Utente 184XXX
Buonasera,
Sono appena entrata al 7 mese di gravidanza e ho un dubbio che mi sta assalendo, vorrei un parere in merito.
L' ultimo ciclo l' ho avuto tra il 28/2 e il 2/3 ( sono imprecisa perché avevo febbre forte e ho avuto un ciclo molto leggero con perdite rosa inizialmente).
Ho avuto rapporti COMPLETI con mio marito il 10/03 - 16/03 -21/03.
Ho avuto (purtroppo) un rapporto completo ma con preservativo e eiaculazione esterna, con un' altra persona il 13/03. C'è stato anche un breve contatto tra genitali inizialmente ma senza penetrazione.
Le prime beta fatte il 31/03 avevano un valore di 280, salite poi regolarmente nel tempo.
La prima ecografia fatta il 14/04 mi da un' epoca ultrasonica 5+5 con un polo embrionario più piccolo rispetto all' amenorrea (considerata dal 28/02).
Vorrei che qualcuno mi escludesse la possibilità del dubbio di paternità, se fosse possibile, o nel caso consigliarmi cosa fare.
Non voglio restare con questo dubbio a vita, tant'è che volevo poi provare il test di paternità e mettermi l' anima in pace, anche perché vengono in mente poi brutte cose tipo: se mio figlio ( e spero mai!) avesse bisogno un giorno del sangue del papà e in caso di brutte sorprese si scoprisse tutto?
È vero che si può risalire alla paternità anche dal gruppo sanguigno? Io sono RH POSITIVO.
Vi prego di prendere a cuore le mie domande , sono seriamente a pezzi e sto vivendo male questa bellissima esperienza , ho paura di tutto e non so come uscirne, ma forse è il giusto prezzo da pagare...
Grazie per avermi letto,
A presto.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il rapporto con preservativo ed eiaculazione esterna è molto difficile che porti all'insorgenza di una gravidanza indesiderata.
Non si risale alla paternità dal gruppo sanguigno o dal fattore Rh sanguigno , perchè legati varie combinazioni (mendeliane) in cui è coinvolta anche la madre oltre che il padre.
Soltanto con l'analisi del DNA è possibile risalire al padre biologico.
TRANQUILLA
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 184XXX

Buonasera Dottore,
Grazie per aver risposto alle mie domande. Che sia difficile restare incinta nel modo in cui le ho detto è come dice lei difficile...ma è davvero impossibile? Crede sia il caso di dover effettuare dopo nato il test di paternità (dna) di tipo informativo ed assolutamente in incognito? Se mi fosse capitata la sfortuna di quell' 1% dì possibilità che il padre non sia mio marito, in che modo potrebbe mai scoprirsi?
Le sembreranno domande stupide, ed io mi sento così ed anche pazza a pensare ogni giorno alla stesse cose brutte . Non ho nessuno a cui ho detto questa cosa e forse sto cosi per questo.
A presto

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Soltanto con test DNA
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 184XXX

Grazie della risposta. Lei cosa mi consiglia di fare? Se fossi una sua paziente che le ha raccontato tutto questo?

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Direi di godersi questa gravidanza
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 184XXX

Grazie per le sue risposte