Utente 406XXX
Buonasera,
Sono una ragazza di 31 anni, ho eseguito due eco transvaginali una nel mese di gennaio dalla quale il referto fu poco chiaro a causa dell ovulazione appena avvenuta. La dottoressa gia in quella prima eco sospetto' la presenza di una cisti. Ho eseguito su sua richiesta tutti gli esami del caso, tutti con esito negativo. Nel mese di marzo ho fatto un altra eco dopo il ciclo, ero in fase ovulatoria, questa volta la dottoressa mi ha confermato la presenza di una cisti endometrica piccolissima. Desiderando una gravidanza mi ha lasciato la possibilità di scegliere se continuare a tentare ( sono al terzo tentativo) o iniziare subito con la pillola. Abbiamo stabilito come tempo per cercare una gravidanza fino a settembre. Mi ha sconsigliato la laparoscopia essendo la cisti microscopica , ma io leggevo su internet dalle varie esperienze che la pillola non è la soluzione a questo tipo di ciste. Vorrei un vostro parere

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se i marcatori sono negativi (CA125) se le dimensioni sono ridottissime , mi pongo il dubbio , ma perchè parliamo di endometriosi ?
Non esiterei un attimo a consigliarle di cercare una gravidanza se questo è il suo desiderio in quanto non riscontro alcuna controindicazione , anzi se ci fosse la presenza di microscopici focolai endometriosici (???) la gravidanza potrebbe risultare terapeutica.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI