Utente 711XXX
Scusate se la “storia” è lunga. Ho cercato di mettere tutti gli elementi e di essere schematico.

Da più di un anno ho dolori alla zona destra inferiore della mandibola (con interessamento di orecchio e linfonodi). Dolori che sono spesso fortissimi, con nevralgie che non mi permettono di far nulla. Il tutto, credo, per colpa di un VIII inferiore. Ecco i dettagli.

Tutto è inziato 15 mesi fa.
Giugno 2004: Forti e prolungati dolori in prossimità dell'VIII inferiore DX. Cura antibiotica e tutto passa.
Agosto 2004: I dolori continuano (a momenti alterni). I denti del giudizio inferiori sono usciti bene, ma sono costretti nell'arcata e spostano un po’ gli altri. Il dentista mi consiglia di resistere che forse ci stanno. La sua assistente dice e pensa che non ci stanno.
Novembre 2004: Da mesi soffro, non semrpe ma di tanto in tanto i dolori sono forti (sopporto molto, forse troppo il dolore). Emicrania solo dalla parte destra, dolore all'orecchio destro, linfonodi gonfi.
Torno dal dentista e decido per l'estrazione. Ma il mio dentista non fa estrazioni dei denti del giudizio. Vado da un altro che mi ha già tolto 2 denti (arcata superiore, no ottavi) di cui mi fido.
30 gennaio 2005: Estrazione. Tutto bene. Non prendo nemmeno gli antibiotici (sbagliato?). Dopo pochi giorni i dolori tornano. Impossibile vivere così (emicranie quasi tutti i giorni, dolori all'orecchio). Il dentista dice che ci vuole un po' di tempo.
Aprile 2005: Non ce la faccio più. Dentista. Cura antibiotica di 20 gg. Sto benissimo. Smetto la cura, sto male.
Giugno 2005: Da un anno ho dolori alla zona e sto bene solo con un Sulidamor. Ne prendo uno una volta ogni 4-5 che ho male. Le altre sopporto. Poi non sopporto più. Vado al pronto soccorso.
Neurologo esclude sindrome del trigemino. Ottorino esclude otiti o qualsiasi problema all’orecchio e poi scrive: Nevralgia post estrattiva (ma io avevo lo stesso male anche prima dell’estrazione).
Odontoiatria: Fa queste opzioni. 1. Nevralgia atipica trigeminale DX. 2. Sindrome algico disfunzionale dell’ATM DX. Rifaccio la radiografia. Tutto ok. Mi consigliano un BYTE e parlano di tensione mandibolare. La zona rimane contratta e infiammata, forse a causa di un po’ di maloclusione.
Un altro dentista senza vedermi al telefono fa questa ipotesi: Ho sopportato troppo il dolore e i nervi si sono in parte danneggiati e riproducono il dolore. Esistono dei farmaci (alcuni sperimentali) che si prendono 3-4 volte al giorno per 3 mesi e poi si smette e si spera che il nervi stiano bene. Da come mi descrive questa patologia, io mi ci ritrovo. Ho sopportato troppo il male e ormai si è cronicizzato. In generale il caldo, lo stare distesi mi fa aumentare di molto il dolore. Con qualcosa di fresco sulla guancia sto bene. Poi vado su Internet e mi documento sulla Sind. Alg. Disf. Dell’ATM.
OGGI: Da un mese uso i fiori di Bach e compresse omeopatiche di arnica (antinfiammatorio) che hanno migliorato la situazione. Da 2 settimane ho il byte. Al mattino ho meno male del solito.
Però se faccio uno sforzo o vado in affaticamento sento la zona pulsare. Se bevo un bicchiere d’acqua, appena arriva alla gengiva mi manda delle stimolazioni (non dolorose) a tutta la mandibola.
La gengiva è bianca-rosa e si è chiusa bene (anche se c’è una microfessura), ma si vede solo se con le unghie allargo le due metà della gengiva ed è piccola e bianca.
DUBBIO: Se appoggio un dito sotto l’orecchio dx sull’articolazione della mandibola (molto vicina all’VIII inferiore) e apro la bocca la mandibola fa uno schiocco molto forte. Se lo appoggio nella parte sinistra non fa nulla.

