Utente 112XXX
Salve
ho 37 anni, leggermente sovrappeso.
Da oltre 15 giorni ho lievi perdite ematiche vaginali.
A fasi alterne sono state più o meno abbondati. Dopo circa 10 giorni dall'inizio sono diventate più abbondanti, tanto da essere simili al mio normale flusso mestruale, tuttavia il giorno dopo sono tornate nuovamente molto lievi.
Avendo avuto un rapporto a rischio nei giorni precedenti l'inizio del fenomeno ho fatto due test di gravidanza casalinghi: la prima volta a circa 12 giorni dall'inizio del sanguinamento e nuovamente oggi (18 esimo giorno dall'inizio del sanguinamento) ed in entrambi i casi il risultato è stato negativo.
Attualmente le perdite hanno assunto l'aspetto di piccoli coaguli scuri, mentre inizialmente erano perlopiù striature nel muco vaginale, ma abbondanti a sufficienza da richiedere l'uso di un salvaslip.
Alcuni giorni fa, a seguito di uno pseudo rapporto (stimolazione manuale senza alcun tipo di penetrazione), ho avuto perdite più abbondanti per alcune ore, poi la situazione è tornata alla "normalità" di questo periodo.
Ho prenotato un visita ginecologica per la prossima settimana, in attesa chiedo gentilmente un parere al riguardo, potrebbe essere un fenomeno connesso all'inizio di una gravidanza (ho comunque già avuto due gravidanze, la prima, gemellare, 7 anni fa caratterizzata da diverse minacce da aborto e parto prematuro, la seconda 5 anni fa, inizialmente più regolare,ma con raccorciamento del collo, funneling e contrazioni dall'inizio del terzo trimestre). O potrebbe essere dovuto ad altre cause?
Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le cause potrebbero essere varie ed in questi casi risalta l'importanza della visita , di un esame ecografico pelvico .
Potrei fare un lungo elenco delle possibili cause , che porterebbero soltanto ad indurre uno stato ansioso conseguente.
L'importante è aver escluso una gravidanza con un test di gravidanza negativo.
Dovrebbe sottoporsi almeno ad una eco-pelvica.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 112XXX

La ringrazio dottore, è stato davvero molto gentile.

In attesa della visita, prevista per il prossimo martedì,ho effettuato stamani l'esame delle Beta HCG, quantomeno per avere le idee più chiare, dato che la dottoressa al telefono mi ha fatto intendere che i test sulle urine potevano non essere precisi.

La saluto cordialmente.