Utente
Buonasera,
mia cugina è all'ottava settimana di gravidanza e le è stata riscontrata una ciste all'ovaio dx di circa 9cm.
Alla quinta settimana ha avuto una piccola perdita ematica ed ha eseguito 3 iniezioni di prontogest e poi progeffik mattina e sera.
Nel corso della ecografia è stata riscontrato che entrambe le uterine presentano resistenze elevate, circa 0,81 entrambe.
1) è possibile che la ciste ovarica sia aumentata anche a causa del progesterone?
2) consigliate l'asportazione? sarebbe utile aspirarla?
3) è elevato il rischio di aborto con questo quadro clinico?
Occorre precisare che mia cugina ha il fattore MTHFR (T677) presente in eterozigosi e, pertanto, sta assumendo la cardioaspirin insieme all'acido folico.
Fattore V di mutazione G1691A: assente
Gradirei un Vostro parere sul caso.
Grazie.

[#1]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
La cisti va monitorata, e valutare nel tempo il decorso, se non da problemi evidenti si tende a non toccarla; mi prende in contropiede sull'aumento delle resistenze uterine nella gravidanza iniziale, perchè solitamente non è un valore che si va a controllare in questo periodo, quindi non ne conosco nè l'indicazione nè il significato, ma mi documenterò, a presto
Dr. Maurizio Di Felice

[#2] dopo  
Utente
Il fattore di mutazione MTHFR potrebbe essere la causa della resistenze uterine alte?
Attendo Sue notizie.
Per il momento La ringrazio.
Buonasera.

[#3]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Direi di no, ho avuto tanti casi simili con resistenze uterine normali, ma le ripeto, io faccio fare lo studio delle resistenze uterine al VI mese e tra il VII e l'VIII mese, per cui mi mancano dei dati su ricerche così precoci
Dr. Maurizio Di Felice

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta.
E' possibile che il Progeffik abbia determinato questa situazione atteso che metto un ovulo al mattino ed uno alla sera? Ho letto che può dare problemi trombotici e problemi a carico dei vasi periferici?
Iltre mi sono dimenticata di dirLe che ho il gruppo sanguigno RH negativo, ritiene possa essere un fattore di rischio?
Posso continuare a fare una vita normale? Domani dovrei partire x una settimana al mare, ritiene che questa ciste possa essere pericolosa?
Dopo quell'isolato episodio di piccola macchia di sangue alla 5° settimana non ho avuto più problemi.
Grazie.

[#5]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Io pensi che debba stare tranquilla e nel contempo si debba riposare, tuttavia deve essere monitorata
Dr. Maurizio Di Felice

[#6] dopo  
Utente
Preg.mo Dott.,
ho ritirato oggi i risultati delle analisi ed è successo un episodio strano.
Il risultato è il seguente:
Colore:giallo
Aspetto: molto torbito
Reazione PH: 6,0
Glucosio: assente
Proteine:20,0
Emoglobina: 0,03
Corpi chetonici: assenti
Bilirubina:assente
Nitriti: assenti
Uroblinogeno: 0,2
Peso specifico: 1,020
L'episodio strano è che è stato eseguito anche l'esame citofluorimetrico, pur non essendo stato richiesto:
Eitrociti: 100,50
Leucociti:74,90
Cellule:172,30
I detti valori sono palesemente alti,ma non riesco a capirne il significato.
Cosa è l'esame citoflurimetrico? Questi valori così alti cosa indicano?
Cosa mi consiglia?
Grazie

[#7]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Esame urine completo con urincoltura ed eventuale antibiogramma e poi beva molto
Dr. Maurizio Di Felice

[#8] dopo  
Utente
Buonasera dottore,
è stata eseguita l'ecografia ostetrica del I trimestre (translucenza nucale e bi test) e nell'occasione è stata fatta l flussimetria.
I risultati sono stati i seguenti: velocimetria materna arteria uteria dx 0,71 - arteria uteria sx 0,82.
Visto che ho interrotto l'aspirinetta il dottore mi ha prescritto delle iniezioni di citicolina ogni 3gg x un mese.
Ritiene sia proprio necessario fare queste iniezioni?
Quale rischio si corre in caso contrario?
Volevo fare anche un'altra domanda.
Visto che ho il fattore MTHFR mutazione T677 presente in eterozigosi ritiene sia il caso fare l'amniocentesi per verificare il corretto sviluppo del tubo neurale?
In tal caso è possibile avere l'esenzione?
Grazie delle pronte risposte.


[#9]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Non discuto assolutamente le terapie dei colleghi, per cui mi astengo sulla necessità o meno di praticare iniezioni; per ciò che riguarda i difetti del tubo neurale, quelli si vedono tranquillamente con l'esame cografico
Dr. Maurizio Di Felice

[#10] dopo  
Utente
Egr. Dottore,
se ritiene che la terapia non sia appropriata o, comunque, non necessaria, gradirei saperlo. Non Le chiedo di mettere in discussione la terpaia del collega, ma di esprimere un prare personale. Ascoltare l'opinione di più esperti è sempre meglio, non crede?
Le preciso che ho spesso l'assunzione della aspirina per problemi di stomaco.
Se secondo la Sua esperienza ritiene che non corro rischi particolari non facendo le iniezioni, gradirei saperlo; vorrei sapere, altresì, se queste iniezioni possono portare conseguenze.
Grazie.

[#11] dopo  
Utente
Egr. dottore,
il 20 p.v. dovrò eseguire l'amniocentesi. Visto che le ultime mestruazioni le ho avute il 21 febbraio e che, quindi il 20 sarebbe giorno di cambio mese, ritiene sia opportuno spostare l'appuntamento? Esistono rischi maggiori in questo caso?
Grazie.

[#12]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
NO
Dr. Maurizio Di Felice

[#13] dopo  
Utente
Egr. dottore,
il mio gruppo sanguigno è 0 RH negativo e, pertanto, ho fatto anche questo mese il test di coombs (anche in previsione dell'amniocentesi.
In data odierna ho ritirato il referto che ha dato esito positivo.
Il mio ginecologo mi ha fatto eseguire di nuovi il test con la titolazione per verificare esattamente il tipo (domani dovrei avere il risultato).
Le premetto che sono alla prima gravidanza e che mio marito è RN +.
Ho letto che alla prima gravidanza è raro che si possa verificare incompatibilità. Adesso mi sorge un grande dubbio.
Tra la 5° e la 6° settimana ho avuto, per circa 1 settimana, delle discrete perdite ematiche di colore scuro. In quella occasione ho fatto le punture di prontogest e succcesiva terapia con Progeffik fino alla 12 settimana.
Dopo circa una settimana da quell'episodio, precisamente tra la settima e l'ottava settimana, ho eseguito l'ecografia dalla quale è emersa la cisti ovarica di circa 10 cm, attualmente ridotta.
Mi chiedo:
1) possibile che vi erano due embrioni e che uno non si sia annidato bene e quindi abbia avuto un aborto? in tal caso avrei dovuto fare la profilassi anti D?
2) a seguito di perdite ematiche nelle prime settimane è comunque necessario fare trattamento anti D?
Quali sono i rischi che corre il piccolo?
Sinceramente questa positività è assurda anche alla luce del fatto che il test eseguito il 28 aprile era negativo.
Cosa può essere accaduto?
Sono molto preocupata e provo anche sensi di colpa per non essere andata in ospedale la settimana in cui ho avuto le perdite al fine di fare un controllo ecografico immediato.In realtà ho peferito restare a casa a riposo ed attendere che la situazione migliorasse.
Grazie.

[#14]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Le sue sono congetture, faccia un test di Coombs qualitativo e potremo dare una risposta
Dr. Maurizio Di Felice

[#15] dopo  
Utente
Egr. Dottore,
ho finito il settimo mese il 21 ed all'ultima visita (settimana scorsa) il ginecologo mi ha trovato il collo dell'utero un pò accorciato (da come ho capito in luglio era di 4 cm adesso poco più di 3 cm).
Mi ha detto che molto probabilmente avrò avuto delle contrazioni e, pertanto, mi ha prescritto riposo e terapia con vasosuprina retard 2 volte al giorno.
In realtà sono un pò preoccupata perché non riesco a percepire queste contrazioni; è vero che spesso si indurisce la pancia, ma non ho alcun fastidio.
L'indurimento della pancia l'ho avuto anche in passato e mi è capitato spesso, ma mai doloretti di pancia.
Devo dire, però, che sono diventata molto stitica e nonostante varie miscele, sciroppi, fibre e marmellate il mio intestino è totalmente pigro. A volte ho la pancia piena di aria, ma niente di più. Inoltre la piccola si muove continuamente e temo che anche questo possa aumentare le contrazioni.
Mi chiedevo se con il collo dell'utero accorciato possa esserci rischio di parto pretermine? e se convenga fare un monitoraggio per verificare se effettivamente ci sono contrazioni, visto che non sono capace di distinguerle?
Le chiedo ancora: il collo dell'utero con il riposo potrebbe tornare come prima? Alcune mie amiche mi hanno detto che resta così x sempre e che con una eventuale seconda gravidanza potrei avere da subito problemi.
In certe occasioni provo del fastidio alla vescica, è in correlazione con le contrazioni?
Grazie.

[#16]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Il rischio di parto pretermine esiste,ma se si cura non ci saranno problemi; il collo non tornerà a 4 cm, e in ultimo i fastidi alla vescica potrebbero essere contrazioni
Dr. Maurizio Di Felice