Utente
Gentili Dottori,
da marzo ho iniziato una terapia per curare la vestibolite vulvare mediante pelvilen act e sedute di tens.

I dolori e i bruciori sono quasi spariti, tranne su un punto sul lato sinistro della parete vaginale che sembra non volersi decontratturare.

Due giorni fa la dott.
ssa mi ha fatto una prima infiltrazione con Lidodepomedrol esattamente sul punto contratto, ma il dolore è praticamente peggiorato.
Inoltre ieri sera mi è comparsa la candida che non avevo esattamente da due anni e mezzo.

Come mai il dolore peggiora invece di migliorare?

C'è un nesso con la comparsa improvvisa della candida?


Grazie mille

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le infiltrazioni con cortisonici non rientrano nell'armamentario della terapia topica della vulvite dove si spazia dagli anestetici locali a capsaicina,, amitriptillina 2% in crema idrofila, gapapentina in crema, lisati di cellule fetali , ma cortisonici no!
Chiaramente mi riferisco alla terapia TOPICA non orale.
Potrebbe trattarsi di una reazione locale da immuno -soppressione
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore.
Cosa mi consiglia di fare? Continuare con le infiltrazioni (da premettere che le perdite bianche simil candida sono praticamente scomparse) oppure no?
Pensa si possa ancora abbinare un farmaco per via orale?

Grazie

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non è facile consigliare terapia senza un controllo clinico , potrei far danni
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI