Utente
Salve Dottori.
Scrivo perché sono disperata. La mia ginecologa mi ha diagnostica una vaginosi batterica da gardnerella. Dopo aver effettuato la cura non ho risolto nulla. La cura prescrittami è stata una dose da 1000 mg di Zithromax, tre ovuli per tre sere di Cleocin, con lavande per rimuovere l'ovulo il mattino seguente e fermenti lattici per via orale Dicoflor elle per sette giorni. Essendo recidiva ho continuato con i fermenti lattici Dicoflor Elle per via orale per altri 14 giorni e li ho assunti anche per via vaginale, compresse di Dicoflor elle per sette giorni. Dopo tutto ciò nessun miglioramento. Continuo ad avere perdite giallastre e sopratutto cattivo odore, che è la cosa che mi provoca più imbarazzo. Com'è possibile? Cosa dovrei fare? E poi, un'altra curiosità: mentre prendo i fermenti lattici per via vaginale, devo astenermi dai rapporti sessuali?
Anticipatamente ringrazio.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La recidiva di vaginosi batterica ( Gardnerella) é frequente , e la risposta migliore la si ottiene con terapia sistemica , non con Azitromicina ZITROMAX , ma con TINIDAZOLO o METRONIDAZOLO, ripetendo la terapia vaginale con clindamicina o in alternativa METRONIDAZOLO topico.
Nomi commerciali non ne posso fare.
Durante la terapia con probiotici , nessuna controindicazione all'attività sessuale.
Saluti
PS: tutto ciò se si tratta di una vaginosi recidivante, e non di un'altra vaginite concomitante ( candidosi?)
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore, lei è gentilissimo e sopratutto chiaro.
Vedrò di contattare la mia ginecologa per ripetere la terapia. La tengo aggiornato!
Saluti e buon lavoro.

[#3] dopo  
Utente
Non penso si possa trattare di un'altra vaginite perché i sintomi sono identici, ossia perdite giallastre e cattivo odore. Con una semplice visita ginecologica si può constatare la presenza di un'altra vaginite concomitante? Inoltre, aggiungo. E' possibile anzi che i sintomi dopo la terapia siano aumentati? Perché è così: dopo la terapia le perdite sono molto più frequenti ed abbondanti.

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Io solitamente eseguo un esame batteriologico a fresco del fluor vaginale e un pH vaginale nei fornici.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille! Buon lavoro.