Utente 386XXX
Buonasera a tutti. Ieri (3 dicembre 2017) ho avuto due rapporti con coito interrotto consecutivi con il mio ragazzo ed era il 16esimo giorno del mio ciclo. Premetto che sono una tipa ansiosa ed ho sempre usato precauzioni (preservativo) con i precedenti partner, con il mio nuovo ragazzo invece questo metodo fallisce perché lui perde l’erezione e se inizialmente volevamo rinunciare a farlo, alla fine non ce l’abbiamo fatta perché siamo stati presi dalla passione del momento. Lui è convintissimo di essere uscito, non solo in tempo, ma addirittura in anticipo e durante il rapporto più volte si fermava per controllare. La mattina dopo però io sono stata assalita dall’ansia e dalle paure e constatando che ero all’incirca nel periodo dell’ovulazione (non sono ahimè molto regolare), ho deciso che fosse meglio non rischiare e prendere la pillola del giorno dopo (ellaone per la precisione). Ora, leggendo in qua e in la su internet prendo vengo a conoscenza del fatto che questa pillola non ha efficacia se presa ad ovulazione già avvenuta: ma allora perché nel bugiardino c’è scritto che può essere presa in qualsiasi fase del ciclo mestruale? Ed inoltre nemmeno la farmacista mi aveva detto niente al riguardo. E questo è il primo dubbio.

Detto questo, veniamo al nocciolo della questione. Proprio in virtù di questa mia ansia, avevo deciso di iniziare una terapia anticoncezionale (nuvaring) e, d’accordo con la mia ginecologa, avrei dovuto iniziarla il primo giorno del prossimo ciclo mestruale (tra 15 giorni più o meno). Siccome presumo che la ellaone probabilmente mi ritarderà il ciclo come faccio? Soprattutto, se anziché venire il ciclo abbondante come al solito me ne viene poco oppure mi viene spotting, posso iniziarlo comunque? Mi scuso se mi sono dilungata troppo ma spero di essere stata chiara.
Ovviamente sempre sperando di non essere rimasta incinta

[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili

28% attività
20% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
VIAREGGIO (LU)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
La Ellaone, rispetto alle pillole precedenti usate per la contraccezione di emergenza, oltre ad essere attiva in fase ovulatoria ritardando o inibendo la medesima ha un azione sulla mucosa dell'endometrio rendendola poco recettiva all'impianto dell'uovo.
Il metodo è dunque molto efficace nel prevenire una gravidanza indesiderata anche nei giorni più fertili.
E' vero, la pillola del giorno dopo può dare spotting e ritardo mestruale, pertanto se vuole far ricorso a un sistema anticoncezionale a base ormonale deve iniziare la terapia dal primo giorno di mestruazione vera
Dr. Cesare  Gentili
www.cesaregentili.it

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Grazie per la gentile risposta dottore. Adesso ho un ritardo di 5 giorni, ho già eseguito un test comprato al supermercato che ha dato esito negativo, quindi credo proprio che il ritardo sia da addebitare alla pillola ma presumibilmente, quanto mi ritarderanno? Avverto una leggera tensione al seno, talvolta dolore al basso ventre che va e viene, sbalzi umorali e nervosismo quindi tutti sintomi riconducibili all’arrivo del ciclo ma ch era poi non arriva. Quando devo iniziare a preoccuparmi?