Utente
Buongiorno,
sono una donna di 28 anni.
Ho già richiesto un paio di consulti in merito alla mia situazione personale e mi spiace disturbarvi nuovamente con le mie richieste ma il mio ginecologo è in ferie per altri dieci giorni e io avrei bisogno di un parere medico.
Ho due figli, di cui una bimba di quasi 15 mesi. A fine agosto di quest'anno ho interrotto l'allattamento e ho iniziato a cercare una (ultima) gravidanza.
Il mio ciclo si è regolarizzato negli ultimi 3-4 mesi (26 giorni) ma come avevo già scritto le perdite sono durate stranamente anche 8 giorni. Inoltre ho monitorato l'ovulazione degli ultimi 3 cicli e sembrerebbe non essere avvenuta (anche se non ho sempre eseguito i test correttamente, ovvero trattenendo l'urina per 4 ore e non bevendo per 2 prima di eseguire il test) ma la striscia rilevante l'LH si è sempre colorata (non tanto come previsto dal test, però). Nonostante ciò ho sempre visto il muco filante tipico della fase ovulatoria, ma so che il muco da solo non significa nulla.
Parlando con la farmacista di fiducia del mio problema (o presunto tale) con l'ovulazione, lei mi ha consigliato l'assunzione di un integratore a base di Inositolo (2000 mg) e Acido Folico (200 mcg) da aggiungere all'integratore pre gravidanza (contenente 400 mcg di AF) che sto già assumendo da 3 mesi.
Ho iniziato l'assunzione qualche giorno fa e, non potendo parlarne col ginecologo, ho cercato informazioni su internet.
Ho letto che solitamente viene somministrato a donne con ovaio policistico ma che poteva essere assunto da chiunque in quanto ha un'ottima azione sull'ovulazione.
Vorrei quindi sapere se l'Inositolo è davvero quel "miracolo" che sembra o se non devo farmi false illusioni e se è sufficiente l'assunzione di una sola bustina al giorno.
Inoltre vorrei sapere se le vaccinazioni alle quali si sottoporrà domani mio marito (Epatite A, anti tifo e anti colera) possono creare problemi per la ricerca di questa gravidanza.
Come sempre vi ringrazio sentitamente per la vostra disponibilità.
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ci sono numerosi lavori sull'uso dell'inositolo , che migliora la qualità dei folllicoli ovari, migliora il metabolismo glicidico aumentato la sensibilità all'insulina.
Quindi i vantaggi ci sono, miracoli non lo sappiamo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la celere risposta.
Secondo lei 2000 mg (una bustina) al giorno sono sufficienti o è necessario raddoppiare la dose come ho letto da più parti?
E infine, secondo lei, le vaccinazioni a cui si sottoporrà mio marito (come scritto sopra) sono un limite per la ricerca di una gravidanza oppure possiamo continuare a cercare un altro figlio senza rischi per la sua (del nascituro, ovviamente) salute?
Grazie per la sua disponibilità

Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Franco Lisi

32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Salve
mi permetto di introdurmi nella conversazione. L'inositolo da ottimi risultati nella paziente insulino resistente con sindrome dell'ovaio policistico.
Le vaccinazioni di suo marito sono ininfluenti. Per verificare l'ovulazione l'unica strada é il monitoraggio ecografico non la temperatura basale e nemmeno lo stick urinario e e tanto meno la farmacista
Dr. Franco Lisi
http://www.riproduzioneassistita.it/
https://www.youtube.com/user/FrancoLisiFertilita

[#4] dopo  
Utente
Lei ha ragione. Il mio ginecologo mi ha consigliato di fare un dosaggio dell'LH per capire se i mie sospetti sono fondati. Sono consapevole della dubbia efficacia degli stick (anche se 2 anni fa hanno rilevato correttamente l'ovulazione), ma prima di procedere ad esami più "invasivi" volevo aspettare qualche mese.
Ho chiesto parere alla farmacista perché il mio ginecologo di fiducia purtroppo riceve raramente (3 ore 3 pomeriggi la settimana) e capita con una certa frequenza che sia in ferie o a qualche convegno, quindi mi è difficile contattarlo.
Ed è per questo motivo che mi sono rivolta a voi, per avere un parere medico prima di sentire comunque il mio ginecologo.
La ringrazio sentitamente per la sua risposta.

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La risposta sui metodi da adottare per monitorare la ovulazione è legata alla sensibilità del metodo da quello più empirico (temperatura basale) al quello strumentale (monitoraggio ecografico dell'ovulazione).
L'inositolo aiuta il ritorno all'ovulazione , la regolarità dei flussi mestruali e quindi migliora la fertilità-
migliora la sensibilità all'insulina, importante in casi di obesità.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI