Un forte malessere generale

Salve, ho un bambino di cinque anni con problemi di ritardo di linguaggio e psicomotori (quest'ultimi fortunatamente pare abbia superato eccetto per la motricità fine) ha anche un problema di udito di tipo trasmissivo è difficile attribuire i suoi disturbi a problemi neurologici o problemi legati all'ipoacusia, per questo ho un bisogno assoluto di un vostro parere. Il corso della mia gravidanza è stato normalissimo, tutti gli esami nella norma, mai nessun problema di alcun genere, ho solo due grandi dubbi, durante gli ultimi due mesi circa di gravidanza all'improvviso il feto ha avuto un brusco movimento, la pancia si è spostata da sinistra a destra, per dimostrarvi l'intensità dello "spasmo" durato pochi secondi posso dirvi che ho fatto cadere un bicchiere di vetro che avevo in mano è stata una cosa orribile sembrava stesse "soffocando", potrebbe aver sofferto di ipossia? Maldestramente ho sottovalutato il problema senza riferirlo al mio ginecologo. Un ultimo dubbio è stato un viaggio che ho affrontato durante la prima settimana di gravidanza ignara di essere incinta ho volato in aereo per 17 ore sia in andata che per il ritorno con conseguenti piccole perdite di sangue e un forte malessere generale. Il mio bimbo ora è bellissimo, è un bambinone, già alla nascita era 4 kg è nato da cesareo perchè non riusciva a scendere. Grazie a tutti voi per l'aiuto che date a tutti noi.
[#1]
Attivo dal 2012 al 2017
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile signora, ho visto che non ci sono risposte di specialisti ginecologi alla sua domanda.
Mi sembra di capire che lei vorrebbe comprendere meglio da cosa derivano ritardo di linguaggio e psicomotorio di suo figlio e ha specificato che i disturbi sono difficilmente riconducibili a problemi neurologici.
Ha provato a consultare uno psicologo dell'età evolutiva per una valutazione delle possibili cause?
E comunque, le dico, che in genere le cause alla base di questi disturbi sono attribuibili a diversi fattori (ambientali-biologici-psicologici-genetici).
Come mai li riconduce proprio a questi due episodi? Mi chiedevo cosa dopo 5 anni le tiene vivo ancora questo dubbio. Rischia cosi di sperimentare sensi di colpa (credendo che una cosa che lei ha fatto ha causato i disturbi di suo figlio).
Potrebbe darle sollievo parlarne:
- con chi l'ha seguita per la gravidanza;
- con chi ha seguito suo figlio per il ritardo di linguaggio e psicomotorio;
- consultare come le dicevo uno psicologo dello sviluppo;
- oppure fare alcuni colloqui con uno psicologo per elaborare i vissuti relativi agli anni in cui ha dovuto sostenere le cure alla quale immagino suo figlio si è sottoposto.
Spero ciò possa esserle utile.
Cordiali saluti.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottoressa, per i suoi preziosi consigli, è vero ho qualche senso di colpa fisiologico, siamo seguiti da un'equipe che comprende anche lo psicoterapeuta, mi sarebbe piaciuto completare il quadro con il parere di un ginecologo. Grazie dottoressa per la sua gentile\utile risposta.
Cordiali saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test