Utente 382XXX
Buongiorno.
Scrivo su questo sito per un duplice consulto.
Da due giorni a questa parte ho notato di avere delle strane perdite: bianche, inodori, di aspetto granuloso, quasi come ricotta (perdonatemi l'espressione), associate, a partire da questa mattina, ad un fastidioso e non costante prurito. Ho subito pensato alla candida; perciò vorrei sapere: alla luce di queste minime informazioni, la mia ipotesi potrebbe essere valida? Oppure potrebbe trattarsi di una cosa transitoria, magari legata ad una specifica fase del ciclo? (Specifico, se dovesse essere utile, che al momento mi trovo in fase post-ovulatoria. La fase mestruale dovrebbe avere inizio intorno alla metà della prossima settimana) Penso che la decisione più saggia sia quella di sottopormi ad una visita ginecologica, ma qui sopraggiunge il secondo problema. Sono una studentessa fuori sede, e non ho ancora effettuato il cambio di residenza. In queste condizioni, qual è l'iter da seguire per poter avere una visita ginecologica? Dovrei recarmi alla guardia medica e farmi indirizzare da loro da uno specialista? Oppure dovrei seguire un'altra strada? Vi prego di darmi delle delucidazioni in merito, soprattutto per ciò che concerne il secondo quesito. Attendo risposte.
Grazie per la disponibilità. Buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dovrebbe rivolgersi ad un consultorio familiare e cercare di fare diagnosi di certezza di una infezione micotica da Candida , é l'unica via facile, l'altra è
La via privata ( solo a titolo di cronaca)
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI