Tensione mammaria

buonasera!
Volevo chiedere un vostro parere sono alla 5settimana di gravidanza (il calcolo l'ho fatto io) primo giorno del ultimo ciclo 29aprile test farmacia 4giugno analisi urine 5giugno tutti e due positivi.
La mia perplessità per questa gravidanza è che il seno non si è gonfiato ne teso non vedo vene in evidenza (tutti sintomi che nella precedente gravidanza avevo praticamente da subito)ho solo un leggerissimo fastidio ai capezzoli, ho dei leggeri doloretti al ventre ho chiamato la mia ginecologa e mi ha dato l'appuntamento solo per fine mese anche se ho manifestato le mie perplessità!Sarebbe l'ottava settimana.
Come dicevo prima ho avuto una gravidanza inizia due anni fa il bimbo è nato a febbraio sono stata sempre bene ho smesso d'allattare quattro mesi fa all'anno del bimbo.Il ciclo è tornato regolare da settembre 2007 ogni 31giorni.
Ho avuto un aborto interno prima della scorsa gravidanza conclusosi alla 6settimana ma i sintomi compreso il seno erano iniziati e poi finiti all'improvviso.

Scusate se mi sono dilungata volevo spiegare la mia situazione e capire se è possibile che il seno non si sia ancora fatto "sentire"?

grazie per l'aiuto che mi potete dare
[#1]
Dr. Salvo Catania Oncologo, Chirurgo generale, Senologo 31,8k 1,2k 77
Gentile utente,
La tensione mammaria in gravidanza, raramente si avverte prima del III - IV mese e da quel momento è crescente fino all'ottavo mese circa.
Meno frequentemente inizia in fase più precoce come è accaduto nell'altra gravidanza.
Per il resto lascio libero spazio ai colleghi ginecologi.
Cordiali saluti.

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta ma allora non è sempre un sintomo di inzio gravidanza il male e tensione sel seno?
grazie
[#3]
Dr. Salvo Catania Oncologo, Chirurgo generale, Senologo 31,8k 1,2k 77
No non sempre perchè si tratta di un fenomeno PARAFISIOLOGICO , nel senso di una ESAGERAZIONE di un evento normalissimo, che si può avere anche al di fuori della gravidanza ed è molto frequente anche in donne che non l'hanno mai avuta .
[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie ancora un pò mi sono rilassata lo so benissimo che per essere sicuri devo aspettare la visita per fare l'ecografia.

posso permettermi fare ancora una domanda (Vista la vostra gentilezza) ma possono esserci gravidanze che vanno a buon fine senza sintomi nei primi mesi?

grazie ancora di tutto
[#5]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
Mi inserisco in qualità di Ginecologo.
Non tutte le gravidanze "sintomatiche" nei primi tre mesi sono patologiche come non lo sono tutte le gravidanze che non si associano ad alcuna sintomatologia.
Semplicemente la risposta è nella quota di estrogeni e progesterone prodotti dal trofoblasto/placenta: maggiore è questa quota, maggiore è la probabilità che questi sintomi si verifichino (parliamo dei sintomi che vanno sotto il nome di "neurovegetosi del primo trimestre").
Riprova è che nelle gravidanze gemellari bicoriali (con due placente, per intenderci), l'incidenza di questi sintomi è maggiore, così come in quelle complicate da una trasformazione in senso molare della placenta (con iperproduzione di questi steroidi).
Si affidi, perciò, per la diagnosi di benessere della sua gravidanza al risultato delle visite, degli esami e delle ecografie che Le verranno praticati nei vari momenti della gestazione.

Cordialmente la saluto.

Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
già Direttore f.f. UO OST/GIN Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6]
dopo
Utente
Utente
grazie ancora per i consigli!
Volevo capire con questa frase "quota di estrogeni e progesterone prodotti dal trofoblasto/placenta: maggiore è questa quota, maggiore è la probabilità che questi sintomi si verifichino " ma avendo praticamente nessun sintomo c'è poca produzione di questi estrogeni e progesterone? può comportare qualcosa?
grazie ancora

dimenticavo volevo chiedere anche un altra cosa è da ieri sera che ho delle strane perdite ogni tanto sono gelatinose colore trasparente giallino?Cosa potrebbe essere?
Scusate l'ansia ma come dicevo all'inizio la mia ginecologa è in ferie fino a fine mese e non so a chi rivolgermi!
grazie per la disponibilità
[#7]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
La quota normale di produzione steroidea a parte del trofoblasto/placenta, provoca "sintomi" in una percentuale di donne oscillante, nelle varie casistiche, fra il 25 ed il 30% dei soggetti.
Il rimanente 70 - 75%, senza sintomi, non è che abbia una quota di steroidi minore. Semplicemente, in queste donne, non vi sono "sintomi" ad accompagnare questa produzione fisiologica. Quando, però, la produzione è maggiore (gravidanze molari, gravidanze plurime), allora la quota di donne "sintomiatiche" aumenta sul totale delle donne in gravidanze nei primi mesi.
Spero che mi sia spiegato bene.
Le perdite cui si riferisce potrebbero essere segno di infiammazione cervico-vaginale se associate a prurito, bruciore, senso di calore locale o disturbi nell'urinare. In caso di assenza di questi segni, può trattarsi di una iperproduzione di muco cervicale, in risposta, anch'essa, all'incrementata produzione degli steroidi sessuali da parte della placenta.
[#8]
dopo
Utente
Utente
grazie ancora per la Sua risposta!
le perdite sono senza prurito bruciore nessun sintomo solo ogni tanto dopo aver urinato le trovo sulla carta!

grazie ancora

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test