Attivo dal 2020 al 2020
Buongiorno ripropongo la mia domanda solo con qualche aggiunta. Da premettere che ho 32 anni e non ho mai fatto uso di contraccettivi orali.
Dal 7 gennaio prendo la pillola Klaira solo che sto avendo degli scompensi ormonali esagerati.
Innanzitutto è dal 7 gennaio che sia per il mio ciclo naturale che è venuto e sia con l'inizio di Klaira ho sempre le mestruazioni.
È un vero e proprio ciclo che tende a diminuire la sera diventando marrone ma prendendo la pillola alle 20 la mattina dopo mi sveglio con i dolori miei soliti di ciclo e infatti sono con il sangue.
Sono andata di nuovo dalla mia ginecologa l'altro ieri e mi ha detto di aspettare la fine del blister e iniziare il secondo perchè secondo lei poi si metterá tutto a posto dal secondo blister anche se la vedo difficile altrimenti ha detto che mi cambia pillola.
La mia domanda è: è mai possibile che nonostante comunque sia una pillola, quindi crea comunque scompensi ormonali, sto con il ciclo da più di 16 giorni?
Non doveva regolarizzare il tutto?
Come mai le altre mie amiche che assumono anticoncezionali anche loro non gli è successo tutto questo che sta succedendo a me?
Vi prego aiutatemi perché posso capire lo spotting ma addirittura il ciclo da 16 giorni è un morire.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Forse ho già risposto a questo quesito.
Ribadisco che la pillola KLAIRA è una pillola con estrogeno naturale (estradiolo valerato combinato con dienogest.) con dosaggi bassi , che necessita di un adeguamento , e per questo sono d'accordo con la Collega.
La valutazione di una pillola estro-progestinica , va fatta sempre nell'arco dei due/tre mesi , se è impossibile attendere allora si ricorre ad una combinazione diversa.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI