Utente
Buongiorno, assumo da circa tre anni un contraccettivo orale.
Recentemente il medico di base ha supposto io possa soffrire di emicrania con aura, consigliandomi di sostenere una visita neurologica.
Al momento la data per la visita non è ancora stata fissata.

La pillola che prendo attualmente contiene anche estrogeni, il ginecologo mi ha quindi detto di sospenderne l'assunzione
Alla mia richiesta di metodi alternativi mi ha risposto che non esistono e quindi di usare solo il preservativo come metodo di barriera
Tuttavia la soluzione non mi fa stare per nulla tranquilla, la pillola mi dava molta sicurezza e l'idea di non prenderla mi angoscia notevolmente
Leggendo su internet ho visto che un'alternativa potrebbero essere le pillole senza estrogeni o l'impianto sottocutaneo
Mi rivolgo quindi a voi sperando possiate darmi delle delucidazioni sull'argomento
Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non sono d'accordo con il Collega, lei può tranquillamente assumere la pillola senza estrogeni , definita MINIPILOLA ( POPs) , altrettanto sicura come la pillola estroprogestica, la differenza sostanziale è là possibilità di irregolarità dei flussi mestruali (CERAZETTE, Azalia, ect....)
Altra possibilità sono i sistemi intrauterini al levonorgestrel (IUS) da non confondere co la spirale (IUD)..
In attesa di riscontro , saluto
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore per la pronta risposta, mi rincuora sapere che esistono soluzioni alternative. Aspetterò allora mi venga fissata la visita neurologica e dopo aver ottenuto gli esiti affronterò nuovamente il discorso con il mio ginecologo