Utente 267XXX
Salve dottori,
spero voi potiate aiutarmi a trovare la strada giusta da intraprendere per risolvere un problema che mi affligge:
circa 2 anni fa mi è stato ricostruito l incisivo superiore centrale (vitale) per un problema estetico.. circa un anno fa ho iniziato ad avvertire un click all'articolazione temporo-mandibolare sinistra, durante la masticazione, e da due settimane anche uno schiocco all orecchio, sempre sinistro, durante la deglutizione, in piu sento dei ronzii continui (sembrano derivare sempre dall orecchio sinistro).. Qualche giorno fa decisi allora di andare dal mio dentista il quale, pensando che questi disturbi fossero dovuti ad un precontatto, decise di limarmi leggermente l incisivo ricostruito: nulla é cambiato..
Ho fatto un' altra visita presso un altro dentista il quale mi ha detto che ho un' ottima occlusione quindi non ritiene necessario farmi un bite e mi ha liquidato dicendo che non è un problema grave e posso conviverci tranquillamente.. Ora chiedo a voi, gentili dottori, se invece necessito di un'indagine più approfondita del caso.. Inoltre vorrei chiedervi se un precontatto di un solo dente tenuto per un anno possa aver scatenato queste patologie o è solo una pura coincidenza..
grazie infinitamente del servizio che offrite
attendo vostre notizie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, é probabile che lei presenti una incoordinazione Condilo- Meniscale all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Nel normale, i condili mandibolari di entrambi i lati sono in rapporto con la parete antero superiore della cavità articolare ( Cavità Glenoide) ; fra le superfici articolari è interposto un menisco . Condilo e menisco dovrebbero muoversi in sinergia ogni volta che muoviamo la bocca, come , ad esempio , nella masticazione. Accade però che, per vari motivi, in parte congeniti, in parte per un anomalo sviluppo scheletrico, per la irregolare eruzione degli elementi dentari decidui e permanenti (malocclusione), alle quali cause è bene aggiungere anche la mano non sempre riguardosa del dentista ed i traumi che il soggetto può subire, i condili possono dislocarsi in una zona più arretrata, perdendo il contatto con il menisco, che , a bocca chiusa, risulta dislocato davanti al condilo. Ogni volta che , aprendo la bocca, il condilo si sposta in avanti, ricattura il menisco , e ciò provoca il tipico rumore di schiocco, più o meno acusticamente percepibile: nel chiudere la bocca ,però , il menisco torna a dislocarsi , per lo più in avanti.
Si tratta di un problema spesso sottovalutato, ma che alla lunga tende ad evolvere in degenerazioni artrosiche del condilo e del menisco, quando non a blocchi della mandibola (locking) che possono farne precipitare la gravità.
In genere si tratta ,oltretutto, di evoluzioni tardive di un problema che in precedenza per molti anni, forse anche nei 2 anni in cui lei lamenta il problema, ha causato al paziente gravi disturbi quali cefalea , cervicalgia, vertigine, dolori all'orecchio, in genere trattati dai veri specialisti di settore che non sempre sono portati ad allargare le ipotesi diagnostiche ad un possibile ruolo della bocca e dell'Articolazione Temporo Mandibolare.

Pertanto le consiglio di consultare un dentista-gnatologo esperto in problemi di malocclusione e dell'Articolazione Temporo Mandibolare.
Nell'attesa, le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-disfunzioni-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/983/Problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-russare-apnea.html
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito".
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Per desidera vedere delle figure per comprendere meglio i meccanismi così magistralmente esposti dal collega può andare su https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html oppure su http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+click&x=0&y=0
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito".

Magari con calma se ne ha voglia li legga le figure aiutano.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#3] dopo  
Utente 267XXX

grazie delle risposte che mi avete dato.. allora vorrei aggiungere che per ora non avverto dolori, a parte una infiammazione all'orecchio sinistro che il mio medico di famiglia non ritiene sia associato alla disfunzione temporo mandibolare.. per cui avverto solo rumori che ovviamente sono molto fastidiosi.. in assenza di dolore secondo voi è opportuno fare terapia? ad esempio usare bite? inoltre aggiungo che non sono affetto da bruxismo oltre ad avere un'ottima occlusione..
grazie ancora dell attenzione che vogliate prestarmi
PS: nel frattempo ho cercato di trovare un gnatologo nella mia zona, ma non ci sono riuscito.. però ho preso già appuntamento presso un bravo odontoiatra esperto in kinesiografia.. può andar bene lo stesso? o ci vuole per forza un gnatologo per il mio problema?.. preferisco affidarmi ad un solo bravo odontoiatra anzichè girare tra i vari dentisti.. grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La sede dell'orecchio è la stessa di quella temporomandibolare, si faccia pure vedere da un'otorino per intraprendere le terapie del caso qualora ci fosse un'otite (cosa che ritengo improbabile).
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 267XXX

certamente farò una visita anche presso un otorino.. mi rimane un dubbio: un odontoiatra specializzato in kinesiografia fa al caso mio? oppure mi consiglia un odontoiatra specializzato in gnatologia? mi scusi se sono insistente ma prima di farmi seguire da un professionista vorrei essere sicuro di aver scelto la figura professionale piu idonea al mio caso..
grazie ancora se lei vorrà ancora rispondermi

[#6] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La Kinesiografia é una tecnica diagnostica che rientra nell'area gnatologica: se un dentista la impiega, é probabile che si occupi abitualmente di gnatologia.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#7] dopo  
Utente 267XXX

salve dottori,
intanto vi ringrazio delle risposte che mi avete dato..
vi aggiorno della situazione: se tutto va bene farò una visita gnatologica la settimana prossima presso uno studio di medici specializzati per questo tipo di problematiche.. intanto però già mi ha visitato un odontoiatra facente parte di questo equipe di professionisti e mi ha anticipato già il tipo di terapia che dovrò fare, ovvero bite per posizionare correttamente la mandibola e in seguito molaggio selettivo per risolvere definitivamente il mio problema senza l'ausilio del bite.. ora mi è sorto un dubbio proprio per quest'ultimo aspetto, ovvero di dover limare i miei denti.. sinceramente avrei paura di dover sottopormi a questo tipo di intervento poiché irreversibile.. e poi preferirei trattamenti più conservativi.. voi cosa ne pensate del molaggio selettivo? è l'unica soluzione al mio problema?

[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Io penso che dovrebbe rileggersi https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html facendo molta attenzione al paragrafo "Dimensione verticale". Io non ricordo di aver visto UN paziente con la dimensione verticale alta e disordini temporomandibolari. Tutti con i denti dietro più bassi. C'è una foto che credo sia abbastanza esplicativa. Ai miei pazienti ricordo sempre di aver dovuto alzare i denti. Magari così http://www.danieletonlorenzi.it/atm/rialzare-la-masticazione-con-ceramiche-o-senza-limare-i-denti-gli-overlay-dentali/ quando vede stai per uscire dal sito continui. Ma lo legga il post precedente sulla dimensione verticale e non faccia limare i denti...........................
Tutto con i limiti del consulto a distanza, quindi con eccezioni, buona dentatura, si costruisce una ceramica più alta (o un'otturazione più alta) queste si vanno riportate in masticazione. Da lontano non è possibile essere categorici, ma solo esprimere dubbi che solo chi la vede può fugare.
Saluti

Ma se ha un click e legge il paragrafo "bite e terapia" da http://www.danieletonlorenzi.it/?s=click+blocco&x=0&y=0 (stai per uscire dal sito continui) capirà il perché dei miei dubbi.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#9] dopo  
Utente 267XXX

grazie dottore molto gentile.. ho fatto la visita presso lo gnatologo.. mi ha diagnosticato una malocclusione da morso profondo e secondo il suo giudizio non ci sarebbe da fare nessun molaggio selettivo condividendo il suo pensiero.. e la terapia che lo gnatologo ritiene idonea è portare un apparecchio funzionale, dopo di che vedere se c'e bisogno di alzare verticalmente i molari con del composito.. inoltre ha detto che nel mio caso il bite non servirebbe (perchè ho la mandibola asimmetrica se non ho capito male), anzi peggiorerebbe la situazione.. in ogni caso mi ha prescritto di fare una opt, radiografia latero laterale, radiografia posteriore, perchè dovrà fare i calcoli per la realizzazione dell apparecchio.. io a dir la verità sarei tentato di sentire un altro gnatologo prima di sottopormi a questa terapia..

[#10] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prima di fare modifiche permanenti, anche col composito difficilmente si tornerebbe alla posizione di prima, io le proverei con un bite. Il bite è uno strumento soprattutto diagnostico. Cosa succede se metto la mandibola in quella posizione li? Chieda allo gnatologo perché il cambio di posizione di prova con il bite (che può togliere in qualsiasi momento) è pericoloso mentre quello definitivo con il composito (che si deve tenere), no. Come si può dire che è sconsigliato fare delle prove di spostamento mandibolare, mentre la terapia corretta è "sicuri al primo colpo".
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#11] dopo  
Utente 267XXX

grazie mille dottore.. si infatti le terapie permanenti mi incutono timore.. volevo a questo punto chiederle se il bite va portato solo la notte o 24 ore su 24.. ho letto da qualche parte che anche il bite portato 24 ore al giorno può essere considerato una terapia definiva.. lei cosa ne pensa? e poi un'altra cosa: prima di fare il bite quali sono gli esami radiologici necessari?
le chiedo scusa se le faccio tutte queste domande ma mi fa piacere sentire anche la sua opinione perchè vedo che lei ha molta esperienza in questo campo.. purtroppo lo gnatologo che mi sta seguendo è molto giovane, meno di 30 anni, e pur essendo una persona molto preparata, magari non ha tanta esperienza come lei..

[#12] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il tempo che si deve portare il bite varia da bite a bite e da professionista a professionista. Io li faccio sia da portare di notte e poco di giorno sia da h 24.
Comunque il bite (fatto bene) serve per togliere il dolore. Poi ogni considerazioneviene dopo
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum