Utente 425XXX
Salve, ho 23 anni e da qualche giorno soffro di mal di testa ricorrenti, che coinvolgono la zona delle tempie,in particolare la tempia destra e la zona posteriore della testa sempre a destra. Ho anche fastidi visivi, la luce mi da fastidio, i miei occhi si stancano subito di leggere e mi sembra di avere la vista un po annebbiata e non sopporto gli occhiali da vostaavista, e l'oculista sostiene che la mia vista non sia peggiorata e che quindi il fastidio non sia legato agli occhi. E mi ha consigliato di rivolgermi ad un dentista per controllare l'occlusione dentale, il dentista mi ha trovato il nervo destro della mandibola infiammato e i denti consumati, pensa quindi che io soffra di bruxismo e che il mal di testa possa essere una conseguenza di questo, e mi ha indirizzato verso un dentista specializzato nel settore, ma la visita sarà tra una decina di giorni. Secondo lei i miei sintomi possono essere collegati al bruxismo? Sono 4 giorni che prendo il momendol per lenire il dolore che è un po alleviato rispetto a prima ma non scomparso.
E mi rende difficile studiare e compiere le attività quotidiane. Secondo lei dovrei cambiare farmaco?

La ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
I denti abrasi ,come anche il dolore alle tempie, depongono verosimilmente per una parafunzione,bruxismo e serramento.
Le parafunzioni sono tra i responsabili dei
Disordini Cranio Cervico Mandibolari, come cefalea,dolore muscoli
masticatori,cervicalgie,vertigini,acufeni,ma anche dei sintomi articolari (ATM) come rumori(click) o scrosci e di problemi posturali.
Il consiglio è quello di rivolgersi ad un GNATOLOGO,che è lo
specialista che si occupa delle problematiche temporo-mandibolari.
Gli analgesici e i miorilassanti sono un trattamento estemporaneo e coadiuvante,ma che non possono prescindere da una terapia causale.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 425XXX

La ringrazio per la risposta. È normale che il dolore sia presente anche al tatto e causi rigidità del collo?
Inoltre e normale che dopo 5 giorni di naprossene il dolore non sia svanito? Non avrebbe dovuto avere potere antinfiammatorio per la tensione mandibolare?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Le ripeto ,i farmaci sono un trattamento sintomatico ed estemporaneo,va intrapresa la strada che le ho già suggerito,leggi GNATOLOGO,leggi terapia con BITE .
BUONA DOMENICA
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 425XXX

Si capisco che i farmaci non siano la soluzione, ma avendo l'appuntamento dao gnatologo per l'8 marzo mi domandavo se nel frattempo potessi fare qualcosa per ridurre questi dolori, che mi causano problemi nello studio e nella quotidianità.

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Provi ad aggiungere oltre ai FANS (meglio il ketorolac) anche dei miorilassanti previo consulto col medico di base.
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia