Utente 252XXX
Gentili Dottori,
Vorrei un consiglio su una cosa che mi sta preoccupando un po'.
Ho 35 anni e da sempre soffro di ovaio policistico. 4 anni fa ho fatto un parto cesareo a 32 settimane e 2 giorni.
L'anno scorso ho fatto il pap test dal ginecologo ed era tutto apposto.
Quest'anno mi hanno chiamato dall'asl per lo screening del tumore al collo dell'utero per rifare il pap test e l'ho fatto una decina di giorni fa(anche se di solito lo faccio ogni 2 anni, come consigliato dal mio ginecologo). Quando l'ho fatto la ginecologa dell'asl ha detto che da quello che vedeva non avrei dovuto preoccuparmi e che se avrei potuto avere delle perdite nei 2/3 giorni successivi.
Dopo una settimana circa ho avuto per 2/3 giorni perdite mattoncino non molto forti, infatti sporcano a malapena il salvaslip. Ho creduto che fossero delle mestruazioni magari di un ciclo anovulatorio visto le mie ovaie policistiche e visto che negli anni, soprattutto da ragazza, a volte mi è successo.
Ieri sono andata dal mio ginecologo per il solito controllo annuale e ha detto che ho una piaghetta e secondo lui quelle perdite non erano mestruazioni, ma provenivano dalla piaghetta, anche perché sono in fase preovulatoria adesso e quindi non ci saremmo con i tempi.
Ha detto di aspettare il risultato del pap test (che arriverà da casa non prima di fine agosto) e nel caso ci fossero cellule metaplastiche si dovrà bruciare. Intanto devo fare 2 cicli di 10 gg di ovuli di fitostimoline per vedere se cicatrizza e poi mi vuole rivedere a settembre con i risultati del pap test alla mano.
Ora quello che mi chiedo è:

1 Perché la ginecologa dell'asl non se n'è accorta mentre faceva il pap test? Anzi mi ha detto che potevo stare tranquilla da come vedeva la mucosa;

2 Possibile che sia stata lei con il pap test a provocarmi questa abrasione e quindi quelle perdite che ho avuto sono quelle di cui lei mi parlava, ma invece di averle dopo 2/3 giorni le ho avute dopo circa una settimana e per questo erano marroni? L'ho fatto il 2 luglio. Di solito sentivo sempre "grattare" durante i pap test fatti dal mio ginecologo, ma proprio stavolta non ho sentito nulla (e mi sono meravigliata).

3 Il giorno precedente la visita dal ginecologo ho avuto un rapporto protetto con mio marito: è possibile che questa piaghetta sia stata causata dal rapporto o non c'è davvero una piaghetta e magari è solo l'esito del "dopo rapporto?"

4 Quali possono essere le cause di questa piaghetta? Devo preoccuparmi che possa essere altro o si possa trasformare in tumore? Posso avete rapporti?

Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1. per poter giudicare un vero ECTROPION (piaghetta) del collo uterino è corretto eseguire una COLPOSCOPIA , senza ricorrere immediatamente alla diatermocoagulazione (bruciatura) e quando si ricorre a questo trattamento va fatto sempre sotto guida COLPOSCOPICA !
2. le spatoline (cytobrush) utilizzate possono causare sanguinamento ma non sono la causa della "piaghetta" (ectropion)
3. la metaplasia non è una indicazione alla "bruciatura" perchè segno di guarigione spontanea .
4 se il PAP test è negativo e non c'è un test HPV postivo non si può parlare di displasia prima e neoplasia (tumore ) dopo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 252XXX

Quindi cosa dovrei fare secondo lei?
Quello che mi ha detto il ginecologo è sbagliato allora? Come ha fatto a parlare di piaghetta solo guardando ad occhio nudo?
Aspettare fino a Settembre potrebbe essere pericoloso?
Il pap test di aprile 2017 era negativo. Questo mi può far stare tranquilla almeno un po'?
Come si fa il test dell'hpv?
Posso avere rapporti?
A parte quelle perdite marroni (che lui ha attribuito alla piaghetta) non ho sintomi.
Grazie mille.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
certo può aspettare a settembre.
Attendere l'esito del PAP test e decidere di conseguenza .
Non sono in grado di giudicare l'operato del Collega , le ho riferito quelle che sono le linee guida della Società di COLPOSCOPIA Italiana di cui faccio parte
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 252XXX

Grazie.
Mi scusi, un'ultima cosa: può essere che il pap test abbia provocato una sorta di "abrasione" che ha provocato quelle perdite e il ginecologo si sia "sbagliato" ad interpretare questa " abrasione" e abbia parlato di piaghetta?
Posso avere rapporti nel frattempo?
Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non posso giudicare l'operato del Collega senza aver eseguito personalmente un esame colposcopico
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 252XXX

Volevo solo sapere se fosse possibile come eventualità in generale senza giudicare l'operato del suo collega.
È possibile cmq avere rapporti?
Grazie

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lei ha ragione , ma se non conosco il quadro clinico come posso autorizzarla ad avere rapporti, magari peggiorando la situazione attuale?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI