Utente
Gentili Dottori
Scrivo per avere qualche consiglio sulla mia situazione.
Ho il ciclo generalmente abbastanza regolare ogni 28-30 giorni. Più precisamente negli ultimi mesi ho avuto l'arrivo delle mestruazioni il 15 marzo e la notte tra 11 e12 aprile. Questo mese aspettavo il ciclo per il 12-13 ma ad oggi ancora niente.
Ho avuto un rapporto con coito interrotto il 21 aprile (l eiaculazione è stata esterna) e uno completo ma con preservativo il 30 aprile. Ho fatto un test di gravidanza comprato in farmacia dopo 6 giorni di ritardo ed è risultato negativo (specifico che non l'ho eseguito con le urine del mattino su consiglio della farmacista, la quale mi ha detto che se erano trascorsi alcuni giorni di ritardo poteva essere utilizzato in qualsiasi momento della giornata). Attualmente noto solo delle perdite biancastre, poco abbondanti, sensazione di gonfiore e brevi e lievi fitte nella zona pelvica, ma del ciclo nemmeno l'ombra.
Sono molto preoccupata perché una gravidanza sarebbe assolutamente indesiderata. Vorrei sapere se il test negativo può essere considerato affidabile e se mi consigliate di ripeterlo o di passare direttamente alle analisi delle beta hgc. Non ho mai avuto un ritardo simile e sono molto in ansia...

[#1]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Probabilmente il ciclo sta per arrivare.
Comunque in caso di ritardi mestruali con sospetto di gravidanza, anche se i test sulle urine sono affidabili, la certezza definitiva per escludere una gravidanza è data dal test su sangue, la beta hcg.

Se nei prossimi giorni il ciclo non dovesse arrivare informi la sua ginecologa, che potrà stabilire se è il caso di fare un controllo o di rifare il test.

A volte, anche in chi ha le mestruazioni regolari possono capitare ritardi o salti del ciclo, per esempio quando ci sono situazioni stressanti, variazioni significative del peso, transitori squilibri ormonali.

Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottoressa per la sua cordiale risposta.
Approfitto della sua gentilezza per chiederle qualche ulteriore chiarimento.
Presa dall'ansia, ho eseguito di mia volontà il test delle beta hgc sul sangue al 9° giorno di ritardo e il valore risultato è stato 0.2. Posso quindi escludere con certezza una gravidanza? Purtroppo, cercando di fare chiarezza in internet, ho trovato di tutto, anche donne che sostengono di essere rimaste incinta nonostante gli esami delle beta hcg fossero negativi...una conferma da parte sua nell'escludere questa situazione mi potrebbe tranquillizzare!
Al momento sono all'undicesimo giorno di ritardo e il ciclo non si è ancora presentato. Anche il muco e i lievi dolori al basso ventre sono spariti. Potrebbe essersi trattata di una fase ovulatoria avvenuta con due settimane di ritardo?
Premetto che in passato mi fu diagnosticato ovaio microcistico; dopo 2 anni consecutivi di pillola anticoncezionale, interrotta ad agosto 2017 (il ciclo è sempre stato regolare sin dal primo mese dopo l'interruzione della pillola), ho eseguito un'ecografia pelvica lo scorso novembre, dalla quale le ovaie risultavano in condizioni normali ed era emersa solo una microcisti di minime dimensioni e non significativa, a detta del medico.

[#3]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
La gravidanza l'ha esclusa con certezza avendo fatto la beta hcg che ci dice, in base al valore riportato, che NON È INCINTA.

Inoltre lei è molto ansiosa.

Le persone ansiose dovrebbero evitare di leggere troppo Internet...
Lo sa che anche l'ansia può far ritardare le mestruazioni?

Mi ha raccontato tante cose ma non ha fatto ancora tutto quello che le ho già suggerito:

"Se nei prossimi giorni il ciclo non dovesse arrivare informi la sua ginecologa, che potrà stabilire se è il caso di fare un controllo o di rifare il test."

Il test l'ha fatto e ha escluso gravidanze...adesso DEVE informare la sua ginecologa.

Dopo averla informata ci aggiorni se vuole e... si tranquillizzi.

Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org