Utente
Salve, sono una ragazza di 23 anni a cui è stato diagnosticato l'ovaio micropolicistico per cui assumo regolamente da due anni 1/4 di pillola di androcur e 1 pillola di progynova.
Inizialmente prendevo l'etilinstradiolo che ho poi sostituito, sotto prescrizione medica, perchè questo farmaco era andato fuori commercio.
Sono circa 6-9 mesi che ho notato una notevole diminuzione di peso e con essa un netto sgonfiamento del seno,cosa che invece, con mio grande piacere, aveva ripreso tonicità nei primi mesi di terapia
Sono alta 1,70 cm per 48-49 kg.
Ero consapevole di un eventuale perdità di peso, ma dato che non sono un aspirante anoressica, (anzi!!) vorrei sapere se c'è una soluzione, che non contempli l'amenorrea.
Inoltre vorrei sapere se questa combinazione di ormoni al lungo andare può indurre alla formazione di malattie gravi, come tumori o simili.
Vi ringrazio.
Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,

la perdita di peso non è in relazione con la terapia ormonale.

Sul rischio oncologico, le terapie ormonali determinano un piccolo aumento del rischio sul carcinoma mammario, mentre riducono il rischio su endometrio ed ovaio.
Nella sua fascia di età queste modificazioni sono trascurabili dal punto di vista clinico.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
Salve,
Sono una ragazza di 23 anni.
Da quando ho 13 anni prendo la pillola senza riscontrare problemi perchè il mio ciclo è sempre stato irregolare, circa 3 anni fa mi è stata diagnosticata la sindrome dell'ovaio miscopolicistico e mi è stato consigliato di prendere la combinazione di farmaci Androcur e Etilinestradiolo.
Per motivi contraccettivi ho interrotto questa terapia e ho rirpeso la pillola: Minulet con cui mi trovavo molto bene perchè mi aiutava con le cisti e qundi mi faceva venire il ciclo ( senza pillola entravo in amenorrea) l'irsutismo, con la caduta di capelli, con gli sbalzi d'umore.
Poco tempo fa ho fatto le analisi per le mutazioni, visto che l'omocisteina era alta, ed è risultato il fattore II Protrombina (G20210A) , MTHFR ( C677T e A1298C) presenti in eterozigosi.
Per questo motivo mi è stata vietata la pillola.
Vorrei chiedervi un metodo EFFICACE contro i problemi del policismo, ma soprattuto contro l'IRSUTISMO ( ho smesso da poco la pillola e stanno aumentando i peli, anche in zone dove prima non li avevo) e contro la CADUTA DEI CAPELLI ( perdo davvero molti capelli giornalemente, sono ovunque).
Vorrei davvero qualcosa di efficace come la pillola perchè mi sembro una donna nel corpo di un uomo.
Vi ringrazio.

[#3]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Essendole vietati gli ormoni, l'unica terapia sarebbe quella con antiandrogeni (flutamide), che però richiede un controllo mensile delle transaminasi per il rischio di tossicità epatica.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#4] dopo  
Utente
Quindi questa non può essere una soluzione conveniente, soprattuto perchè vorrei qualcosa che mi aiutasse efficacemente nel tempo.
non c'è nessun altra soluzione?

Che cosa può dirmi invece riguardo la pillola cerazzette, da quello che ho capito è una pillola che non contiene estrogeni ma solo progestinico.

Può aiutarmi con il problema dei peli, della caduta dei capelli e delle micropolicisti ovariche, senza pormi a rischio di trombosi?

sa per caso quali sono le controidicazioni?


Ma questo problema che ho.. è un problemma ginecologico o devo rivolgermi a un altro specialista? (mi scusi per l'ignoranza)
La ringrazio molto.
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La pillola cerazette può essere assunta anche da chi ha tendenza a coagulare in eccesso, ma altera la regolarità mestruale. Infatti sotto minipillola il ciclo può diventare totalmente imprevedibile, potrebbe andare in amenorrea, oppure mestruare ogni 15 giorni.
Non è una terapia antiandrogena, e non risolve il problema dei peli.
L'iperandrogenismo tende a migliorare negli anni, ma le terapie sono sintomatiche, cioè funzionano per la durata della terapia.
Se il problema della peluria è localizzato, si possono provare cure estetiche o laser (che però in questi casi ha una durata di azione breve, in quanto la ricrescita è rapida).
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#6] dopo  
Utente
Grazie dottoressa,
Sto provando l'elettrocoagulazione sul viso ( sotto consiglio di alcune conoscenti che hanno avuto buonissimi risultati) la consiglia per il mio caso?

Riassumento l'UNICA SOLUZIONE per via ORALE sarebbe flutamide?

p.s. per fortuna ancora non sono entrata in amenorrea dopo la sospensione della pillola, ma putroppo è da 15 gg che ho macchie ematiche dopo quello che credo sia stato il ciclo mestruale ( macchie più consistenti anche se il flusso non era paragonabile a quello che ho di solito).se le macchie ematiche continuano cosa posso fare?
Grazie davvero per le sue risposte.

[#7]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,

l'elettrocoagulazione ormai non si fa più, per i disagi che provoca e per la bassa efficacia. Le terapie più moderne sono laser e luce pulsata.

L'unica terapia non ormonale per bocca antiandrogena è la flutamide.

Gli spotting continui sono un effetto della minipillola, o si fa dare un altro farmaco per bloccarle, oppure sopporta (è un effetto molto comune).
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottoressa, la ringrazio sempre per le sue risposte.
Ancora non sto assumendo la minipillola,ma solo acido folico, anche se credo che per risolvere il problema antoconcezionale dovrò assumere cerazette a breve.

sono circa 30 giorni che non ho più il ciclo e temo che a causa del mio ovaio micropolicistico non mi verrà più.
( in passato ho avuto amenorrea per più di 6 mesi che è stata sbloccata tramite la pillola che però non posso più prendere vista la mia mutazione genetica di Leiden)

Cosa devo fare nel caso non mi venga più il ciclo naturalmente?
Senza pillola come lo curo l'ovaio micropolicistico?
Sono costretta all'amenorrea??

[#9]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,

il ciclo può essere indotto con il progesterone per via vaginale, che non ha controindicazioni a livello di coagulazione.
Per avere il ciclo regolare proverei con l'inositolo, se già non è stato assunto in passato. Si tratta di una vitamina che favorisce l'ovulazione.
Se non l'aveva fatta, completerei gli accertamenti ormonali con la curva glicemica ed insulinemica.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#10] dopo  
Utente
Grazie dottoressa, l'ho contattata troppo presto l'ultima volta.
Mi è venuto il ciclo dopo aver assunto folidex per 30-35 gg. ( sono felicissima )

dato che mi è venuto il ciclo sto per prendere la pillola per motivi anticoncezionali, mi conferma che cerazette non mi aggrava la situazione di caduta di capelli e irsutismo?
In alternativa alla pillola e al preservativo, quali metodi anticoncezionali potrei utilizzare?

Per il discorso irsutismo mi sto informando su alcuni centri medici a Roma che utilizzano luce pulsata, consapevole che su di me avrà effetti in tempi più lunghi. mi conferma la sua efficacia?
non vorrei sottopormi a 10-11 sedute senza ottenere alcun risultato per poi sentirmi dire che con i miei problemi ormonali non sono idonea al trattamento.

Per la caduta dei capelli la dottoressa mi ha prescritto Anaser compresse e MINOXIDIL 3%, mi conferma la loro efficacia nel caso di ovaie micropolicistiche? ( non mi peggiora l'irsutismo vero?)

La ringrazio infinitamente per la sua disponibilità.

[#11]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
>mi conferma che cerazette non mi aggrava la situazione di caduta di capelli e irsutismo?

è possibile, anche se poco probabile. Gli effetti collaterali dei farmaci sono molto soggettivi.


>In alternativa alla pillola e al preservativo, quali metodi anticoncezionali potrei utilizzare?

la spirale, se ha un partner fisso

>Per il discorso irsutismo mi sto informando su alcuni centri medici a Roma che utilizzano luce pulsata, consapevole che su di me avrà effetti in tempi più lunghi. mi conferma la sua efficacia?

Andrebbe chiesto al dermatologo. Per le mie competenze, so che il laser è più efficace.


>non vorrei sottopormi a 10-11 sedute senza ottenere alcun risultato per poi sentirmi dire che con i miei problemi ormonali non sono idonea al trattamento.

purtroppo è possibile. Il clima ormonale condiziona la ricrescita, e per alcune persone diventa una spesa inutile sottoporsi a queste sedute. Non si può prevederne il risultato, se non provando.

>Per la caduta dei capelli la dottoressa mi ha prescritto Anaser compresse e MINOXIDIL 3%, mi conferma la loro efficacia nel caso di ovaie micropolicistiche? ( non mi peggiora l'irsutismo vero?)

non peggiora l'irsutismo, ma è importante vederne l'efficacia provando la terapia.

Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#12] dopo  
Utente
Salve dottoressa, mi dispiace disturbarla ancora.

Ho fatto una visita specialistica in quello che dicono sia uno dei migliori ambulatori di ginecologia disfunzionale di roma.

L'unica cosa che mi è stata detta è quella di andare da un ematologo per capire quel'è il mio personale rischio trombotico al fine di valutare un eventuale riassunzione della pillola ( visto l'ovaio policistico), tornare presso l'ambulatorio di ginecologia disfunzionale, fare le analisi che mancano ( dosaggi ormonali) in day hospital e valutare in fine il tutto così da fare un bilancio rischi/ benefici.

Ho prenotato la visita dall'ematologo.

Le ricordo
Fattore II protrombina G20210A : presente in eterogizosi
MTHFR ( C677T e A1298C): presenti in eterozigosi.
(tempo di protrombina, trombopastina parziale, fibrinogeno, AT III, APC resistance, Proteina C, Proteina S : valori nella norma.)

Secondo lei il percorso che mi è stato consigliato è utile?

Alla luce delle analisi per la coagulazione che le ho scritto, la dottoressa non dovrebbe essere già in grado di capire qual'è il mio rischio trombotico con o senza pillola?

La ringrazio di cuore.