Utente 461XXX
Salve volevo chiedere alcune informazioni

A breve dovrò effettuare una cura antibiotica che avverrà durante l ultima settimana di assunzione delle pillole attive, quindi subito dopo il termine della cura antibiotica suppongo inizierò un nuovo blister, dato che zoely richiede di proteggere i rapporti per 28 giorni successivi alla cura antibiotica suppongo che dovrei proteggere con un metodo aggiuntivo anche tutta la nuova scatola che inizierò in seguito alla cura antibiotica, giusto?

Se l assunzione antibiotica dura fino all assunzione Dell ultima compressa attiva il fatto che dopo ci sono le 4 placebo questo crea un maggior Problema?

È opportuno distanziare l 'assunzione della pillola dall' antibiotico?posso anche ritardare l assunzione di qualche ora per un giorno? So che comunque non posso cambiare l orario per 5 giorni e poi ritornare al solito orario e che al massimo posso farlo solo un giorno per non creare troppo scombussolamento

Dovendo assumere l antibiotico piu altri due farmaci che però so già non interferiscono devo distanziare solo l antibiotico dalla pillola o anche i farmaci che non interferiscono?

Va bene distanziare di 4 ore l assunzione Dell antibiotico dalla pillola?

Se dovessi prende l antibiotico durante le pillole placebo non cambia nulla? Perché ho sentito si gente che addirittura salta le placebo e attacca un altro blister quando assume antibiotici, ma sinceramente io vorrei evitare perché sono una persona molto ansiosa se non vedo il ciclo arrivare.

Con l assunzione della antibiotico o altri farmaci il ciclo che avviene durante le pillole placebo potrebbe saltare?

Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto è importante conoscere il tipo di antibiotico che assumerà.
Perché alcuni interferiscono a livello di metabolismo epatico, ( i più pericolosi sul l'effetto contraccettivo ) altri a livello di assorbìmento intestinale.
Se la durata della terapia antibiotica è così lunga conviene pensare ad un metodo contraccettivo alternativo, sospendendo la pillola e pensare ad un sistema intrauterino come Kyleena .
O l'uso del preservativo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 461XXX

Salve, la ringrazio per la risposta, non credo di dover assumere l 'antibiotico per più di 5 giorni, l' antibiotico dovrebbe essere il cefixoral mentre gli altri due farmaci sono antidolorifico e antinfiammatorio. (per i 28 giorni mi riferivo al fatto che nel bugiardino c'è scritto di proteggere i rapporti per 28 giorni) Va bene se distanzio il cefixoral dalla pillola di 4 ore? Per antidolorifici e antinfiammatori non dovrebbero interferire giusto ma li distanzio comunque? E i rapporti precedenti all uso antibiotico sono comunque protetti giusto?
Il ciclo verrà normalmente nonostante cefixoral antidolorifico e antinfiammatorio?

[#3] dopo  
Utente 461XXX

Chiedo scusa se torno a disturbare, dopo un rapporto (protetti anche con l uso del preservativo) qualche ora ho avuto delle perdite bianche dense e abbondanti ciò da cosa può dipendere? Premetto che non ho ne dolore ne prurito... Ciò implica che la pillola non sta funzionando? Premetto che qualche mese fa ho effettuato il pap test e non è risultato nulla.