Utente 403XXX
Gentili dottori, vorrei chiedere cortesemente un chiarimento in merito alle note statistiche sulla fertilità femminile, che diminuirebbe in maniera significativa dopo i 35 per poi crollare intorno ai 39-40 anni.

Ho di recente letto un articolo in cui si spiegava dettagliatamente che in realtà questi range di riferimento sono estrapolati da alcuni studi su - mi pare di ricordare - le contadine francesi di fine '800 e che nessun altro studio articolato e dettagliato è mai stato eseguito da allora.
A me pare estremamente improbabile, vista anche l'attenzione contemporanea alla tematica, ma poiché non riesco a ritrovare l'articolo non mi è possibile fare ricerche inverse.
La domanda è quindi semplice: i range di massima cui siamo abituati a pensare sono realistici e "testati" anche in epoca contemporanea o davvero sono eredità del passato?

Grazie
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non sono presenti le condizioni per l'insorgenza di una gravidanza indesiderata.
L'assunzione della contraccezione d'emergenza (ELLA ONE ) è stata corretta e tempestiva.
SALUTI
Nicola Blasi , MD
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI