Utente 384XXX
Buonasera,
premetto che soffro di amenorrea da anni e prendo da due mesi Yasminelle. A seguito di una brutta broncopolmonite mi è stato prescritto prima un antibiotico via orale, poi sostituito il giorno dopo poiché inefficaci.
Quindi mi è stato prescritto il Rocefin nello specifico Rocefin 1g/3,5ml ( polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso intramuscolare)
composto da: Ceftriaxone (come ceftriaxone sodico ) e lidocaina ( come lidocaina cloridrato ).
Sono 6 iniezioni. La prima l'ho fatta alla 4 pillola del blister, l'ultima sarà alla 9 ( quindi seconda settimana )
Mi sono molto informata su questo antibiotico ma non trovo notizie certe. Vorrei sapere se è vero che la copertura contraccettiva diminuisce non solo durante questo blister, ma anche durante il prossimo. Quindi in sintesi la copertura contraccettiva mi tornerebbe sicura alla prima pillola del blister che prenderò dopo questo e dopo un'altro ancora.
E' vera questa cosa?
Inoltre come mi consigliate di agire nel caso qualcosa vada storto anche usando il preservativo, perché ovviamente come diminuisce l'effetto della pillola, diminuirà anche l'effetto della pillola del giorno dopo.
Sono veramente disperata anche perché sono molto paurosa a riguardo e la pillola è sempre stata la mia salvezza.
Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'effetto contraccettivo si riduce durante l'assunzione della terapia antibiotica in ogni caso , ma per maggior precauzione è conveniente usare un metodo contraccettivo alternativo (CONDOM) per i 6 giorni successivi alla fine della terapia.
questo antibiotico potrebbe interferire sull'assorbimento a livello intestinale per alterazione della flora intestinale.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 384XXX

La ringrazio per la rapida risposta. Su questo sito però ed anche cercando un po’ su internet ho letto quest’informazione che parlava appunto di due mesi di precauzioni aggiuntive (meccaniche)
È veramente così potente il Ceftriaxone assunto
Via iniezioni intramuscolari ( non lo sto prendendo per via orale ) da poter inibire così tanto l’efficacia contraccettiva?
Non sto mettendo in discussione la sua risposta ci mancherebbe, mi sto chiedendo quale sia il principio fisico per cui questo antibiotico, anche se preso per iniezioni, possa interferire così tanto.
Mi scuso ancora per il disturbo

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'interferenza avviene sia a livello epatico , che alterando la flora intestinale , , le ricordo che l'antibiotico passa nel sangue e va anche a livello intestinale .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 384XXX

Perfetto grazie.
Quindi mi conferma che usare il preservativo durante la cura e i 7 giorni dopo è sufficiente? Sono sicura quindi il prossimo mese o devo continuare a usare altri metodi?
Mi scuso per l’insistenza e la ringrazio tantissimo ancora!