Cosa posso fare per star bene?
A chi mi posso rivolgere per sapere che cosa ho veramente e se ho subito danni?
Esistono specialisti in Sindromi algicodisfunzionali o infiammazioni dei nervi/muscoli facciali?

Prima di questo ultimo anno e mezzo non ho mai avuto nessun altro disturbo.

GRAZIE!!

[#1] dopo  
Utente 711XXX

Non è possibile spostare questo commento sulla sezione odontoiatrica, così riceve almento qualche risposta, vistoc che per questa sezione specifica ci sono meno esperti.

Poi il tutto ruota attorno ad un dente del giudizio... e non ho ancora la certezza che si tratti di una sindrome algico disfunzionale dell'ATM.

Continuo ad aver male. Non so più a chi rivolgermi.
GRAZIE!

[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Bellinvia

24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Mi spiace che Lei soffra da un anno.
Difficile fare diagnosi mirata senza esame clinico e visione di radiografie.
A proposito,che tipo di radiografie ha eseguito?Panoramica?endorale(quella piccola)?tomografia dell'articolazione?
L'estrazione del dente è stata difficile?
Il dente davanti è rimasto scoperto?
E' un dente integro?Ovvero ha otturazioni o capsule?
Il dente davanti a quello estratto è vitale?
Quando lo tocca col freddo suscita lo stesso tipo di dolore? O non sente proprio nulla allo stimolo?
Lo stimolo dolorifico parte quando tocca qualche punto particolare della faccia?
Indagherei localmente.
O in alternativa considererei una nevralgia essenziale del trigemino trattandola come tale e vedendo se è sensibile alla carbamazepina(ricordi che queste cure van fatte sotto stretta prescrizione e controllo medico)
Mi sappia dire.Attendo
DOTT. VINCENZO BELLINVIA
Medico chirurgo
Spec. in ortognatodonzia
Spec. in odontostomatologia

[#3] dopo  
Utente 711XXX

Ho fatto la radiografia panoramica prima e dopo l'estrazione. Nient'altro.

Estrazione non è stata difficile.
Il dente davanti è integro, vitale, senza otturazioni o capsule. E non mi da fastidi, non sente il freddo/caldo.

A livello dell'intervento sento il freddo/caldo (specialemente liquidi), ma se tocco con la lingua o con un dito, non sento nulla.

Lo stimolo dolorifico, in questa fase mi viene solo al mattino, fortissimo. Il caldo e la posizione distesa mi fanno pulsare la parte, dolori orecchio, linfonodi gonfi.

Il click mandibolare, sempre forte e doloroso se faccio leggera pressione sull'articolazione destra, mi fa capire che il dolore è localizzato li vicino.
Non so se è quello del dente del giudizio che si è un po' spostato o se il dolore è proprio dovuto all'articolazione/posizione mandibola.

GRAZIE!




[#4] dopo  
Utente 711XXX

Questa sezione non ha molti medici.
Sicuramente si tratta di un'area particolarmente specialistica.

Spero sempre di avere qualche indicazione in più, dal Dott. Bellinvia o altri.

Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se è ancora presente il click mandibolare vuol dire che il byte è basso. Provi a rialzarlo gradualmente con delle striscioline di carta (tipo fazzolettini scottex). Ad un certo punto probabilmente scomparirà lo schiocco, questa è laltezza minima con cui deve essere costruito il bite (in realtà la cosa è un più complessa). Le consiglio di rifare un byte che faccia scomparire lo schiocco e poi di vedere l'evoluzione della sintomatologia.
Dr. Daniele Tonlorenzi Prof A.C. Università di Pisa
dtonlorenzi@mcarrara.com
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum