quando bevo qualcosa di gassato o altro irritante ma i bruciori mi durano mezza giornata e sono di meno. Ma in questo periodo non stavo bevendo niente solo acqua. Vedremo dagli esami. Spero tanto che non sia l'ureaplasma.
Volevo chiederle un'altro consiglio, sempre se può, io soffro di pressione bassa sopratutto con il caldo e mi aiuto con integratori energetici che contengono vitamina B, magnesio, ginseng, pappa reale,creatinina. Adesso sto evitando di prenderli visto che sto cercando una nuova gravidanza (fra qualche giorno lo saprò), ma l'altro giorno sono quasi svenuta. In caso di stretta necessità potrei prenderli ?
Nella gravidanza precedenza il mio ginecologo mi disse di aiutarmi con l'alimentazione, ma sò già che con me non funziona (ci avevo provato prima di prendere gli integratori).
La ringrazio per la sua disponibilità

[#9]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Può usare l'integratore, che però per precauzione andrebbe sospeso una volta che il test è positivo.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#10] dopo  
Utente
Buona sera,
non sò se posso continuare a scrivere qui ma ho bisogno di sfogarmi un pò.
Oggi sono un pò demoralizzata. Come le ho già detto io e mio marito stiamo riprovando e cercare un'altro bimbo il mese scorso niente questo non sò ancora.
Le avevo detto anche che avevo l'ureaplasma. Io e mio marito ci siamo fatti i controlli e a lui era uscita la positivita solo l'escolichia coli. Io ho fatto la cura per l'ureaplasma, seguendo anche le regole per evitare di ritrasmetterci le varie infezioni, e dopo di ciò il mio tampone è uscito negativo. Ora mio marito ha ripetuto il tampone e l'escolichia coli non c'è più ma è uscita un'altissima carica positiva all'ureaplasma al micoplasma e alla gardnerella. Praticamente dobbiamo aspettare ancora e chissà per quanto!!!! Io adesso ripeterò i tamponi.
Ma come mai prima non è uscito niente e adesso si ? Mi consiglia di contattare il mio ginecologo o di farmi seguire come ho fatto fino adesso dal mio medico curante, lei è specializzata in malattie della riproduzione?
Spero che questo ostacolo si risolva subito ma per adesso è un passo in dietro.
Grazie per la sua disponibilità

[#11]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Nel tampone di suo marito è stato fatto anche l'antibiogramma?
Farei una terapia antibiotica mirata, e poi ripeterei l'esame.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#12] dopo  
Utente
Si è stato fatto ed è risultato resistente alla maggior parte degli antibiotici solo a due no. In base ai risultati il suo medico e ritenuto di dargli il Ciproxin 500 Mg da prendere per 7 gg mattina e sera. Se vuole le posso scrivere i risultati dell'antibiogramma (adesso non ce l'ho qui con me). La cosa che non mi è chiara e se quei risultati dell'antibiogramma sono validi anche per la gardnerella. (C'era stato un disguito con l'analista e non so se mi ha dato i risultati completi)
Io martedì devo rifare i tamponi ma immagino che uscirò positivo perchè ogni tanto mi ritornano i bruciori e ho delle fitte. Sarei tentata di provare già a prendere il Zitomax 500 mg e poi fare i tamponi do 20 gg ma aspetto di parlarne con il mio medico.
Salve.

[#13]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Farei il tampone, e comunque consulti il medico prima di assumere medicinali.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#14] dopo  
Utente
Scusi se la disturbo nuovamente ma ho un dubbio su un disturbo che ho da un bel pò di tempo e mi dimentico sempre di scriverle. Prima di rimanere incinta avevo fatto due ecografie transvaginali una a maggio 2011 e una un anno e mezzo prima da tutt'e due è risultato che non svuoto completamente la vescica e dall'ultima che avevo l'utero gonfio. Inoltre capita, sopratutto intorno al 14° giorno dopo la mestruazione, di sentire il bisogno di andare ad urinare spesso mi capita di alzarmi anche tre o quattro volte la notte. Quando è incominciata la gravidanza questo problema sembrava risolto, apparte gli ultimi 15 gg (ma allora era normale) adesso si sta ripresentando insieme ai bruciori. Questo disturbo potrebbe essere legato all'ureaplasma ? Inoltre le mestruazioni sono diventate anche parecchio abbondanti mi durano sempre 4 o 5 giorni ma avvolte dopo un ora devo già cambiarmi. La mia dottoresa (medico di famiglia) mi ha consigliato di prendere un integratore con l'acido folico e l'inosistolo. Mi consiglia di approfondire questo fastidio ?
Cercherò di non distrurbarla più !!!

[#15]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

sembrano sintomi di cistite, io sentirei il medico per fare qualche approfondimento (esame urine, urinocoltura).
L'inositolo lo può prendere tranquillamente, ma dubito che possa cambiare le caratteristiche del ciclo.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#16] dopo  
Utente
Salve gli esami delle urine le ho a fine marzo è il mio medico mi ha detto che è tutto apposto. Comunque l'altro giorno sono riuscita a parlare con il mio ginecologo e gli ho spiegato un pò la situazione (come sempre però mi sono scordata di dirli il fatto dell'utero gonfio) e mi ha detto che secondo lui le cure che io e mio marito abbiamo fatto per l'ureaplasma non erano abbastanza forti e che i tamponi per questi batteri non sono affidabili al 100%. Devo rifare il tampone martedì rifare una cura più forte se mi esce positiva e se non ottengo risultati il ginegologo mi farà fare un'altro tipo di esame più preciso (non ricordo come si chiama).
Salve e buona domenica

[#17]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
bene.
Mi tenga aggiornata sul proseguo, se vuole
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#18] dopo  
Utente
Salve,
ho avuto i risultati del mio tampone sono uscita positiva ad alta carica solo alla candida, lattobacilli e leucociti pochi (purtroppo non ho qui con me il foglio e non ricordo bene la dicitura). Ureaplasma negativo.
Ho paura che capiti come mio marito che prima era uscito negativo e poi non è così !!
Comunque i miei ultimi due tamponi sono usciti negativi. Mi posso fidare visto che mio marito aveva positività ad alta carica all'ureaplasma al mycoplasma e la gardnarella ? La cura mio marito l'ha finita e per sicurezza per rifare i tamponi aspettiamo 20 gg.

[#19]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Starei tranquilla.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi