Utente 505XXX
A seguito di due rapporti consecutivi venerdì notte, dopo due ore dal coito, ho assunto Norlevo per sicurezza, in quanto nei giorni precedenti ho notato muco filante tipico dell'ovulazione e non sono però riuscita a individuare il giorno preciso dell'ovulazione con conseguente modificazione del muco.
Abbiamo usato il preservativo ma poi a un certo punto lo abbiamo tolto; l'eiaculazione è avvenuta esternamente, la prima volta nel preservativo e nel secondo rapporto non è avvenuta. Il mio partner dopo il primo rapporto ha urinato e si è lavato.
Ora però sono un po' in ansia.

Secondo voi la mia situazione è molto a rischio? Di solito ho un ciclo abbastanza regolare, ma questo mese mi sono accorta che il muco si è presentato più tardi rispetto al solito. Quando ho avuto il rapporto ero al 23esimo giorno e l'ultimo giorno di muco dall'aspetto più fertile è stato il 19 giorno del ciclo.

Grazie per l'aiuto!
Aspetto con ansia una risposta.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Difficile rispondere quando la contraddizione d'emergenza viene usata come contraccezione abituale.
Tutto dipende dal momento dell'ovulazione.
Consiglio in caso di ritardo eseguire,un test dì gravidanza.
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Grazie per la risposta. Ricorro alla contraccezione d'emergenza molto raramente.
Vorrei farle un'ultima domanda riguardo al Norlevo:
Perché esistono molte opinioni contrastanti riguardo al suo meccanismo di funzionamento? C'è chi sostiene che la pdgd abbia la sola funzione di ritardare l'ovulazione e c'è chi sostiene che abbia anche la funzione dei impedire l'impianto (quest'ultima dicitura è stata eliminata recentemente dalle schede tecniche del farmaco, ma per una decina d'anni tale informazione relativa al suo funzionamento era presente).
C'è un annoso "dibattito" sull'argomento. Potrebbe spiegarmi perché?
In altri post lei stesso ha sostenuto che il Norlevo impedisce l'impianto dell'ovulo fecondato in caso di ovulazione già avvenuta.
Spero in una risposta. Grazie

[#3] dopo  
Utente 505XXX

Non pensa che la contraddittorietà delle opinioni riguardo al funzionamento del Norlevo possa impedire in qalche modo alla donna di scegliere in libertà a seguito di informazioni contrastanti? Questo a parer mio va a discapito di un consenso realmente informato, del quale oltretutto i pazienti hanno diritto.
C'è anche chi sostiene, tra i medici, che sia stata divulgata un'informazione errata circa il reale funzionamento sull'effetto di impedire l'impianto a seguito delle modificazioni delle pareti dell'utero, per ovviare al problema dell'obiezione di coscienza.
Lei di che opinione è secondo la sua esperienza e secondo quello che ha sostenuto in varie risposte nei consulti precedenti?