Utente 101XXX


BUONGIORNO

HO 53 ANNI E DA SEMPRE, DA QUANDO HO PARTORITO ALL'ETA' DI 23, FACCIO USO DELLA PILLOLA ANTICONCEZIONALE. LE MIE ANALISI, CHE SVOLGO CON SEVERITA' ED ATTENZIONE, SONO SEMPRE STATE PERFETTE COMPRESI FLUIDITA' DEL SANGUE, COLESTEROLO, PAPTEST, MAMMOGRAFIA, ECOGRAFIA, MOC...

ALL'ETA' DI 49 ANNI HO SOSPESO PER UN PERIODO L'ASSUNZIONE DELLA PILLOLA PER EFFETTUARE I CONTROLLI IN RELAZIONE AD UNA PROBABILE PRE-MENOPAUSA CHE IN REALTA' RISULTO' ESSERE SOLO ALL'INIZIO CON POCHI VALORI INDICATIVI IN TAL SENSO. NELLO STESSO PERIODO INIZIAVO A MANIFESTARE VAMPATE DI CALORE E IL MIO CICLO MESTRUALE SUBIVA DEGLI SCOMPENSI. INIZIAI QUINDI AD ASSUMERE UN INTEGRATORE A BASE DI ISOFLAVONI DI SOIA CHE CONTRIBUI' AD ANNULLARE LE VAMPATE E A REGOLARIZZARE NUOVAMENTE IL MIO CICLO. IN SEGUITO, DAL MOMENTO CHE LA MIA VITA SESSUALE E' MOLTO ATTIVA E IL RAPPORTO CON MIO MARITO SEMPRE SODDISFACENTE, HO RIPRESO AD ASSUMERE LA PILLOLA (YASMINE) CON L'APPROVAZIONE DEL MIO MEDICO IL QUALE SOSTIENE CHE NON COMPRENDE IL MOTIVO PER CUI DOVREI SMETTERE DAL MOMENTO IN CUI LA MIA SALUTE NON RISULTA COMPROMESSA.



ORA IO MI CHIEDO:



-PERCHE' OCCORRE METTERE A RIPOSO IL MIO APPARATO RIPRODUTTIVO QUANDO IN REALTA' LO E' DA SEMPRE CONSIDERATO CHE LA PILLOLA AGISCE PROPRIO IN TAL SENSO?



-PERCHE' SAREBBE AUSPICABILE UNA TERAPIA SOSTITUTIVA DAL MOMENTO IN CUI LE SOSTANZE ASSUNTE SAREBBERO LE STESSE? FORSE SI TRATTA DI VARIARNE LE QUANTITA'?



-A QUALI PROBLEMATICHE ANDREI INCONTRO, CONTINUANDO AD ASSUMERE LA PILLOLA, OLTRE OVVIAMENTE A TUTTO QUANTO E' CONTROLLABILE CON LE ANALISI ECC ECC ?



IO MI SENTO MOLTO MOLTO BENE, IN OGNI SENSO E TEMO DI DOVER PERDERE QUESTA MIA ECCELLENTE CONDIZIONE ANCHE DAL PUNTO DI VISTA FISICO...SONO ONESTA NELL'AMMETTERLO...



RINGRAZIO FIN D'ORA PER LA RISPOSTA CHE L'ESPERTO VORRA' INVIARMI E MI COMPLIMENTO PER L'ECCELLENTE SITO CHE PROPONE.



SALUTI

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1) Si tratta di TOS (terapia ormonale sostitutiva),quindi è preferibile ridurre le dosi,in quanto non dobbiamo preoccuparci del blocco dell'ovulazione.
2)Assumendo la pillola classica aumenta il "rischio tromboembolico,che aumenta di per sè già oltre i35-40 anni.
Stimolazione aumentata a livello mammario,cosa non contemplata nella fisiologia dell'eta post-menopausale.
(Le ricordo che credo moltissimo nella contraccezione ormonale)
3) Nessuno le vieta di sottoporsi a TOS,non somministrando la pillola a donne della sua età,facciamo prevenzione dell'ECCESSO DI STIMOLAZIONE ORMONALE,che potrebbe portare as altri problemi.
Tanti saluti!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 101XXX

GRAZIE PER LA SUA RISPOSTA, DOTTOR BLASI,

MI PERMETTO DI "RUBARLE" ANCORA UN PO' DEL SUO TEMPO PER APPROFONDIRE LE MIE CONOSCENZE...
LE SOTTOPONGO QUINDI UN ALTRO QUESITO:

-IL FATTO CHE SUSSISTA UNA MAGGIORE POSSIBILITA' DI RISCHIO TROMBOEMBOLICO A PARTIRE DA UNA CERTA ETA' E' COSA DA ME CONOSCIUTA...CIO' CHE INVECE NON SO' E' SE L'EFFETTUARE OGNI POSSIBILE ANALISI DEL SANGUE, MI METTA AL RIPARO DA QUESTA EVENTUALE CIRCOSTANZA. I MIEI VALORI SONO ASSOLUTAMENTE NORMALI, IO NON FUMO -NON HO MAI FUMATO- , MI NUTRO IN MANIERA SANA E DIFFERENZIATA ED INOLTRE EFFETTUO OGNI CONTROLLO UNA VOLTA ALL'ANNO.

LA PREVENZIONE DELL'ECCESSO DI STIMOLAZIONE ORMONALE, QUALI ALTRI PROBLEMI POTREBBE CAUSARE ALLA MIA SALUTE?

NON SO SE PUO' ESSERE IMPORTANTE IL FATTO CHE, NONOSTANTE LA MIA ETA' E LA PILLOLA, IL MIO FLUSSO MESTRUALE APPARE COME SEMPRE QUINDI NORMALE NELLA QUANTITA' E NELLA " QUALITA'" INTESA COME CONSISTENZA E COLORE. SOTTOLINEO QUESTO FATTO PERCHE' IL MIO MEDICO MI HA POSTO QUESTA DOMANDA IN MANIERA ESPLICITA, NEL CORSO DELL' ULTIMA VISITA ED IMMAGINO QUINDI CHE L'INFORMAZIONE SIA IMPORTANTE...

LA RINGRAZIO TANTO E LE INVIO I MIEI SALUTI

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ribadisco che il rischio è legato all'età (rischio basale)indipendente dalle patologie preesistenti o in atto.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI