Utente
Salve, io ho un problema. L'anno scorso ho, per alcuni mesi, avuto mancanza di ciclo. Pensavo di aspettare un bambino, infatti non so quanti tests ho eseguito. Ho fatto una visita ginecologica e mi sono state trovate delle cisti. il gin dice che non hanno molta rilevanza. ho fatto una cura di tre mesi con progesterone in quanto i valori erano bassissimi. durante questa cura sono stata malissimo. a settembre il ciclo ricomincia a tornare normalmente fino a ottobre. ho avuto poi l'ultimo ciclo a gennaio. sono tornata dal gin. e mi ha segnato una cura sempre con progesterone. naturalmente ad oggi non ho iniziato in quanto non ho ciclo. il medico mi ha detto di ritornare solo quando avessi perso dei chili, in quanto poichè sono sempre in auto per lavoro, sono in sovrappeso. Ho iniziato varie diete senza nessun esito.mangio poca pasta a pranzo e cerco di mangiare molta verdura. naturalmente pane, burro, dolci, li ho eliminati. ora mi sento molto ma molto gonfia e non mi sento bene. cosa posso fare?

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dice bene il suo ginecologo nel voler riportare alla normalità il rapporto peso/altezza.
Molto spesso basta solo questo per riavere cicli perfettamente regolari (e di conseguenza maggiore probabilità di gravidanza).
Mi rivolgerei ad un dietologo preparato che possa "confezionarle" una dieta ad hoc per il Suo lavoro.


Cordialmente
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Salve! Innanzitutto grazie per avermi risposto in breve tempo. Vorrei sapere, però, quanta incidenza hanno queste cisti. ho notato poi che per un certo periodo avevo delle perdite di liquido verdastro dal seno sinistro. C'è da preoccuparsi? Per il dietologo sono molto scoraggiata: ho provato varie diete. La prima il medico mi dava anche delle pillole da prendere ma poi ho ripreso tutti i chili aggiungendone altri. Una dietologa mi aveva dato una dieta abbastanza equilibrata a cui dovevo aggiungere anche attività fisica. Esco la mattina alle 5.30 e torno alle 19.00. km posso fare? ho una casa...un altro dietologo mi aveva dato una dieta a base carne o pesce e verdura da mangiare a pranzo e a cena. Per la cena non mi ponevo tanto il problema quanto a pranzo in quanto sono fuori. Inoltre vorrei saper: devo prendere il progesterone. Leggevo che devo iniziare il 17 giorno. km faccio a prenderlo se non ho il ciclo? Grazie e cordiali saluti.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Probabilmente Le hanno parlato di ovaio policistico.
Esso si associa ad una normalità dell'evento ovulatorio in una percentuale di possibilità alquanto elevata, pur se non totale.
Per sapere della sua ovulazione può utilmente eseguire o un monitoraggio del ciclo ovarico per via ecografica vaginale o un monitoraggio con sticks urinari (Clerablue, Persona, ecc.ecc.).
Le perdite verdastre dal seno, in genere segnalano un evento infiammatorio.
Se dovessero ripresentarsi sarebbe il caso di eseguire un citologico su secrezione e, se possibile, una coltura della secrezione stessa, il tutto associato ad una visita ed una ecografia delle mammelle.
Per la dieta, esistono varie possibilità. Ne parlerà con il Dietologo che la seguirà.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
Salve, ho da poco effettuato una visita ginecologica ma da un altro medico. Visto i problemi che ho. Stavolta mi è stato detto che il mio ovaioè "giovane", è come quello di una tredicenne. Cosa significa in campo medico?Devo preoccuparmi? deve, dunque essere stimolato? E come? la dott.ssa mi ha prescritto inoltre delle analisi: il cortisolo e l'ACHT. Ho fatto analizzare, inoltreil liquido verdastro che mi fuoriusciva dal seno sin. sono in attesa dei risultati.

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Non so cosa voglia dire la Collega con il termine di "ovaio giovane". Dovrebbe chiedere meglio a lei.
Riguardo il liquido dal capezzolo, resto in attesa del risultato.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente
Salve. In questo periodo ho avuto dei problemi: sabato 9 maggio pensavo che fosse giunto il ciclo. Il lunedì mi sono recata al lavoro ma nel primo pomeriggio ho avuto una forte emorragia. E' stato un aborto. Solo dopo mi sono resa conto che aspettavo, potevo essere di quattro settimane e non me ne sono accorta. I sintomi c'erano tutti: nauea e vomito, stanchezza eccessiva nel viaggiare, voglia di una bevanda in particolare che non bevo mai...Chiamando il ginecologo mi aveva dato Ugurol ma non l'ho preso perchè pensando che fosse il ciclo non volevo bloccarlo. Per fortuna non ho avuto bisogno di far il raschiamento. Ora sto giù psicologicamente. ho fatto pap test e risulta che c'è un'infiammazione con flora batterica mista ma la ginecologa non mi ha dato nulla. Cosa fare?Anche perchè anche mio marito adesso ha dei problemi. Per quato concerne l'analisi del secreto mammario il quadro mostra materiale amorfo, alcuni leucociti e rare cellule a citoplasma schiumoso. ho fatto eco e mi è stato detto che c'è una sacca con questo materiale. mi è stato detto che scomparirà da solo. E' vro? Cosa devo fare?Grazie!!!!

[#7]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La diagnosi di aborto presuppone una diagnosi precedente di gravidanza o una diagnosi su materiale espulso di tipo istologico che confermi la presenza di tessuto deciduo-coriale.
Non è possibile una diagnosi certa di gravidanza basandosi su sintomi clinici; questi, infatti, vengono catalogati, classicamente, fra i cosiddetti "segni di probabilità" dell'evento gravidico e non fra quelli di certezza.
Per quanto attiene alle scelte terapeutiche dei Colleghi (Pap test con risultato infiammatorio - Eco mammaria che mostra una "sacca" intramammaria), ovviamente, via internet non è possibile dare alcun consiglio.


Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli