Utente 408XXX
Salve, sono alla ricerca di una gravidanza da ormai 10 mesi senza riuscirci. Io e il mio compagno (rispettivamente di 28 e 31 anni) abbiamo effettuato vari controlli (visita ginecologica e analisi ormonali per me e visita andrologica, Doppler testicolare e analisi ormonali per lui) tutti gli esami non hanno evidenziato anomalie.Io ho sempre avuto un ciclo di 26/30 giorni e riesco ad identificare segnali dell ovulazione che ho anche evidenziato mesi fa con stik ovulatori positivi.
Tre volte a settimana corro per 30/40 mi chiedevo se questa attività può ostacolare l annidamento in qualche modo. So che atlete che praticano sport anche a livello agonistico restano incinte, ma mi chiedevo se questo tipo di sollecitazioni possono rendere più difficile l instaurarsi di una gravidanza.
Inoltre vorrei sapere se esistono ulteriori analisi da fare e dopo quanto tempo si dovrebbe passare ad una fase successiva di indagini mediche.

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Lucia Vecoli

44% attività
4% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., concordo pienamente con lei, nel senso che l'attività sportiva di per sé non è un ostacolo alla gravidanza. Nelle atlete tuttavia possono influire negativamente alcuni fattori, quali il basso peso corporeo e lo stress da superallenamento, che possono inibire l'ovulazione, ostacolando quindi il concepimento. La natura in un certo senso si difende, evitando la gravidanza in un organismo non idoneo a sostenerla in maniera adeguata. Dopo un periodo di tentativi infruttuosi, che può essere variabile a seconda dell'età soprattutto della donna e del grado di ansietà suscitato dall'attesa, è bene approfondire la diagnosi con ulteriori accertamenti. Per l'uomo la diagnostica dell'infertilità è più semplice, in quanto di solito, se la visita andrologica va bene e lo spermiogramma non è alterato, non ci sono problemi. Nella donna, se il concepimento non arriva, dopo la visita e gli esami ormonali, si passa a fare gli esami infettivologici e quindi gli esami invasivi ( isteroscopia, sonoisterosalpingoscopia, isterosalpingografia, laparoscopia). Tutto questo ovviamente da programmare col ginecologo di fiducia. Cordiali saluti e auguri.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente 408XXX

Volevo innanzitutto ringraziarla della sua risposta.
Io ho 28 anni sono alta 1.59 e il mio peso e di 47 kg, tra volte a settimana come le dicevo pratico una corsa di 30/40 poiché soffrendo di colesterolo alto il medico anni fa mi aveva consigliato di praticare un Po di attività fisica. Quindi la pratico sia per questo motivo ma anche perché mi piace a mi fa sentire meglio. Per qualche mese l avevo interrotta poiché temevo che ostacolare l annidamento ma poi visto che la gravidanza comunque non è arrivata ho ripreso. Ho ricomnciato anche per diminuire l ansia per il mancato concepimento che sto cercando di tenere a bada ma non è facile.
Secondo la sua opinione considerando il mio indice di massa corporea basso questa attività può crearmi problemi? sto creando uno stress al mio corpo?

[#3] dopo  
Dr. Lucia Vecoli

44% attività
4% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., innanzitutto mi sta dando una buona notizia, perché sia lei che il futuro padre siete giovani, cosa rappresenta un notevole vantaggio sul piano riproduttivo e vi consente di affrontare con più calma la ricerca della gravidanza. L'età purtroppo è il principale fattore di rischio per la sterilità e questo non è proprio il vostro caso.
Per quel che riguarda il peso e l'attività fisica, il suo Body Mass Index ( BMI ) è 18.6, ai limiti bassi della norma, che è tra 18.5 e 24.9, quindi la alimentazione attuale compensa a malapena il suo dispendio energetico, che mi sembra un po' eccessivo, per una futura mamma. Secondo me meglio sarebbe fare gradualmente un'attività meno intensa, da continuare magari anche in gravidanza, per mantenere a posto sia il fisico che la psiche.
Sperando di esserle stata utile, la saluto cordialmente.
Dr. Lucia Vecoli

[#4] dopo  
Utente 408XXX

Gent. Dott.ssa volevo dirle che ho seguito il suo consiglio e ho ridotto l'attività fisica solo a delle lunghe passeggiate. 5 mesi fa ho effettuato per tre mesi una stimolazione con il clomid però non sono rimasta incinta anche se ho prodotto sempre un follicolo di dimensione ottimali. Allora ci hanno detto che il prossimo passo era una intrauterina così ci siamo recati in un centro di pma e purtroppo effettuando altri esami di controllo è emerso qualcosa che non va. In particolare ho effettuato il 4° giorno del ciclo i seguenti dosaggi ormonali: FSH 10.5; LH 6.8; PROLATTINA 15.9; E2 28; AMH 1,26; PROGESTERONE < 0.2; TESTOSTERONE LIBERO 5.3; 17-OH PROGESTERONE 0.4; PROLATTINA 15.9; OMOCISTEINA 9; TSH 2.140; TESTOSTERONE LIBERO 5.3; FT3 3.2; FT4 1.28. Dal mio screening trombofilico è emerso per il gene della Protrombina la mutazione in eterozigosi G20210A; inoltre genotipo PAI-1 4G/4G. Ho effettuato una sonoisterografia l'esito è stato il seguente: normale morfologia della cavità uterina. Falda liquida libera nel douglas.
Al centro di pma mi hanno detto che per la mia età (29 anni) l'fsh e amh non sono nella norma ma sono in riserva ovarica e devo scegliere io se seguire un protocollo di pma o provare naturalmente. Io vorrei ripetere il mese prossimo l'fsh, amh, inibina b (che non ho fatto), e2, LH e progesterone, facendoli però il 2° giorno del ciclo, crede sia inutile?non possono migliorare e darmi qualche possibilità di riuscire naturalmente? Inoltre mi hanno detto che se voglio provare naturalmente devo fare una isteroscopia perchè l'esame che ho già fatto non indica che ho le tube libere. Mi conferma che è cosi? A mio marito invece è stata riscontrata l'omocisteina a 99 e sta assumendo due compresse di acido folico. Inoltre ha eseguito uno spermiogramma con i seguenti risultati: Viscosità-> aumentata; fluidificazione completa dopo 60 min;
Spermatozoi -> 50 milioni /ml; agglutinazione nemaspermatica ->grado 1: isolata;
Motilità dopo 1 h ->progressiva: 50%; non progressiva: 20%; assente: 30%;
Motilità dopo 2 h -> progressiva 45%; non progressiva: 15%; assente: 40%;
Life test dopo 1 h-> 80%;
Hypo-osmotic Swelling test dopo 1 h-> 75%;
Forme Tipiche-> 20%;
Anomalie della testa -> 44%; anomalie del tratto intermedio ->21%; anomalie del flagello 1%; forme amorfe 14%.
Positivo per enterococcus faecalis, ha fatto vari cicli di antibiotici e ora sta assumendo probiotici per regolarizzare l'intestino.
come valuta la sua situazione? l'omocisteina in che modo può ostacolare il concepimento? inoltre da un secondo spermiogramma fatto in un centro diverso è emerso questo: Mobili progressivi-> a fresco: 26%; dopo 1 h: 38%; dopo swim-up:66%;
Lenti -> a fresco:34%; dopo 1 h: 30%; dopo swim up: 21%;
immobili -> a fresco 22%; dopo 1 h: 20%; dopo swim up: 8%.
Forma normali-> 12%
Microcefalo->25%; appendice citoplasmatica-> 12%; ingrossamento nella parte intermedia->18%; coda corta->18%; coda assente->15%.
La mobilità è peggiore, deve ripeterlo? al centro di pma hanno considerato solo il secondo dicendoci che la mobilità è scarsa e quindi un altro fattore che impedisce con il concepimento. Ho il dubbio che ci hanno mostrato una situazione più grave di quanto effettivamente è. La prego mi dia una sua opinione, ormai è un anno e sette mesi che cerchiamo di realizzare il nostro sogno senza riuscirci e siamo molto sconfortati.