Utente 375XXX
Buongiorno. Per circa un anno ho assunto anticoncezionali esto-progestinici. Prima di assumere ormoni il mio ciclo era di 28-29 giorni, quindi molto regolare. A maggio ho deciso di smettere dopo vari effetti collaterali( spariti poi dopo l'interruzione) , ma il mio ciclo non è tornato regolare. E' da sei mesi che il mio ciclo dura 33-35 giorni. Qual è il motivo?? Mi viene da dare la colpa alla pillola visto che pima di prenderla per anni non sono mai andata oltre i 29 giorni.
La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La pillola normalizza la funzione ovarica , probabilmente ora il processo ovulatorio si è regolarizzato e lei ovula oltre il classico 15° giorno , ma questo non rappresenta patologia,
E' molto importante il ritmo regolare , nel suo caso avviene tra i 33 e i 35 giorni , ma con regolarità.
E' importante comprendere come lei calcola i cicli, le ricordo che si calcola dal primo giorno del flusso mestruale al primo giorno del successivo, l'ho scritto giusto per chiarirci , senza dubbi , sono convinto che lei ne fosse già a conoscenza.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 375XXX

La ringrazio per la risposta molto esaustiva. Anche io mio ginecologo mi ha detto la stessa cosa. Probabilmente mi sono stabilizzata così. Era solo per capire se era un problema averlo più lungo dei classici 28-29 giorni. Volevo inoltre chiederle se una pallina inguinale (linfonodino) al tatto mobile di poco più di 1 cm è motivo di preoccupazione! Il mese scorso era leggermente più grossa, ma diciamo che non è ancora scesa del tutto!!
La ringrazio nuovamente. Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per questo penso sia più utile una visita!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI