Utente 393XXX
Buongiorno,
questa mattina ho avuto un rapporto protetto; sfilando il profilattico al mio ragazzo, però, mi sono accorta che si era letteralmente tranciato nella parte finale (in pratica ho trovato la parte più piccola contenente lo sperma staccata dal resto del preservativo e il liquido è fuoriuscito in blocco).
Non so se il preservativo si sia rotto durante il rapporto (e quindi ci possa essere stata fuoriuscita di liquido) o se, essendo non molto lubrificato ed esercitando una piccola pressione per tenerlo aderente al pene per evitare che scivolasse, si sia rotto mentre lo sfilavo e quindi lo sperma si è semplicemente depositato esternamente sulle lenzuola.
Attualmente sono nel quarto giorno di mestruazioni, che mi durano per 5-6 giorni (ultime perdite comprese). Il penultimo ciclo è iniziato il 6 settembre e questo il 7 ottobre. Solitamente sono abbastanza regolare, poiché si presenta sempre tra il 5 e l'8 del mese con flusso normale.
Peso 84kg per 175cm e non sono mai stata abituata a prendere molti farmaci (dose da bambino, massimo un Buscofen il primo giorno di ciclo).
In consultorio mi hanno prescritto senza troppe domande il Norlevo, tuttavia vorrei sapere se, a fronte di quanto successo, ci sia un'effettiva possibilità di gravidanza e, soprattutto, se il farmaco fosse efficace, dato che ho letto che sopra gli 80kg il suo effetto può essere "nullo" (non vorrei imbottirmi inutilmente di ormoni, se così fosse).
Spero possiate rispondermi. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per quanto riguarda il peso sono d'accordo il NORLEVO non funziona e dovrebbe assumere l' ELLAONE detta pillola dei 5 giorni dopo , non c'è l'obbligo della ricetta per le maggiorenni.
Il consiglio è sempre lo stesso , per noi è impossibile stabilire la certezza di una gravidanza , il rischio c'è , in quanto non possiamo conoscere il preciso momento della ovulazione (precoce? tardiva?) .
L'alternativa è rischiare una gravidanza indesiderata.
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 393XXX

Egregio dott. Blasi,
La ringrazio per la risposta. Nell'attesa del consulto, presa un po' dalla preoccupazione e avendo ricontattato la guardia medica (che mi ha rassicurato sul fatto che funziona ugualmente e che i miei 84kg non dovrebbero incidere eccessivamente in quanto sportiva/con molti muscoli), ho assunto Norlevo.
Non le nascondo che le mie perplessità continuano a rimanere, soprattutto alla luce di quanto da lei scritto (ho letto anche il suo articolo a riguardo).
A questo punto, vorrei chiederle se ritiene consono che io prenda ANCHE EllaOne o se ci possono essere gravi controindicazioni. (Nel bugiardino di Norlevo ho letto che "non deve essere usato insieme a farmaci contenenti ulipristal acetato).
In attesa di una sua risposta, le porgo i miei saluti

[#3] dopo  
Utente 393XXX

P.s. nel caso in cui Norlevo non faccia effetto, non avrò i possibili sintomi (mal di testa, mal di pancia, affaticamento, nausea ecc..) ? Quanfo posso fare un test di gravidanza? Grazie

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il test di gravidanza va eseguito dopo due settimane dal rapporto "sospetto"
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 393XXX

Grazie.
Per quel che riguarda l'assunzione di EllaOne in aggiunta a Norlevo, può cortesemente dirmi che controindicazioni comporta (ammesso che sia possibile)?
Nel caso in cui Norlevo non facesse il suo effetto, avrei o meno gli effetti collaterali descritti nel bugiardino?
Spero possa rispondere a queste ultime due domande

[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ma non è possibile l'assunzione della EllaOne perchè sono trascorsi più di 5 giorni.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente 393XXX

In realtà sarei ancora in tempo dato che il rapporto a rischio è avvenuto sabato mattina. Per questo le mie domande.

[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se mi dice la data dell'assunzione del NORLEVO potrò essere più preciso
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente 393XXX

Sempre il 10 ottobre, ossia il giorno stesso del rapporto a rischio

[#10] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Allora non è possibile l'associazione norlevo +ulipristal acetato
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#11] dopo  
Utente 393XXX

Capisco. La ringrazio e mi auguro che il rischio non si sia verificato o, quantomeno, che il Norlevo abbia fatto un po' effetto (non so che sintomi si verifichino normalmente, io ho avuto solo un leggerissimo mal di testa -forse dovuto allo stress- e sonnolenza)